Concerti La Spezia Lunedì 29 aprile 2013

Musica e suoni. Sarzana cittadella delle 7 note

di

Genova - È l’inaugurazione della mostra La musica lascia il segno, dedicata all’evoluzione della scrittura musicale occidentale (interventi musicali a cura del Gruppo Maderna diretto da Alessio Bacci, del musicologo Renzo Cresti e del compositore Andrea Nicoli) ad aprire ufficialmente sabato 4 maggio, ore 17.30 alla fortezza Firmafede, la tredicesima edizione di Musica e Suoni, manifestazione ideata e curata da Stefania Nardi (presidente dell’associazione Amici della Musica e coordinatrice dell’ accademia musicale A.Bianchi di
Sarzana) in collaborazione con il Comune di Sarzana.
Il festival si svolge alla fortezza Firmafede per tutta la settimana fino a domenica 12 maggio.

Per gli spettacoli dedicati alla scuole dell’infanzia e primarie appuntamento la mattina a cominciare da lunedì 6 maggio con la fiaba musicale L’Arpa di Brandiswhiere a cura della classe di arpa di Lisetta Rossi del conservatorio G.Puccini della Spezia in collaborazione con la classe di arpa di Alessandra Penitenti del Conservatorio A.Steffani di Castelfranco Veneto, per orchestra d’arpe, flauto, violino, percussioni e voce recitante, e con la partecipazione dei ballerini della Scuola di Danza 4°movimento di Sarzana.
Martedì 7 il TerzoAtto di Teresin nel paese dei bugiardi, presentato dal Teatrino di Pedro Benje con Fabrizia Giannini, Cristina Alioto e Mauro Avanzini; mercoledì 8 è la volta di Naso d’argento, proposto dall’Associazione Strade Varie, di e con Soledad Nicolazzi.

Eventi anche nel pomeriggio, dalle lezioni aperte di strumento a cura del Conservatorio G.Puccini della Spezia e dell’Accademia “Bianchi” stessa, a laboratori creativi per bambini dai 4 ai 10 anni (preceduti dalla merenda equo-solidale), al laboratorio di formazione per docenti della scuola dell’obbligo, in programma giovedì 9 maggio a partire dalle ore 16.30. Il laboratorio di formazione, dal titolo La Musica è un sostegno – il
sostegno con la Musica ha come tema la correlazione tra la musica e la disabilità ed è tenuto da Katia Cecchinelli e Giovanna Rossi.

Da giovedì 9 a sabato 11 maggio, giornate dedicate alla settima Rassegna Musica Insieme, proposta in collaborazione con la Scuola Media “Poggi-Carducci” di Sarzana che vede la partecipazione delle scuole primarie/secondarie musicali e scuole di musica limitrofe.
Domenica 12 presentazione del seminario Il Jazz non è così difficile, ovvero quali mezzi occorre avere come ascoltatori o esecutori, per avvicinarsi a questo importante stile musicale. Il seminario è rivolto a docenti ed allievi di strumento, ed è tenuto dal pianista e batterista Luigi Bonafede, esponente di spicco del jazz italiano, che vanta collaborazioni importantissime con musicisti italiani e stranieri.

Nell’arco di tutta la settimana ci sono diverse formazioni di assieme che si esibiscono in concerto: Il Dipartimento Fiati (guidato da Alessio Bacci) del Conservatorio G.Puccini della Spezia con l’Orchestra di Fiati e l’Ensemble di Sax, la scuola di chitarra metodo Suzuki, coordinata da Maria Grazia Citterio con la sua Orchestra di Chitarre, l’Accademia Bianchi con il laboratorio di Musica Moderna “Johnny and the Moondogs” coordinato da Fabio Vanello, l’Orchestra Junior e l’Orchestra Giovanile “Vallata del Magra”, guidate da Elisa Cantoni. E ancora, i gruppi di musica moderna del Liceo classico e scientifico “T.Parentucelli” di Sarzana, così come è ospite del Festival, domenica 12, l’Orchestra “Ochitamb” di Budrio, costituita da 25 giovani musicisti in un ensemble formato da chitarre, percussioni e ocarine.

Oltre alle pagine musicali vengono allestiti tre spazi dedicati a mostre d’arte. La prima è La Musica lascia il segno, percorso sulla notazione musicale in occidente dall’antichità ai giorni nostri. La mostra, curata da Maurizio Arena, Jacopo Simoncini ed Ilaria Zolesi, vuol
contribuire – a fini soprattutto didattici – a far conoscere come è cambiata nel tempo la capacità dell’uomo di comunicare la sua esperienza della musica. Saranno esposte più di 30 tavole, con pagine di musica che, dal primo esempio di scrittura musicale ad oggi conosciuto (l’Epitaffio di Sicilo) sino alle pagine di musica contemporanea, che diventano vere e proprie opere visive oltreché sonore, conducono i visitatori nella conoscenza di un percorso dedicato alla scrittura musicale, offrendo veramente molti spunti di riflessione, di conoscenza e di cultura;

Poi ci sono la mostra-mercato di strumenti etnici Una finestra sonora sul mondo, a cura della Bottega Solidale di Sarzana, con esposizione di strumenti etnici provenienti da ogni parte del mondo e lo Spazio Martenot, mostra-presentazione del metodo Martenot per l’insegnamento dell’arte nato in Francia negli anni ’30 per volontà di Ginette Martenot. La mostra e la presentazione del metodo sono a cura di Irene Scaravella.

Sono previsti anche momenti collaterali esterni alla Cittadella, con interventi di letture in musica, conferenze su temi musicali, presentazione delle mostre con accompagnamenti musicali negli spazi culturali del centro storico.

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Le ereditiere Di Marcelo Martinessi Drammatico Paraguay, Germania, Uruguay, Brasile, Norvegia, Francia, 2018 Chela e Chiquita, entrambe discendenti da famiglie agiate, convivono da oltre trent’anni. Dopo un tracollo finanziario, sono costrette a vendere un po’ alla volta i beni ereditati. Quando Chiquita viene arrestata con un’accusa di frode, Chela è... Guarda la scheda del film