Weekend La Spezia Mercoledì 12 gennaio 2005

Quella chiesa appesa alle rocce

Ecco uno di quei posti che ha davvero qualcosa di magico. È quasi miracoloso che questo scenario si sia conservato così bene negli ultimi 700 anni, momento della sua espansione. Chi fosse arrivato a Portovenere a quell’epoca avrebbe infatti trovato la stessa chiesa, il castello e il piccolo borgo attaccato al mare, all’epoca avamposto e roccaforte militare di Genova. Secoli dopo, precisamente nel 2001, anche grazie all’impulso delle confinanti Cinque Terre, quest’area è diventata . Ma è un’area protetta insolita, questa, solo pochi ettari di coste dalle quali l’uomo è sempre stato attratto, senza mai prendere il sopravvento sulla natura.

Il territorio tutelato è ridottissimo: si tratta, in pratica, di uno stretto tratto di costa, caratterizzato dall’alta falesia del Muzzerone, il paesino di Portovenere ed un arcipelago con tre piccole isole, Palmaria, quella più grande di fronte al paese, e il Tino e Tinetto. In totale sono meno di 300 ettari, che però sanno offrire grandi soddisfazioni ai visitatori, grazie al clima mite e soleggiato in ogni stagione.

Ci sono tanti modi per gustarsi il Parco di Portovenere. Senz’altro però, il più consono in questo momento dell’anno, con giornate corte e non sempre tiepide, è limitarsi ad un giro della scogliera e del paesino, riservando il lungo periplo dell’isola Palmaria o le passeggiate verso le Cinque Terre alle giornate primaverili.

Tappa assolutamente d’obbligo, dopo quattro passi nel paese, la pittoresca Chiesa di San Pietro, uno dei più antichi e suggestivi luoghi di culto della Liguria. L’edificio attuale, risalente al XIII secolo ma più volte ristrutturato, con la caratteristica struttura a fasce bianche e nere in stile gotico genovese, venne innalzato sulle rovine di un luogo di culto paleocristiano, a sua volta eretto su un tempio romano dedicato a Venere, al quale si dovrebbe il nome di “Porto Venere”. Lo scenario da il meglio di sé nel pomeriggio quando, sostando sul belvedere sopra la chiesa, si vede il sole illuminare l’alta scogliera sulla destra.

Sopra questa bianca falesia, detta del Muzzerone, si trova il Castello Doria, fatto costruire dai genovesi nel XII secolo a difesa della penisola, in posizione di assoluto dominio sul mare. Un piccolo sentiero consente di passare lungo la falesia e risalire fino al castello in meno di 20 minuti. Da qui potete vedervi il tramonto e poi scendere nuovamente in paese, nella piazzetta centrale, prendendo il sentierino che passa alla sinistra del forte.

Per raggiungere Portovenere si esce a La Spezia sull’autostrada Genova-Livorno e si seguono le indicazioni per il borgo. Da Genova ci vorrà circa un’ora di automobile. Un'alternativa è raggiungere La Spezia in treno e prendere una delle frequenti corriere per Portovenere, che partono ogni mezz’ora dalla stazione.

Nella foto sopra la Chiesa di San Pietro e, sotto, il borgo di Portovenere

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Ant-Man and the wasp Di Peyton Reed Azione U.S.A., Regno Unito, 2018 Scott Lang deve affrontare le conseguenze delle proprie scelte sia come supereroe sia come padre. Mentre è impegnato a gestire la sua vita familiare e le sue responsabilità come Ant-Man, si vede assegnare una nuova e urgente missione da... Guarda la scheda del film