Concerti Imperia Giovedì 6 dicembre 2012

Place to be: 'Rust' è il primo album della band ligure

di

Genova - Si intitola Rust il primo album dei Place To Be, band elettro-acustico nata nell'estremo ponente ligure e formata da Lucio Zacchia (voce), Emanuele Rossi (chitarra), Claudio Keyo Ognibene (beat e scratch) e Mariano Dapor (violoncello).
Di natura sperimentale e dal sapore rock con contaminazioni elettroniche, Rust è un lavoro che racchiude 11 pezzi inediti e una cover, Hard to handle di Otis Redding, completamente rivisitata.

Sick & happy, già presente in rete con un video realizzato da Mizukovideo e presentato a Venezia in occasione dell’inaugurazione del Sony-Ericsson Mobile Festival) è la prima traccia del disco. Segue Alone, dal carattere più strumentale e lirico. I got a noise nasce da un inciso di chitarra e si sviluppa con carattere rag fra soli strumentali e improvvisazioni.
Ideologia perversa
, unica traccia in italiano del disco, alterna strofe rap a cantabili sospesi e destabilizzanti. La quinta traccia, elettronica e tiratissima, si intitola Better. A questa segue, quasi in antitesi, una traccia completamente strumentale dove affiorano chitarra e violoncello in un dialogo intimo e pacato: si intitola Place to Be.

Rust, traccia che da nome all'album, si apre fondendo i suoni acustici del violoncello e l'elettronica più spinta. Press play again è una registrazione, quasi improvvisata, dell'inizio di Like a videogame, nona traccia. Seguono If you really knew me, la cover Hard to handle e Happy & sick, versione bossa nova di Sick & happy nella quale si sono inseriti amici del gruppo fra i quali Claudio Biancheri, Christian Merlo, Ramon Gabardi, Erica Accardi e Valeria Grani. Bonus track, nonché tredicesima traccia, The ballad of King Orpheus, colonna sonora originale su testo di Mauro Boselli a supporto del numero 140 del fumetto Dampyr della Sergio Bonelli editore e realizzato dal disegnatore Alessandro Scibilia.

Normal 0 14 L'album Rust è stato registrato e masterizzato presso lo studio Bomboclub Studio di Ventimiglia. Progetto grafico e foto a cura di Mizukovideo. Sia The ballad of King Orpheus, sia Sick and Happy sono disponibili per il download su iTunes.

I Place to Be sono:

Lucio Zacchia (voce)
Lucio è la voce dei Cave Rats (genere blues) nella prima metà degli anni '90; in seguito fa parte dei Do It, gruppo rock che si esibisce per lo più in Francia. A fine anni '90 fonda con altri quattro elementi gli Original Sin. Ormai lavora da tempo a due progetti principali: Soundpressure e Place To Be.

Emanuele Rossi (chitarra)
Chitarrista ventimigliese cofondatore dei Place To Be e dei Soundpressure. Ha all'attivo tre album; il primo con i Onehundredmillionpeople dal titolo Before getting old del 1999, poi con il gruppo Soundpressure The lights of the city die” del 2009 ed ora con i Place To Be l'album Rust.

Claudio Keyo Ognibene (beat e scratch)
Appassionato di Djing e Music Production fin da giovane età Claudio "Keyo" Ognibene comincia a produrre i beat dal profondo Sud Italia e, mettendoli a disposizione dei rapper siciliani Essekappa e Zinky, fonda i Nakrìa nel 2005, all'attivo 3 album. Trasferitosi nell'estremo ponente ligure per motivi lavorativi nel 2010 conosce ed entra a far parte, prima come ospite poi come componente fisso, dei Place To Be.

Mariano Dapor (violoncello)
Proviene dal mondo della musica classica e si appassiona a generi diversi partendo dal proprio strumento. Si reinventa sia come strumentista che come musicista per cogliere l'essenza di ogni genere musicale. Nel 2009 fonda insieme al contrabbassista Fabrizio Bruzzone i Cellobassmetal sperimentando nuovi linguaggi e contesti sonori. Si appassiona all'elettronica associata agli strumenti acustici. Diventa arrangiatore di gruppi come i Labyrinth o turnista per Timo Tolkki degli Stratovarius. È invitato a collaborare con il produttore Nitin Sawhneysia come violoncellista che come arrangiatore. Con il gruppo Place To Be ha maturato un legame umano e musicale che, pur nel differente background, fonderà passioni e porterà novità sulla scena musicale indipendente.

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Pupazzi senza gloria Di Brian Henson Azione, Commedia, Crimine U.S.A., 2018 Guarda la scheda del film