«La nostra serata cover? In giro per i vicoli»: il Festival di Sanremo non finisce per gli Eugenio in via di Gioia - Imperia

«La nostra serata cover? In giro per i vicoli»: il Festival di Sanremo non finisce per gli Eugenio in via di Gioia

Musica Imperia Giovedì 6 febbraio 2020

© Alessandra Chiappori

Imperia - Fuori dal Festival di Sanremo nei primi dieci minuti della prima puntata: sembra uno Tsunami che travolge e porta via i sogni quello che ha caratterizzato la performance dei torinesi Eugenio in via di gioia sul Palco dell’Ariston. In una sfida duello con Tecla, infatti, i quattro musicisti con la loro canzone Tsunami hanno perso il match, finendo di fatto fuori da ogni gara, e rinunciando così anche alla possibilità di nuove esibizioni.

Eppure di carica da vendere, di entusiasmo e di savoir faire da performer navigati gli Eugenio in via di Gioia ne hanno in quantità, e lo hanno raccontato e mostrato in sala stampa ai giornalisti improvvisando una versione unplugged del brano che ha fatto ballare tutti. Non è un caso dunque che il loro pezzo, ormai fuori dai giochi sanremesi, sia tra più ascoltati secondo la classifica EarOne.

«Riguardandoci ci siamo resi conto della performance e crediamo di aver segnato un record – commentano così gli Eugenio la loro prima e ultima esibizione tra adrenalina e un po’ di amarezza per il risultato decretato dalla giuria demoscopica – vi invitiamo ad andare a cercare chi ha avuto la stessa velocità di uscita da Sanremo che abbiamo avuto noi!»

Dopo un cubo di Rubick risolto in diretta durante un brano al Concerto del 1 maggio 2019, gli Eugenio in via di gioia potrebbero restare nella storia per essere il gruppo che ha passato meno tempo sul palco dell’Ariston. «Guardando indietro, forse la scelta di partecipare al Festival come artisti giovani, in una sezione dove band e cantanti sono messi a confronto in una competizione uno a uno, non ci è congeniale – ha commentato Eugenio Cesaro, band leader – il nostro percorso è sempre stato costruire le cose un po’ per volta e farci conoscere attraverso qualcosa di più simile a un viaggio di Ulisse che a una scappatella estiva».

Il progetto che li accompagna si affianca però a un nuovo disco, Tsunami (Forse Vi Ricorderete Di Noi Per Canzoni Come) e a un tour in partenza con nuove date a marzo 2020 tra cui quella del Teatro Concordia di Venaria.

«Non c’è qualcosa su cui non siamo convinti – commentano ancora il brano sanremese – ci siamo rivisti e nemmeno alle prove il brano era venuto così bene, mentre suonavamo ci eravamo accorti che era bello carico, anche l’orchestra». Una carica che, si augura la band, sia arrivata anche al pubblico. «È il nostro modo di essere – conferma Paolo Di Gioia – siamo partiti dalle strade di Torino, dove eravamo noi 4 e avevamo davanti una persona sola. Dopo sette anni abbiamo radunato migliaia di persone a Torino, Milano, Roma: stiamo crescendo scalino dopo scalino». Un successo celebrato anche dai social, dove gli Eugenio in via di gioia stanno ricevendo l’abbraccio dei fan.

«La tappa sanremese ci porterà a ridefinire alcuni nostri pensieri per ripartire e lavorare sulla musica e la comunicazione – spiegano – è uno dei temi che trattiamo nel brano, dove si parla di esposizione mediatica, uno tsunami che è anche un evento climatico estremo, una catastrofe naturale di quelle che abbiamo visto aumentare in Italia, che ci travolgono e saranno sempre maggiori e sempre più frequenti. Dovremo fare i conti con la natura e la percezione che abbiamo di noi stessi e delle notizie che ci circondano facendoci sentire impotenti, è un effetto sulle nostre teste».

Temi attuali, nella musica degli Eugenio in via di gioia, che oltre a raccontare del divertente episodio che li ha visti protagonisti su un treno Roma-Torino bloccato per la neve, dove hanno intrattenuto e divertito il pubblico insieme a un involontario Gigi Marzullo, si battono anche per l’ambiente, elemento che caratterizza il loro impegno da anni. Protagonisti di tante iniziative a sostegno dell’ambiente, tra cui i Fridays for Future a Torino (dove alcune delle loro canzoni sono diventate sorte di inni della protesta) e una piattaforma – Lettera al prossimo – creata per dare il via a una campagna crowdfunding e ripiantare un’intera foresta in Trentino, spazzata via dal ciclone Vaia del 2018. «L’azione attivata dai Fridays for future deve continuare e diventare qualcosa di più – dicono – il nostro brano vuole sensibilizzare, e invitare a mettersi in ballo, che è diverso da ballare: è lì che si realizza davvero lo tsunami positivo di cui parliamo, una collettività che prende coscienza singolarmente dei problemi, dove ogni goccia determina una scelta globale».

Nonostante l’uscita prematura dal Festival di Sanremo, gli Eugenio in via di gioia non andranno ancora via da Sanremo e dopo essere sbarcati in bicicletta attraversando la pista ciclabile del ponente ligure, avranno ancora di che esplorare la Città dei fiori. Sarà un’anticipazione della serata cover quella che faranno infatti in giro per i vicoli della città giovedì 6 febbraio, con diversi ospiti tra cui Luca Barbarossa. «Proveremo a inventarci qualcosa – svelano – saremo qui attivi fino a sabato e poi torneremo così come siamo arrivati, magari in bici».

Appuntamento dalle 18.30 intorno al Teatro Ariston: tanti i brani in programma, tra cui l’intramontabile Una ragazza in due, dei Giganti, e una collaborazione con Luca Barbarossa. Non mancherà certamente qualche brano della band, che nel nuovo album uscito il 31 gennaio ha raccolto le canzoni che dal 2013, l’esordio, a oggi più rappresentano il prorpio percorso . Un percorso che passa anche da Sanremo, perché, come dicono loro stessi in Ho perso, «È stato motivante aver partecipato».

Mentelocale.it indica in modo indipendente alcuni link di prodotti e servizi che si possono acquistare online. In questo testo potrebbero comparire link a siti con cui mentelocale.it ha un’affiliazione, che consente all'azienda di ricavare una piccola percentuale dalle vendite, senza variazione dei prezzi per l'utente.

Scopri cosa fare oggi a Imperia consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Imperia.