Concerti Imperia Martedì 24 settembre 2013

Premio Tenco 2013, spalmato e abbattuto

Cui Jian

Genova - Il Tenco 2013 è spalmato e abbattuto. Sì, spalmato, nel senso che per la prima volta, giunto alla sua trentasettesima edizione, la gloriosa rassegna abbandona del tutto il teatro Ariston, dove si è svolto dal 1974. I concerti delle 4 serate (2-5 ottobre, a partire dalle 21), si tengono nel teatro del Casino, mentre i tanti appuntamenti collaterali sono sparpagliati fra il Museo civico, la biblioteca comunale e il palazzo Gentile-Spinola, nella città vècchia (qui il programma completo).

«Abbandonare l'Ariston non è stato facile - spiega il Club Tenco - ma quest'anno sussistevano inaggirabili questioni di cassa». La rassegna, infatti, si svolge grazie al contributo del Comune di Sanremo (60mila euro netti, cioè 6mila meno dell'anno scorso) e della Siae (40mila), cui va aggiunto qualche sponsor tecnico. «Rimanere all'Ariston - spiegano ancora - avrebbe comportato spese troppo ingenti. Per la stessa ragione, anche quest'anno, come già nel 2012, le Targhe Tenco non si assegnano contestualmente alla manifestazione. Una serata Targhe, infatti, costa dai 50mila ai 70mila euro e, dati i fondi a disposizione, non è neppure pensabile. E peraltro le targhe hanno un rilievo mediatico (sic), ma sono i Premi Tenco ad avere autentico rilievo culturale».

Ma allora, vi starete con buona ragione chiedendo, perché mai il Tenco è abbattuto? In fondo, quest'anno c'è una sera in più del solito, si esibiscono 20 fra artisti italiani e stranieri, si bevono vini veneti grazie al Consorzio tutela vino Bardolino doc. Vero, e l'abbattimento è infatti quello di molte spese. Un esempio per tutti. La celebre rock star cinese Cui Jian, per la prima volta in Italia e in data unica europea, arriva dalla Cina e vi torna a spese dell'Istituto di cultura italiano a Pechino. Allo stesso modo, i maestri albanesi della Fanfara Tirana si pagheranno il viaggio, pur di suonare al Tenco.

L'arretramento alla prima settimana di ottobre, simile a quanto successe nel 1983, ha consentito accordi con gli albergatori, che devono esser venuti incontro all'organizzazione per l'alloggiamento di artisti e seguito.
Agli abbattimenti necessari resiste, anche quest'anno, il tradizionale dopoteatro, che quest'anno si svolge al Palafiori e a cui, come negli ultimi anni, si accede a pagamento. Anche la notte del 30 agosto 1980 il dopoteatro non si svolse dentro l'Ariston. Esso si tenne infatti a Bussana di Sanremo, presso un noto ristorante-pizzeria, e vi ebbero accesso una trentina di invitati da Amilcare Rambaldi stesso. Fra loro, Atahualpa Yupanqui, Premio Tenco 1980 e reduce da un'esibizione leggendaria, Paolo Conte, Flaco Biondini, Jimmy Villotti e pochi altri meritevoli. Ma, come cantava Mercedes Sosa (Premio Tenco 1999), todo cambia, e quindi anche la Rassegna Tenco.

Per quanto, infine, riguarda il cast, mentelocale lo ha già illustrato per filo e per segno. Se qualcuno fra di voi ha perplessità di quale si voglia genere, al Club conoscono la risposta: la Rassegna della canzone d'autore Luigi Tenco non è un promoter o un'agenzia, ma un club che promuove cultura. La trentasettesima edizione ne è la migliore testimonianza.

Potrebbe interessarti anche: , Campofestival: musica dalle aree celtiche, XXII edizione al Castello Spinola , Rovazzi: il nuovo video Faccio quello che voglio ambientato anche a Genova , Niente Festival Cresta 2018 ai Giardini Baltimora: «Nessuno ci ha detto nulla» , Villa Bombrini Estate V!va 2018: programma, concerti ed eventi , EstateSpettacolo 2018 al Porto Antico: programma, concerti ed eventi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

The End? L'inferno fuori Di Daniele Misischia Thriller 2017 Claudio è un importante uomo d'affari, cinico e narcisista. Una mattina, dopo essere rimasto imbottigliato nel traffico delle strade di Roma, arriva finalmente in ufficio nonostante il notevole ritardo, ma rimane bloccato da solo in ascensore a... Guarda la scheda del film