Weekend Imperia Mercoledì 3 luglio 2013

Ferrovia Cuneo-Nizza, il Fai si mobilita per salvarla

Una storica locomotiva a vapore si arrampica sulla linea Nizza-Cuneo

Genova - Quanta storia è passata per la Ferrovia della Val Roya, la linea che collega Cuneo con Nizza e Ventimiglia tagliando le Alpi Marittime lungo il confine tra Italia e Francia. Capolavoro dell'ingegneria fin de siècle che rischia di chiudere per sempre.
Definita un ramo secco dai vertici di Trenitalia in una recente inchiesta di Off the Report, i fondi per mantenerla in vita sono sempre meno: alti costi di gestione e ristrutturazioni necessarie e non più procrastinabili rendono la Cuneo-Ventimiglia - al pari di tante linee regionali già soppresse - una partita economicamente poco remunerativa per le Ferrovie.

Eppure i 97 chilometri della Ferrovia della Val Roya rappresentano un monumento della storia (il progetto, del 1853, nacque quando su Nizza e Piemonte batteva la bandiera sabauda) e  una necessità per i pendolari transfrontalieri della vallata.
E, in tempi di crisi, potrebbero diventare una risorsa per il turismo: già oggi, grazie al Trenino della neve, la linea collega la riviera con gli impianti sciistici di Limone Piemonte. Ma organizzandola a dovere, la suggestione di un viaggio aggrappati alla roccia lungo le Alpi potrebbe replicare il successo dei tanti treni di montagna che fanno della Svizzera una meta ambita per questo tipo di turismo.

Così, perché la linea Nizza-Cuneo non diventi un ramo secco, sabato 6 luglio alle 16.30 a Tenda, in territorio francese, il Fondo per l'Ambiente Italiano (FAI) riunisce le istituzioni italiane e francesi per la salvaguardia della ferrovia della Val Roya.
Appuntamento alle 15,30 a Ventimiglia
dove un trenino Minuetto sarà riservato al FAI per giungere in un’ora a Tenda e toccare con mano la tratta (info: 0183 497162 o 349 4232517).

Alle 16.30 il Cinema Le Bego di Tenda ospiterà l'incontro-dibattito La ferrovia del Roya. Diamo un futuro al nostro passato: alla presenza di Andrea Fustinoni, presidente FAI Liguria, di Sergio Conti, presidente FAI Piemonte, delle autorità interregionali e transfrontaliere con l’organizzazione delle delegazioni FAI di Imperia e di Cuneo, ci si confronterà su un’infrastruttura specchio di una società e della sua storia. Sarà anche l’occasione per presentare il progetto FAI - Una cartolina per salvare la Ferrovia della Val Roja. La prima cartolina, sarà spedita al ministro dei Trasporti Maurizio Lupi.

Al termine dell'incontro, ci si ritroverà in piazza per brindare alla Cuneo-Ventimiglia. Rientro a Ventimiglia partendo da Tenda alle 19.30.

 «Siamo soddisfatti che che la mobilitazione degli ultimi mesi abbia permesso il configurarsi di una nuova volontà pro-ferrovia a livello delle Istituzioni Regionali e che tale collegamento non venga più considerato un “ramo secco”- dichiara Andrea Fustinoni, presidente regionale FAI Liguria - Ora è però il momento di affrontare il tema spinoso dei finanziamenti e della convenzione del 1970. Sono gli Stati che devono concordare soluzioni. L’incontro organizzato dal FAI sabato 6 luglio a Tenda, che culminerà nel rivolgere direttamente al Ministro dei trasporti italiano la nostra petizione va nel vivo del problema così come si pone oggi».

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Klimt & Schiele Eros e Psiche Di Michele Mally Documentario 2018 Riporta la data "1900" la pubblicazione de "L'interpretazione dei sogni" di Freud, libro terminato l'anno prima, ma che l'autore voleva segnalare come passaggio del nuovo secolo: quella nuova era in cui la psiche umana, finalmente studiata e risvegliata,... Guarda la scheda del film