Fellini 100. I sabati con Federico, omaggio al Maestro del cinema italiano - La Spezia

Fellini 100. I sabati con Federico, omaggio al Maestro del cinema italiano - Il nuovo - La Spezia

06/02/2020

Fino a sabato 7 marzo 2020

Ore 16:00, 15:00

La Spezia - Il Nuovo La Spezia ha in programma da sabato 8 febbraio a sabato 7 marzo 2020 una rassegna per ricordare e rendere omaggio a Federico Fellini a 100 anni dalla sua nascita: Fellini 100. I sabati con Federico. Fellini è stato il regista italiano che più di tutti ha portato nel mondo uno sguardo visionario fortemente riconoscibile, costruendo un immaginario che ha saputo raccontare la storia di un’intera generazione. Il suo genio e la sua fantasia hanno plasmato un intero secolo lasciando un segno nella storia del cinema e nella mente di ognuno di noi. Il programma:

La Spezia - Sabato 8 febbraio alle ore 16 - 81/2
Guido è un regista quarantenne un po’ stanco, e così sono tutte le sue relazioni: il rapporto con la moglie, col suo produttore, con gli amici, persino con l’amante. Anche l’ispirazione si è fatta sottile, le idee sono rare e astratte, la pigrizia avanza. Per fortuna la sua fantasia può correre liberamente nel passato, nell’adolescenza, ai tempi della scuola e delle prime sensazioni. Così, gli episodi reali e quelli della memoria si alternano in una vetrina di caratteri.

La Spezia - Sabato 15 febbraio alle ore 15 - I Vitelloni
Vitelloni vengono chiamati, nelle città di provincia, quei giovani di buona famiglia che passano la loro giornata nell’ozio, tra il caffé, il biliardo, gli amori inutili e i progetti vani. Tali sono, nella loro piccola città, cinque amici: Fausto, Moraldo, Alberto, Leopoldo e Riccardo. Fausto amoreggia con Sandra, sorella di Moraldo, e quando la giovane resta incinta, sono costretti a sposarsi. Ma Fausto resta sempre lo stesso vitellone, amante dell’ozio, delle avventure, dei passatempi. Leone d’argento a Venezia.
Sabato 22 febbraio alle ore 15 - Amarcord
Un paesino della Romagna, anni dal 1930 al 1935. Titta è un adolescente che sta vivendo quelle che rimarranno per sempre le memorie della sua età più bella e terribile: quella in cui nascono i sogni e si affacciano anche le prime disillusioni. La famiglia e il paese gli offrono gli elementi per costruire la sua quotidianità destinata a durare: il padre impresario sempre in lotta con la madre, lo zio scroccone e quello in manicomio, il nonno in piena salute che si prende le libertà con la domestica, una parrucchiera procace che stuzzica le sue fantasie, il matto del villaggio che ha come nome Giudizio. Gli abitanti del paese colorano le stagioni che il fascismo tende ad ingrigire, regalando a Titta tanto materiale per imparare a vivere.

Sabato 29 febbraio alle ore 15 - La Dolce vita
Proiezione per il film del 1960 con Marcello Mastroianni. Fellini 100 la retrospettiva dei “cult” continua con La dolce vita
La dolce vita è senza dubbio uno dei più iconici della storia del cinema italiano e non solo. Diretto nel 1960 su soggetto dello stesso Fellini, di Tullio Pinelli e di Ennio Flaiano, La dolce vita è articolato in episodi e ha per protagonista Marcello Mastroianni, che proprio con questo capolavoro iniziò la sua straordinaria collaborazione artistica con Fellini. L’attore veste i panni di Marcello Rubini, un giornalista che si occupa di cronaca scandalistica, ma aspira a diventare uno scrittore. Le sue vicende si calano in una Roma incantata e smarrita, in bilico tra sogno, realtà e simbolo, abbagliata dai flash dei paparazzi all’inseguimento delle star e travolta da una modernità che sempre più taglia i legami con le radici.Fra gli interpreti compaiono numerose stelle internazionali dell’epoca, tra le quali naturalmente Anita Ekberg, protagonista dell’indimenticabile scena nella fontana di Trevi.Il film vinse la Palma d'Oro al Festival di Cannes nel 1960 e l'Oscar per i costumi nel 1962. Nel 1960 Fellini conquistò anche il David di Donatello per la regia, mentre nel 1961 La dolce vita ottenne tre Nastri d’Argento: per il migliore attore, andato a Mastroianni, per la scenografia e per il soggetto originale.

Sabato 7 marzo alle ore 15 - Lo sceicco bianco

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 29/02/2020 alle ore 07:58.

Potrebbe interessarti anche: 1917 e Piccole Donne, proiezioni in lingua originale con sottotitoli, La Spezia, fino al 2 marzo 2020 , Raggi di Sole, concerto di beneficenza per la Croce Rossa, La Spezia, 29 febbraio 2020 , L'epopea del Risorgimento e Raccontami Spezia: incontri al Museo Podenzana, La Spezia, fino al 16 ottobre 2020 , Dimensioni Infinite, in mostra le opere di Michelangelo Penso, La Spezia, fino al 22 marzo 2020

Scopri cosa fare oggi a La Spezia consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a La Spezia.

Allerta Coronavirus Attenzione! Se vi trovate in una delle regioni in cui vige l'ordinanza riguardante l'emergenza Coronavirus, ricordiamo che tutti gli eventi in programma dal 24 febbraio al primo marzo 2020, sono annullati. Per ulteriori informazioni è possibile contattare direttamente gli organizzatori dei singoli eventi.