Un'intensa settimana di cinema - Magazine

Un'intensa settimana di cinema

Oggi al cinema Magazine Martedì 22 giugno 2004

Magazine - Il è alle porte, con un programma degno dell’anno genovese della cultura di cui è evento cinematografico di punta. E siamo già alla settima edizione, che si avvale anche di un Comitato di Garanti presieduto da Claudio G.Fava, presente alla conferenza stampa condotta da Antonella Sica e Cristiano Palozzi, direttori artistici della manifestazione. E martedì 22 giugno, presso lo Starhotel President di Corte Lambruschini, c’erano anche Mirella Rossini, dirigente dei servizi culturali della Regione, Davide Viziano, Presidente di Genova 2004, Anna Castellano, assessore alla promozione della città e un ospite d’eccezione, Alwyn Figgins, console generale della Repubblica Sudafricana.

Il Festival, infatti, darà vita ad una retrospettiva dedicata al Cinema sudafricano dal 1994 al 2004: «Il 27 aprile 1994 i sudafricani hanno votato per la prima volta per un governo democratico: questo ha segnato la fine dell’apartheid», ha spiegato il console, «per noi la cultura è molto importante, e il rapporto tra l’Italia e il Sud Africa è ottimo anche in questo settore».

Molti registi sud africani verranno a Genova per presentare i loro lavori e per attuare uno scambio di idee con i registi italiani che parteciperanno alle giornate del Film Festival. «Alcuni tra i 18 film proposti saranno in lingua bantu», sottolinea Cristiano Palozzi, «e la serata d’onore per il cinema sudafricano, prevista per il primo luglio alle 20.15, sarà animata da registi come Katinka Heyns e Kenneth Kaplan».
Non mancheranno, poi, gli omaggi a grandi attori italiani: quest’anno il Festival proporrà i più importanti film di Vittorio Mezzogiorno, che ne Il giocattolo, film diretto da Giuliano Montaldo, è protagonista insieme a Nino Manfredi: sarà un modo per ricordare anche questo grande attore scomparso di recente. Il film L’alibi ci permetterà, infine, di conoscere le doti registiche di Vittorio Gassman.

La sezione Interferenze, curata da Franco Vazzoler, sarà quest’anno dedicata a Peter Brook e al legame che i suoi film hanno con il teatro. Un omaggio particolare sarà tributato a Luc Moullet. Il critico e regista sarà a Genova per presentare un’antologia di opere insieme ad Oreste De Fornari.
Per la sezione Genova per noi, verrà proiettato nella sua versione restaurata il film Le Mura di Malapaga, grazie anche alla collaborazione del Centro Culturale Francese di Genova. E poi ci sono i concorsi, quello dedicato ai registi liguri (Obiettivo Liguria) e quello Nazionale.

Da non dimenticare il , che sarà tenuto da Orange Studio – Maccaja Edizioni e Produzioni Musicali. Evento speciale sarà Nati il 4 luglio, l’incontro che coinvolgerà i migliori compositori italiani di musica da film, che il 4 luglio, appunto, presenteranno al Genova Film Festival il loro manifesto.
Lo stesso giorno i compositori si esibiranno in un concerto presso il cinema America (ore 21.00).
Non mancheranno le incursioni di Pesto Connection, un gruppo di registi genovesi desiderosi di dare una scossa al sistema produttivo della città.
Un’intensa settimana di cinema, insomma, che si svolgerà dal 28 giugno al 4 luglio tra la Multisala America, Palazzo Ducale e il Forum Fnac. Quest'ultimo proporrà la settimana dell'editoria cinematografica.

Per leggere il programma completo clicca .

Potrebbe interessarti anche: , Coronavirus e maratone in tv: dopo Harry Potter torna Pirati dei Caraibi. Quando vedere i film? , Coronavirus: Salvatores gira un film. Gli italiani raccontano la quarantena , Netflix Party, per guardare le serie tv con gli amici in streaming: come funziona?

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!