Concerti Magazine Mercoledì 23 giugno 2004

Musica contro i CPT

Li chiamano Centri di Permanenza Temporanea, ma assomigliano molto a , in cui vengono "posteggiati" gli stranieri che vengono pizzicati con i documenti non in regola. Questi luoghi sono stati istituiti dalla legge Turco-Napolitano, nel 1998, e pienamente confermati dalla successiva legge Bossi-Fini. Contro la creazione di un CPT a Genova suoneranno i , i , i e alcuni gruppi etnici. Il concerto si svolgerà venerdì 25 giugno in piazza Caricamento, con inizio dalle ore 16.00, ed è stato organizzato con il supporto del Comune e della Provincia.

Come ci spiega , chitarrista dei Meganoidi: «Non si sa ancora molto sulla struttura che dovrebbe sorgere a Genova, per adesso non esiste, ma c’è un decreto governativo che parla chiaro. Per evitare che un un luogo simile sorga anche nella nostra città, abbiamo deciso di organizzare un concerto aperto a tutti in piazza». Una cosa è certa, sul suolo italiano ne esistono già molti (Caltanisetta, Agrigento, Trapani, Lampedusa, Lamezia terme, Crotone S.Anna, Lecce, Brindisi, Roma, Bologna, Modena, Milano, Torino) e il governo non ha intenzione di bloccare questa "lodevole" iniziativa.
In tutti i centri elencati sopra sono stati riscontrati gravi abusi contro i diritti umani. Gravi anche le condizioni igieniche, legali e psicologiche cui sono sottoposti i detenuti. I , ma non solo loro, hanno redatto fior fior di rapporti su queste e altre oscenità, che accadono tutti i giorni, ma non sono sotto i nostri occhi, che così ci mettiamo in pace la coscienza.

Il 22 maggio Genova era già stata attraversata da una manifestazione che protestava contro il progetto del CPT genovese. Ora si replica con una giornata musicale, a cui parteciperanno alcuni gruppi di punta della nostra città.
Oltre ai Supereroi (contro la municipale), suoneranno i Sensasciou, storica band genovese raggamuffin', che ritorna dopo anni a calcare le scene insieme a Bob Quadrelli. Dopo l’exploit al , ci hanno preso gusto. Hanno registrato un nuovo album e anche loro saranno sul palco di Caricamento.
Anche i Numero6 sono della partita. La - dopo la fine del progetto Laghisecchi - li ha portati nelle classifiche di (Mtv) per mesi.

I Meganoidi, ormai un fenomeno internazionale, dimostrano ancora una volta il loro attaccamento a Genova e un’attenzione particolare alle tematiche sociali. «Quella di venerdì è un’iniziativa di grande respiro» continua Mattia «non mi sembra che un palco grande come quello che verrà allestito, sia mai stato messo davanti a Palazzo San Giorgio». Palco reso possibile grazie anche al supporto tecnico degli stessi Meganoidi. Lo scopo dell’iniziativa? «Lanciare forte un messaggio di solidarietà, con l’aiuto di tutti quelli che si occupano di questi temi, dai centri sociali ai disobbedienti, passando per l’associazionismo. È molto importante che anche istituzioni come Comune e Provincia ci abbiano appoggiato in quest’impresa». Il tema della giornata è "diritti e migrazioni". Sebbene l’argomento CPT sia il più risonante, si parlerà anche di voto agli immigrati e della costruzione di una moschea a Cornigliano. L’area intorno al palco sarà costellata di banchetti informativi e stands delle associazioni che hanno sottoscritto l’iniziativa.

Il segnale è sufficientemente chiaro. No ai CPT, sì a Genova Capitale Europea dellE CulturE.

Nella foto: i Meganoidi

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Hereditary Le radici del male Di Ari Aster Horror U.S.A., 2018 Quando l’anziana Ellen muore, i suoi familiari cominciano lentamente a scoprire una serie di segreti oscuri e terrificanti sulla loro famiglia che li obbligherà ad affrontare il tragico destino che sembrano aver ereditato. Guarda la scheda del film