Dal 1956 il Biscione è città - Magazine

Attualità Magazine Venerdì 25 giugno 2004

Dal 1956 il Biscione è città

Magazine - I quartieri periferici e i loro mille problemi, che spesso li isolano dal centro cittadino. Abbandonati a loro stessi, gli abitanti delle periferie si allontanano da una realtà che, a pieno titolo, appartiene anche a loro.
L’iniziativa Quartieri 2004 si propone di rivalutare le periferie, valorizzandone le risorse sociali. Il progetto di Emanuele Piccardo, architetto e fotografo, e Andrea Botto, fotografo, è promosso da Plug-in, laboratorio di architettura e di arti multimediali e nasce dall’invito del a partecipare alla mostra Empowerment/Cantiere Italia, in collaborazione con il e a cura di Marco Scopini.

E sabato 26 giugno, a partire dalle 19, verrà organizzato a Ina Casa Forte Quezzi (in via Fea) un pic-nic durante il quale gli abitanti del quartiere offriranno un rinfresco agli ospiti: «Gli abitanti del cosiddetto “Biscione”, progettato nel 1956 dall’architetto Luigi Carlo Daneri, diventano così i protagonisti del loro quartiere, che in questo modo si apre alla città», spiega Piccardo, che nell’iniziativa ha coinvolto l’assessorato alla città educativa e istituzioni culturali, il Centro della creatività, l’associazione Città Giardino, il comitato genitori della scuola Borsi e la parrocchia.
Ma la Città Giardino non sarà l’unico quartiere ad essere coinvolto in questa opera di rinnovamento delle periferie: «Anche a Begato e al CEP verranno creati dei laboratori tenuti da architetti che lavoreranno sull’architettura del luogo, e da artisti che cercheranno di capire il quartiere visto dai suoi abitanti: tre realtà diverse, con problematiche differenti». La serata di sabato prevede, alle 19, la premiazione del concorso Dieci righe per il mio quartiere.

Inoltre, in collaborazione con l'asilo nido Eolo, la scuola materna Eugenio Montale e la scuola elementare Giosuè Borsi, saranno raccolti i disegni e i pensieri che i bambini hanno realizzato sul Biscione. Grazie alla collaborazione del Centro della Creatività, non mancherà la musica dell’orchestra a partire dalle 19.30.
Ma come hanno accolto il progetto gli abitanti del quartiere? «Molto bene, capendo il senso dell’iniziativa», risponde Piccardo con soddisfazione. I materiali, i video, le foto e i disegni prodotti per l’evento saranno esposti nel Museo di Villa Croce a partire dal 30 giugno. L’iniziativa è a sostegno di Coop Liguria, Parmalat e Associazione Panificatori Genova.

Potrebbe interessarti anche: , Scopri i film stasera in tv sul digitale terrestre , La modernità nel mondo dei piatti doccia , Veicoli commerciali: tutti i vantaggi del noleggio , Volotea e Dante Aeronautical progettano un aereo ibrido-elettrico per brevi rotte , Volotea festeggia i 25 milioni di passeggeri con Viaggio su Marte e offerte