Weekend Imperia Venerdì 15 febbraio 2013

Floranga 2013 a Ospedaletti il 6 e 7 aprile

Altre foto

Genova - Sabato 6 e domenica 7 aprile a Ospedaletti si svolge la seconda edizione di Floranga, la manifestazione floricola per i produttori della provincia di Imperia di cui mentelocale.it è mediapartner: l'appuntamento è presso locali dell'ex Scalo Merci.

Aspettando il primo weekend di aprile, gli organizzatori di Floranga hanno lanciato l'iniziativa Aspettando Floranga: ogni settimana fino al 6 aprile sulla pagina Facebook e sul sito di Anga sono pubblicate le alcune immagini di fiori della scorsa edizione, commentate per l'occasione dalla scrittrice chiavarese Cristina Carbone, per stimolare emozioni e fantasia.
In questa pagina pubblichiamo quattro immagini e altrettante frasi evocative.

La ginestra

Duecento anni fa il Poeta ha cantato l’umiltà che mi induce a piegare il capo davanti alla lava rovesciata dal Vesuvio sui propri fianchi cui mi tengono legata le mie radici. Ma tra le ceneri e la pietra nera ci sono ancora oggi, ancora oggi consolo il deserto col mio profumo. Mi sono rialzata quando il fiume di fuoco è trascorso: mi ha salvato il sapermi piegare davanti a una forza che non posso controllare. L’umiltà è la mia forza, ad essa devo la mia sopravvivenza quando altre stirpi la loro superbia ha ucciso..

La campanula

Ho unito i miei fragili petali per formare un’unica corolla. Essa non è fragile. Resiste senza negarsi al vento che le alita attorno e offre riparo agli insetti che se ne nutrono. Il vento diffonderà lontano il mio polline, gli insetti se ne ricopriranno e lo depositeranno in altre corolle pronte ad accoglierlo. Altri fiori si schiuderanno dovunque facendo rivivere un po’ di me quando l’inverno mi avrà avvizzita e uccisa: ci sarà sempre un’altra primavera.

La bocca di leone

Perché mi hai dato questo nome? La bocca del leone uccide, sbrana, divora. Ma... è vero, sa anche carezzare delicatamente il corpicino dei cuccioli, sfiorare con tenerezza il muso della compagna. La ferocia del leone maschera la sua capacità di dolcezza, io di questa soltanto mi glorio. E ne riempio i vasi del tuo balcone, ne orlo le aiuole del tuo giardino, ne vesto i prati di tutti. Non strapparmi via insieme alle erbacce: se togli a me il diritto di fiorire, togli a tutti, anche a te, quello di vedermi brillare ogni giorno sotto il sole.

Muscari

Qualcuno mi dice cipollaccio: non è da tutti percepire la delicatezza del mio profumo. Ma tu che sei capace di vedermi sai che io sono ogni parte di me: il mio bulbo, il mio stelo, il mio fiore, il mio olezzo. Perciò avvicinati, odorami e guardami, guardami bene. Il mio esile stelo non basta a reggere il grappolo pesante dei fiori: mi è necessario un sostegno perché esso possa espandersi in tutta la sua gloria. Ognuno di noi fiori ha bisogno di altri per manifestarsi nella sua pienezza e schiudersi del tutto fino all’ultimo bocciolo. Tu che ci guardi e ci ammiri, forse credi di saper fiorire da solo?

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Il testimone invisibile Di Stefano Mordini Thriller 2018 Adriano Doria è "l'imprenditore dell'anno" nella nuova Milano da bere. Guida una BMW, porta al polso un Rolex vistoso, ha una moglie e una figlia adorabili e un'amante bella come Miss Italia. Ma ora si trova agli arresti domiciliari, accusato di... Guarda la scheda del film