Concerti Imperia Mercoledì 7 marzo 2012

Specimen A, Scapo e Mania alla Talpa di Imperia: l'intervista

Genova - Sabato 10 marzo, alle ore 22.00, al centro sociale di Imperia, la Talpa e L'Orologio, in via Argine Destro 625, è in programma una serata all'insegna della musica elettronica, con degli ospiti d'eccezione, il trio di producer britannici Specimen A, composto dai fratelli Phil e Mo Jones e Dan Smart che si esibiranno dietro la console con alucni ospiti italiani tra i quali i dj Mania da Torino, Scapo della Dirty Drop Rec. da Perugia, e due elementi della crew torinese Basswarp, Erro e il vocalist Mr Tojo, di origini liguri.

Abbiamo intervistato gli Specimen A per scoprire qualcosa di più sulla loro carriera e sulle influenze musicali che più li hanno ispirati: «La techno è sicuramente il genere che seguiamo di più per comporre le nostre produzioni. Per quanto riguarda la ritmica troviamo fondamentali i pezzi di genere breaks, caratterizzati da intermezzi ritmici importanti. Ma le sonorità techno sono senz'altro quelle più interessanti per noi». Una passione musicale profonda, quella dei tre producer: «Apprezziamo il pop, il suo suono è più emozionante di quello della dance, anche se vedere le persone che si scatenato al ritmo della musica da discoteca è piuttosto divertente. Se dovessimo scegliere un genere, comunque, opteremmo per il genere di Specimen A, per è quello che siamo!»

I produttori britannici usano modi differenti di lavorare sulle produzioni, soprattutto quando si tratta di musica electro, dubstep e d&b. Negli ultimi lavori però, come nel remix AfroWhitey 'Ridin Vip' (Specimen A & James D'ley Remix), li hanno uniti. Forse un nuovo stile di mash up tra i due diffenti stili? «No, crediamo sia troppo mescolare tre generi diversi in un solo pezzo», è la loro risposta.

Le sonorità Specimen A sono uniche, diverse da quelle di altri dj e producer britannici come Skream, Benga e Skrillex: «Cerchiamo di cambiare continuamente, il dubstep ci piace quando fa divertire il pubblico, ma troviamo che diventi fastidioso quando il suono diventa troppo esagerato o arrabbiato».

Nonostante l'amore per la techno, le loro produzioni di genere breaks sono molto seguite dal pubblico: «Siamo sempre molto felici di scoprire che i nostri fan conoscono il nostro lato più drum & bass».

In inglese il termine specimen significa campione, esemplare. La nascita del nome del gruppo ricalca in maniera evidente la cultura britannica: «Eravamo in un negozio di fish and chips, quando ad un certo punto abbiamo letto una cartello che avvisava i clienti di osservare bene i fac simile, gli esemplari, appunto, delle banconote false, per evitare di ritrovarsele in tasca. A, come il voto che viene utilizzato nelle scuole britanniche, è stato aggiunto per indicare l'ottima qualità della musica che volevamo fare».

I producer sono originari di Brighton, che sembra essere un vero e proprio paradiso della musica elettronica: «È una cittadina piuttosto viva. Basta scendere per strada e fare una passeggiata per sentire musica provenire da qualsiasi luogo.»

Tornando alla musica, gli Specimen A, attingono, da buoni producer e rielaborano anche vecchi successi, com'è capitato nel caso del pezzo Cold as Ice, del gruppo rock Foreigner, remixata in stile dub: «Quella canzone è un classico, anche la versione hip hop dei M.o.p è meravigliosa. La linea ritmica originale era l'ideale per essere modificata e come per incanto, ne è venuta fuori una canzone dub magnifica».

L'ultimo lavoro discografico targato Specimen A è l'ep dal titolo Natural Born Killers, sucito sul mercato nell’estate del 2011. Abbiamo chiesto al trio di raccontarci qualcosa di più di questo progetto: «Avevamo intenzione di lavorare su temi ispirati dal cinema dell'orrore e dalle storie di mostri. Avevamo qualche pezzo non ancora terminato, come il brano Killer Cock Roaches, li abbiamo uniti tutti tra loro e abbiamo notato che si sposavano a meraviglia e che potevano quindi essere contenuti in un album che li raccogliesse. Inoltre, volevamo scrivere da tempo una canzone utilizzando il sample dell'ululato dei lupi e così è nata Midnight Howl».

In futuro ci saranno molte esibizioni live ma chissà qual è quella che più li ha emozionati? «Sicuramente il concerto per i venticinque anni di carriera di Howard Jones, allo Shepheards Bush Empire, a Londra, al quale abbiamo partecipato. Lì abbiamo capito veramente la reale forza e la potenza della musica».

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo 2019, un gennaio e febbraio tra concerti e incontri: il programma , 20 anni senza De Andrè: Colapesce reinterpreta La canzone dell'amore perduto , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di Santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Il gioco delle coppie Di Olivier Assayas Commedia 2018 Alain è un editore inquieto che ama Selena ma la tradisce con la sua assistente, che odia l'ultimo libro di Léonard ma lo pubblica, che ama le vecchie edizioni ma ragiona sull'Espresso Book Machine. Léonard è uno scrittore... Guarda la scheda del film