Magazine Giovedì 17 giugno 2004

Negozi d'altri tempi

Peccato. Anche la trattoria di mia nonna (di cui un giorno vi parlerò sicuramente) sarebbe potuta entrare nella Guida alla botteghe storiche di Genova. Invece l’hanno venduta e ormai non è più tanto “storica”, nel senso che ha preso quel colore fresco d’imbiancatura e le travi sono di legno, ma lucide come fossero nuove. Insomma, non è più la stessa cosa. Ma ci sono quelli che resistono al progresso, e si attaccano al passato coi denti e con le unghie.
La Guida è uscita lo stesso, anche senza mia nonna, ed è stata fatta per tutti quei locali che ci riportano nel passato soltanto varcando una soglia (altro che macchine del tempo), che vanno avanti incuranti dei cambiamenti, e che hanno mantenuto una bellezza immune dalle trasformazioni del mondo “fuori”.

Il Comune di Genova e l’Osservatorio Civis hanno prodotto questo bel libretto, edito da De Ferrari (13 Eu), in cui è raccolto il meglio dei negozi “d’altri tempi”. Nel 1999 è nata l’idea di censire i negozi storici di Genova. Ma con quali criteri? Si decise di prendere 50 anni come longevità minima dell’attività. Per guadagnarsi il diploma di bottega storica, era necessaria una continuità dell’impresa, più o meno dal 1949/50 a oggi.
Durante il censimento, prima cartaceo, poi telefonico, e poi ancora fisico, c’è stato un gran ballo di numeri. E quante son ‘ste botteghe? 894. Anzi, 298. Molte non rientravano nei parametri…
Ma una volta verificati i dati, ne sono uscite 466. La Guida ne ha selezionati 125, i più interessanti sia per i turisti che per i genovesi.

Quattro itinerari incrociati attraversano il centro storico e permettono di percorrere in lungo e in largo i caruggi senza perdersi, e scovando questi 125 tesori. C’è ne sono ancora tanti, di più di quello che uno si aspetterebbe. È che quando si va a mangiare da , non ci si pensa, ma si è in luogo storico. E ce ne sono di tutti i tipi: ristoranti, bar, caffé, calzolai, drogherie, farmacie, friggitorie, oreficerie, tripperie.

Itinerario 1: si parte da Porta dei Vacca. Ecco subito sulla sinistra la drogheria d’Adamo, dove ancora l’altro ieri sono andato a comprare la farina di ceci. L’hanno presa da quei sacchi enormi messi lì per terra. Poi Chiglino, in via Fossatello, il gioielliere dei nobili da più di un secolo. E arriviamo in Sottoripa, dove c'è Carega, la friggitoria da asporto. Ah, quanti pigneu mangiati con le mani all’Expò…
Si procede così, guardandosi un po’ a destra e un po’ a sinistra, fino a via dei Giustiniani. Gli altri tre percorsi vanno da via Luccoli a Caricamento e De Ferrari, da piazza Matteotti a San Lorenzo e da piazza dell’Annunziata a via Garibaldi.

Il libretto è fatto per girare come fanno di solito i turisti. Si cammina piano, si guarda la guida e si cerca riscontro nei negozi che si incontrano. Finchè non ci si becca. (Giuro che lo farò, perché ho l’impressione che qui si denigri molto “il turista”, ma alla fine missà che lui conosce la mia città meglio di me). Ci sono descrizioni essenziali ma sufficienti per capire. Poi si va e vedere di persona. E ci sono belle foto (così il riscontro guida-negozio è più veloce...).
Uno strumento di grande valore per la memoria e la conoscenza di Genova acquistabile in tutte le librerie. E speriamo che queste botteghe “eroiche” resistano il più possibile e non si arrendano come mia nonna, che poi magari ci fanno un negozio di souvenirs...

Nella foto: l'osteria Le tre finestre di salita Sant'Antonio
di Daniele Miggino

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

The Lobster Di Yorgos Lanthimos Fantascienza, Thriller Grecia, Regno Unito, Irlanda, Olanda, Francia, 2015 Una storia d'amore ambientata in un futuro prossimo in cui le persone single, in base alle regole della città, vengono arrestate e trasferite in una struttura chiamata The Hotel. Sono obbligate a trovare un compagno, da amare e con cui trascorrere... Guarda la scheda del film