Weekend La Spezia Martedì 7 agosto 2007

Un festival all'aria aperta alle 5 Terre

Genova - Il suo nome tradisce subito la sua principale peculiarità: si chiama Aria, Festival internazionale di spettacolo per luoghi pubblici. Non conosce luoghi chiusi. Ha strade, piazze, giardini, parchi e spiagge come location e attori, filosofi, ma anche funamboli, clown e giocolieri come protagonisti. È alla prima edizione e alla sua terza tappa, dopo il successo delle prime due all’Andersen Festival di Sestri Levante, a maggio, e al PalmAria Festival nell’omonima isola a luglio.

Ideato da Artificio23, gruppo di giovani spezzini e genovesi, Aria Festival nasce come progetto itinerante sotto la direzione artistica di Leonardo Piaschedda. «L'idea è di trasformare territori suggestivi in palcoscenici per performance artistiche altrettanto stimolanti», sottolinea Claudia Franco, responsabile stampa dell’evento «dando vita a uno spettacolo in cui arte e ambiente si fondono e si confondono».

Questa volta sarà il Parco Nazionale delle Cinque Terre, con i suoi 12 km di costa, le sue piazze e i suoi carruggi a fare da sfondo a acrobazie circensi, installazioni e landscape art.
Dal 9 al 12 agosto, da Riomaggiore a Monterosso, passando per Manarola, Corniglia e Vernazza, carovane di artisti di strada condurranno il pubblico alla scoperta dei 5 borghi, svelandone anche gli angoli più nascosti, come la Torre Guardiola di Riomaggiore e l’ex convento dei Frati di Vernazza.
Novità della terza tappa del festival sono i viaggi dell’altrove: camminate lungo i sentieri del Parco, tra il mare e la macchia, sotto la guida dello scrittore Maurizio Maggiani, esperto conoscitore della sua terra, la Liguria, e del padre del punk italiano Giovanni Lindo Ferretti.

Tornano anche i progetti speciali, con Contrabbando, della compagnia francese di danzatori e artisti circensi Cahin-Caha e En chantillon di Vernazza, spettacolo fatto di video proiezioni, apparizioni e visioni del Group Zur, del teatro site specific.

Musica, narrazioni, mescolanze di forme d’arte, dall’enfant terrible della clowneria contemporanea, Chris Lynam, alla cantante d’opera Kate Mc Kenzie, fino al ritmo travolgente degli acrobati Afro Jungle Jeegs e alle riflessioni sul conformismo mediatico del buffone-filosofo Leo Bassi.
Il tutto per un Festival on the road, fatto di proiezioni, installazioni, recite cantate e ballate, immersi in uno scenario con pochi eguali, quando poi, alzando gli occhi al cielo stellato appare una figura sospesa a 30 metri da terra: il funambolo francese Ramon Kelvin Jr, filo conduttore dei tre appuntamenti di Aria.

Lemonita: l’ultimo prodotto made in 5 Terre
Sarà presentata mercoledì 8 agosto alla Spezia la nuova bevanda del Parco delle Cinque Terre: lemonita. Limoni da coltivazione biologica, piante recuperate da terre incolte gli ingredienti base di questo prodotto. Metodi di lavorazione non invasivi, nessuna sostanza artificiale, per una bevanda naturale. Base per granite, sorbetti e creme per torte e dessert, Lemonita è l'ultima trovata per valorizzare il grande patrimonio delle terre del Parco. Il prodotto verrà distribuito lungo i sentieri dei cinque borghi in appositi distributori, uno anche lungo la Via dell’Amore, da Riomaggiore a Manarola.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

The children act Il verdetto Di Richard Eyre Drammatico 2017 Giudice dell'Alta Corte britannica, Fiona Maye è specializzata in diritto di famiglia. Diligente e persuasa di fare sempre la cosa giusta, in tribunale come nella vita, deve decidere del destino di Adam Henry, un diciassettenne testimone di Geova... Guarda la scheda del film