Concerti Magazine Giovedì 17 giugno 2004

Tutti in strada a cantare e ballare

Primo giorno d'estate. Come ogni anno arriva la bella stagione e con lei la . Sabato 19 c'è un grande concerto multietnico in piazza De Ferrari; lunedì 21 il Museo di resterà aperto, ci saranno gruppi di musica zulu, proiezioni e dj set; dal 19 al 22 giugno la Fnac promuove una serie di concerti live gratuiti.

Sabato 19 c'è un concerto gratuito, ed europeo. È l'inaugurazione del di Genova. Piazza De Ferrari, dalle 19 alle 24, ospiterà Gorka Benitez, sassofonista basco, Les Nubians, RnB dal Camerun passando per la Francia (altro link alla Festa), Gnawa Impulse, tre dj tedeschi e tre marocchini che detengono i segreti dell'antica tradizione Gnawa, e Hubert von Goiserndel, uno che dicono sia capace di coniugare reggae giamaicano e jodel austriaco. Secondo me questo concerto è da seguire. E poi tutti al , con Soul & Funk.
Lunedì 21, dalle 18.00 in poi, al Castello d'Albertis, l' e il Centro della Creatività del Comune di Genova hanno organizzato un concerto degli Shikisha, che in lingua zulu vuol dire "canta e danza come se mai l'avessi fatto prima". Nel Museo delle musiche dei popoli verrà proiettato il film Rebel Music. The Bob Marley Story (Jeremy Marre, 2001, 89’). La festa andrà a concludersi con i dj set di Capasoul e Guido Sarpero.

Lunedì c'è anche il concerto finale del . I gruppi che hanno superato le selezioni - tra cui Mads e Selezione - suoneranno all'Arena Cinematografica della Sciorba, dalle 15.15 alle 23.30.
La Fnac ha organizzato (non a caso è francese) una serie di concerti e showcase per artisti più o meno noti, cogliendo l’occasione per lanciare una campagna di sensibilizzazione per abbassare l’Iva sulla musica.
Nello store di via xx Settembre potrete ascoltare questi artisti, rigorosamente live:

Sabato 19 giugno
17.00. Luca Bui
18.30. Casa del Vento

Domenica 20 giugno
17.00. Rafidia
18.30. Mistonocivo

Lunedì 21 giugno
17.00. 4 Belle Bambine
18.30. Museo Kabikoff

Martedì 22 giugno
15.00. Goa Boa Time: dj set e videoclip. Special guest Frankie Hi NRG
16.30. Paola & Chiara
18.30. Caravane De Ville


Dal 1982, i francesi dedicano il solstizio d'estate alla . È addirittura diventata una festa nazionale.
In quei giorni si celebra tutta la musica: artisti professionisti suonano accanto ad amatori e non c’è genere che ne rimanga escluso. L’idea ha avuto in tutto il mondo il successo che meritava e un centinaio di Paesi hanno deciso di seguire l’esempio.
Una carta stabilisce i princìpi fondativi dell’evento. Tutti i Paesi devono rispettare le regole che vi sono riportate, per mantenere la filosofia originaria della festa.

Innanzitutto, non si tratta di un Festival, ma di una celebrazione della musica viva e vivente, per far risaltare la varietà e la diversità delle pratiche musicali in tutti i suoi generi. È un evento a partecipazione spontanea e gratuita, sia per i musicisti che per gli spettatori. Deve essere un’occasione di incontro e scambio. Perciò sarebbe meglio che le iniziative si svolgessero liberamente per le strade.

Ma proviamo a vedere cos'altro offre questo week end musicale.
Dunque, venerdì 18, a Sestri Levante (non fate i pigri) c'è Ivan da Maria, con musiche e danze russe. Alle 21.30 presso il Convento Annunziata. Sempre venerdì a Rapallo, al Zì Pier Café, ci sono gli , che suonano ritmi zigani e klezmer. E qui la varietà c'è.
Sabato 19 c'è il secondo appuntamento con . Dalle 10.00 alle 19.00 la zona tra via Ravecca e piazza Sarzano sarà occupata da performers, dj set ed esibizioni. Alle 15.00 in piazza Sarzano, dove avrà luogo un Sound System en plen air. Vi ricordate, era uno dei pricìpi della festa, musica per le strade.

Ma sabato abbiamo anche a Sori, Jazz al Borgolclub, con Alessio Menconi e Giorgio Serci. E se volete spingervi fino a Sant'Olcese trovate gli Aedi, "band" ligure storica.
Domenica c'è e basta. Mentre a lunedì meno male che ci ha pensato la Fnac, che sarebbe l'unico giorno valido per Festa.
Ragazzi, purtroppo alcuni di questi concerti non sono gratuiti. Bisogna far in modo che anche qui da noi la Festa della Musica diventi un evento nazionale, che le strade si riempiano di caroselli e che - per giorno almeno - la musica sia di tutti e per tutti.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Io sono Ingrid Di Stig Björkman Documentario Svezia, 2015 Uno sguardo dietro le quinte della vita straordinaria di una giovane ragazza svedese che divenne una delle attrici più celebri del cinema americano e mondiale... Ingrid Bergman. Guarda la scheda del film