Mondino a colori. La pittura dagli esordi al linoleum, mostra - CAMeC - La Spezia

21/03/2019

Fino a domenica 22 settembre 2019

© Icarus83/Wikipedia

La Spezia - Venerdì 29 marzo 2019, alle ore 18, è inaugurata presso il CAMeC della Spezia la mostra Mondino a colori. La pittura dagli esordi al linoleum, progetto scientifico Archivio Aldo Mondino. La mostra resta poi aperta fino a domenica 22 settembre 2019 con orari di visita da martedì a domenica dalle 11 alle 18. Chiuso il lunedì, aperto Pasqua, 25 aprile, 1 maggio, 2 giugno, 15 agosto. Biglietti: Intero euro 5, ridotto euro 4, ridotto speciale euro 3,50.

La Spezia - Sono esposti una quarantina di lavori su tela, carta e linoleum realizzati dal 1961 al 2000, tutti provenienti dall’Archivio Aldo Mondino e da un selezionato gruppo di prestatori. Dai dipinti degli esordi, passando per i “Quadri a quadretti” e le finte incisioni, si giunge ai linoleum, che hanno reso l’artista popolare anche presso il grande pubblico. Ulteriori info sul sito web del CAMeC.

La Spezia - Aldo Mondino ha sempre pensato e vissuto da pittore. La sua miopia nei confronti del dato reale è diventata, negli anni, uno strumento per conoscere il mondo a proprio modo, senza eternarsi in uno stile ripetitivo. Con lui, già all’inizio degli anni Sessanta, si sono superate le barriere tra pittura e concettuale, tanto che nessuno è mai riuscito a chiudere il suo lavoro in una precisa definizione.

Nel periodo della formazione, tra la fine degli anni Cinquanta e i primi Sessanta, in piena crisi dell’Informale, il giovane Mondino aderisce ad un Surrealismo gestuale, frenetico e popolato di segni e immagini che richiamano le opere di Matta, Lam e Tancredi. Studia incisione a Parigi da Stanley William Hayter, nel cui atelier lavoravano anche Picasso, Chagall, Giacometti, Pollock e molti altri grandi artisti dell’epoca.

Approfondisce in seguito il mosaico con Severini perché la tecnica per lui è una regola da conoscere e poi reinventare con soluzioni originali. L’idea della grafica che si fa pittura e viceversa lo conduce negli anni ad un percorso unico nel suo genere. Non vuole annullare la pittura, la vuole riscattare, anche se ne comprende la crisi postInformale. Nel milieu artistico del tempo, cerca di comprendere le molteplici direzioni che si aprono ai cambiamenti sociali, economici e culturali di quegli anni veloci e affollati di uomini e idee.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 17/09/2019 alle ore 00:30.

Potrebbe interessarti anche: La strada, la lotta e l'amore: in mostra le foto di Letizia Battaglia, D'Amico e Lucas, La Spezia, fino al 13 ottobre 2019 , My way to Italy. Una storia alla Spezia, la mostra di Aidyn Zeinalov , La Spezia, fino al 22 settembre 2019 , I colori di Gea, mostra di Maria Capellini tra arte ed ecologia, La Spezia, fino al 29 settembre 2019 , Claudio Papola. Uomo del mio tempo, mostra a cura di Giovanna Riu, La Spezia, fino al 17 novembre 2019

Scopri cosa fare oggi a La Spezia consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a La Spezia.