Concerti Imperia Martedì 19 febbraio 2013

Vacchino: «Il Festival è Ariston e Sanremo. Assurdo farlo altrove»

Genova - «L'Ariston rispetto al Festival? È come i meccanici rispetto a una monoposto di Formula 1. Alla fine della gara, sono naturalmente sporchi e malconci ma, se è andata bene, non gliene importa niente. Il Festival è davvero una monoposto, e noi dell'Ariston siamo i suoi meccanici».
La metafora è di Andrea Vacchino, economista 29enne e uomo Ariston della terza generazione. Egli è infatti nipote di Aristide, il fondatore, e figlio di Walter, titolare in capo.

Vacchino, qual è, in concreto, l'apporto dell'Ariston al Festival?
«A noi tocca di fornire gli spazi per la manifestazione: cioè intanto la sala dove si svolge la gara, poi tre piani di uffici per i dipendenti Rai, la sala stampa e i camerini».

E qual è l'impegno in termini di uomini?
«Durante il Festival, l'Ariston fornisce tra 150 e 180 persone, comprendendo i servizi esternalizzati».

Da quanto tempo lei lavora al Festival?
«A pieno regime, cioè restando in teatro dal mattino fino a notte, dal 2010».

E che cosa l'ha colpita di più, in questi cinque Festival?
«La concentrazione di tutti coloro i quali lavorano, siano sul palco o no, per la buona riuscita delle ore di trasmissione. Quest'anno sono state 19: dal 2 gennaio fino alle prime ore del 17 febbraio tutti hanno cooperato perché andasse in onda il migliore dei prodotti possibili».

E prima d'essere parte della macchina, quando cioè era bambino o ragazzo, che ricordi ha?
«Difficile da dire. Certo, quando nel 1995 Madonna cantò Take a bow, mi venne da pensare: ma come, ho Madonna a casa mia. Ero, per l'appunto, un ragazzino».

Vacchino, quanto durerà ancora il Festival di Sanremo?
«Il Festival è da tempo entrato nella coscienza collettiva, è passato di generazione in generazione. Non credo sia destinato a finire tanto presto».

E perché il Festival non può svolgersi se non a Sanremo e all'Ariston?
«È una questione di autenticità. Niente vieta di spostare la manifestazione, che so, a Brescia. Il primo anno magari ottiene buoni ascolti, per via della novità: ma al secondo, lo spettatore può domandarsi: ma che cosa sto guardando? Il Festival nasce a Sanremo, è all'Ariston da 36 anni, non ha senso trasferirlo altrove».

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

A-X-L Un'amicizia extraordinaria Di Oliver Daly Azione 2018 Sullo sfondo dei classici film per famiglie degli anni '80, un'avventura, quella di un ciclista adolescente, Miles, che si imbatte in un cane militare robotizzato, chiamato A.X.L. Dotato di intelligenza artificiale di nuova generazione ma con il cuore... Guarda la scheda del film