Concerti La Spezia Lunedì 25 giugno 2001

Dieci anni con Sconfinando

Dieci candeline, per festeggiare il Festival Internazionale di Musica e Suoni dal Mondo, Sconfinando che, in questo suo decimo compleanno, riafferma l’originale spirito di ospitalità verso musiche tradizionali e etniche,valorizzandole e rappresentandole nella loro evoluzione e contaminazione.
Dieci gli ospiti di questa edizione 200, che prevede artisti indiani, libanesi, croati, sloveni e ovviamente anche italiani.
E dieci infine – dieci mila lire - il costo del biglietto per l’ingresso ai concerti nella Cittadella Firmafede (centro storico), mentre è gratuito l’ingresso per gli appuntamenti in Piazza Matteotti (centro storico).

La Festa comincia (13.07) con uno spettacolo di Teatro Musica: Sgt. Pepper & Mr. Milles di Giuseppe Cederna attore, viaggiatore, nonché celebre interprete del cinema italiano. Per l’occasione, l’artista, insieme a un musicista, reinventa alcuni testi di canzoni rock/pop di famosi autori quali Nick Cave, Bob Dylan, Fabrizio De André e soprattutto Tom Waits. L’idea è di raccontare storie e personaggi anche molto diversi e lontani tra loro che, grazie agli strumenti drammaturgici e alla musica, finiscono per diventare un’unica grande storia per voce corpo pianoforte e chitarra elettrica.

La seconda serata (14.07) accoglie Shalil Shankar virtuoso del sitar e allievo prediletto del Maestro Pandit Ravi Shankar , con cui Shalil ha trascorso dieci anni, raggiungendo livelli altissimi di conoscenza tecnica e interpretativa (il film Raga di George Harrison mostra la cerimonia di accetazione di Shalil come discepolo). Per Shalil la musica va oltre il puro piacere dell’ascolto: “l’arte per me è adorazione”,.

La terza serata (15.07 - a ingresso gratuito), ospita Carlo Faiello del gruppo Nuova Compagnia di Canto Popolare, che presenta Tamurriata Remix: un progetto musicale teso al recupero e alla rielaborazione di ritmi tradizionali (soprattutto attraverso il tamburo) che celebrano la danza come espressione primitiva del corpo (con Giovanni Coffarelli del gruppo La Paranza Di Somma Vesuviana).
Alle 22.30 prende possesso del palco Amiré una compagnia di musica salentina, con un progetto musicale che affonda le sue radici nel “Canzoniere di Terra d’Otranto”, ovvero musicisti e ricercatori che ripresentano il vasto patrimonio musicale talentino. In chiusura i due gruppi, di prima e seconda serata, si incontrano sul palco per una Final Session, …quando la Tamorra incontra la Pizzica.

Dopo la breve pausa di una serata, il 17.07 è protagonista di Sconfinando Gabin Dabirè, originario del Burkina Faso, fin da giovane si è avvicinato alla musica europea alternativa, collaborando nel corso degli anni con vari musicisti italiani ed europei.

Il 18.07 doppio appuntamento. Alle 21.30 con la flautista e compositrice polese Tamara Obrovac, famosa tra i jazzisti per la sua abilità nel creare un felice incontro tra musica popolare istriana e musica afroamericana. Ad accompagnarla Transhistria Ensemble orginale proposta del panorama musicale croato. Ospite il sassofonista e compositore Enzo Favata.
Segue, alle 22.30, Gracias a la vida un omaggio a Violetta Parra: interpretazione vocale delle canzoni della musicista, pittrice e poetessa cilena di Anna Maria Castelli e Nicola Toscano. A chiusura della serata tutti gli artisti sul palco.

Il 19.07 in esclusiva per Sconfinando, il quintetto jazz di Enzo Favata e il gruppo vocale della tradizione della Sardegna Tenores Di Bitti. Il felice connubio nasce nel solco di un percorso collaudato di interazione tra le differenze etno-musicali della Sardegna.

Il 20.7 unica data italiana del grande musicista e compositore, Rabih Abou-Khalil. Originario di Beirut e emigrato in Germania, traccia un confronto tra musica classica europea e musica tradizionale araba, operando sulle divergenze e aprendo nuove vie alla musica strumentale.

E, per finire, il 21.7, grande Festa di chiusura: canti, musiche, danze sacre e arti marziali dall’India con Milon Mela e La Festa degli Incontri. Una parata che attraversa le vie del centro storico di Sarzana, da P.zza Matteotti fino alla Cittadella Firmafede. La melodia dello shenaj, (piffero indiano), darà il via al percorso: in testa i musicisti Baul e gli acrobati Chhau. I quattordici artisti e maestri di diverse discipline ed etnie dell’India concluderanno la Festa con una danza del fuoco acrobatica che presenterà storie e miti con maschere provenienti dall’India.

Per chi va di fretta, ecco in sintesi il Leggi l'articolo

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Venom Di Ruben Fleischer Azione U.S.A., 2018 Venom, il protettore letale, uno dei personaggi Marvel più enigmatici, complessi e tosti arriva sul grande schermo. Guarda la scheda del film