Concerti Imperia Lunedì 20 agosto 2001

Una serata a Imperia. Perché no?

Quando dico a qualcuno che vengo da Imperia immancabilmente questo mi chiede: "hai appeso il lenzuolo?", riferendosi alla contestazione al concittadino ministro Scajola. Oppure mi chiede: “e la sera che fai, vai in Francia?”, come se fosse implicito che a Imperia non c’è niente di interessante da fare. E invece no. Perché, ammesso si abbia intenzione di passarci solo una serata, c’è addirittura l’imbarazzo della scelta.

Meta immancabile è certamente Borgo Marina, detta semplicemente la Marina, a Porto Maurizio. Ci sono le spiagge più belle di Imperia (le uniche con la sabbia) tra cui spicca la Spiaggia d’oro, dove si dà appuntamento la “bella gioventù” della città. Oltre che per la tintarella diurna è uno dei posti ideali per il bagno di mezzanotte. Lungo il molo della Marina, la sera, c’è lo struscio (che in inverno trasloca sotto i portici di Oneglia): per farsi un’idea della fauna locale bisogna fare almeno un giro, magari fermandosi a bere qualcosa al Sailor’s (per i più fighetti) o al Velico, che in inverno è rifugio di chi salta a scuola e d’estate rinfresca ugole assetate.

Alla Marina si vede “chi c’è”, poi ci si trasferisce. Nel fine settimana è d’obbligo informarsi sul programma delle sagre. Immancabili sono quelle di Sarola (che apre la stagione), Borgo d’Oneglia, Pontedassio, Valloria, ma in agosto ce ne sono almeno due a settimana. Dopo la sagra, chi ancora si regge sulle gambe (il vino, buono o cattivo, scorre a fiumi) fa un salto in discoteca. L’unica scelta è il Nova, che è all’aperto ed è decisamente trendy. Ma chi proprio vuole essere à la pàge si butta alla Suerte, a Laigueglia (è in provincia di Savona, ma è davvero vicino). Tanti si limitano a dirlo: “vado alla Suerte” per darsi un tono, poi però rinunciano, scoraggiati dalle code chilometriche, dall’impossibilità di trovare parcheggio o dal costo dell’ingresso.

Chi vuole ascoltare un po’ di musica, magari dal vivo, stando all’aperto va verso il Prino, all’estremo ponente della città. Qui può scegliere tra il più raccolto Ferrocarillo, dove la musica è tassativamente pop, rock o blues e L’Acqua salata, che è sulla spiaggia della Baia Saracena. Qui la musica è più varia, con tendenze più danzereccie, secondo la tradizione del locale, che in inverno ha sede a Diano Marina. Chi invece volesse un’atmosfera un po’ tropical opta decisamente per il Papetee, ad Oneglia: pergolati in canniccio e cocktail esotici per gustare un concerto in riva al mare, stravaccati sulle sdraio. Magari si può fare anche il bagno, ma l’ingresso in acqua è reso davvero difficile dal fondo pietroso.

A fine serata, se non siete troppo stanchi, appuntamento da Mariaccio a Ca’ del Borgo. Fino alle sei del mattino panini, bruschette, crèpes e Guinness per mandare a nanna il popolo della notte di Imperia.

Potrebbe interessarti anche: , Campofestival: musica dalle aree celtiche, XXII edizione al Castello Spinola , Rovazzi: il nuovo video Faccio quello che voglio ambientato anche a Genova , Niente Festival Cresta 2018 ai Giardini Baltimora: «Nessuno ci ha detto nulla» , Villa Bombrini Estate V!va 2018: programma, concerti ed eventi , EstateSpettacolo 2018 al Porto Antico: programma, concerti ed eventi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Shark Il primo squalo Di Jon Turteltaub Azione U.S.A., 2018 Un sommergibile oceanico – parte di un programma internazionale di osservazione sottomarina – viene attaccato da un’imponente creatura che si riteneva estinta e che ora giace sul fondo della fossa più profonda del Pacifico...... Guarda la scheda del film