Concerti Imperia Venerdì 29 luglio 2011

Franziska: «Grazie al web all'estero ci capiscono meglio che in Italia»

Genova - Dopo la giornata di venerdì 29 dedicata al rock coi Meganoidi (qui la nostra intervista), sabato 30 luglio i Franziska sono di scena al Cian Zerbo Music Festival 2011. La band milanese capitanata da Piero, in arte Pierodread, deve molto del proprio successo ai ritmi e le influenze reggae che gli hanno portato fama anche in Europa, con la vittoria nel 2007 dell'European Reggae Award.

Le origini del gruppo risalgono alla fine degli anni Novanta e prevedevano una visione molto più vicina allo ska. «Ci siamo formati nel '99, ma il cambiamento è avvenuto nel 2006 – ci racconta Piero – abbiamo cominciato a fare più reggae e dancehall, soprattutto perché sono cambiati alcuni membri del gruppo più vicini al nostro genere attuale piuttosto che allo ska. Per noi è stata una scelta legata ai gusti, ma abbiamo sempre mantenuto le nostre origini. E poi il percorso segue l'evoluzione del reggae che viene comunque dallo ska».

Nel 2007, come detto, i Franziska hanno raggiunto la fama internazionale, grazie al concorso che ha permesso alla band milanese di esibirsi sui palchi di mezza Europa. «È stata un'esperienza bellissima e ci è servita per capire quanto la nostra musica sia meglio capita all'estero che in Italia». Del resto i loro testi sono in inglese ed è nota la fatica che facciamo noi italiani nelle lingue straniere. «Paradossalmente – continua Piero – è più probabile trovare il pubblico che conosce e canta le canzoni fuori dai nostri confini: del resto ormai con il web è tutto più semplice. Il messaggio di una canzone arriva in tutto il mondo».

Milano è la città in cui ha avuto origine la band e proprio il capoluogo lombardo è stato protagonista, qualche mese fa, di una svolta a livello politico e culturale, grazie al cosiddetto effetto Pisapia. «Sai, onestamente, al momento faccio fatica a recepire il cambiamento. Quello che mi interessa è che la politica venga fatta dalle persone per le persone. Mi auguro solo che si riesca a gestire l'expo e tutte le grandi manifestazioni in modo che possano beneficiarne i cittadini. Devo dire comunque che ho sentito tanti ragazzi che adesso fanno feste anche all'aperto, nei parchi. Forse è un segnale e sta un po' venendo meno quella che era la paura della gente: prima ci si riuniva sempre in luoghi al chiuso».

Nel 2009 fa i Franziska avrebbero dovuto suonare al festival di Bardineto, Balla coi Cinghiali, ma all'ultimo il progetto è saltato. «Eravamo impossibilitati e ci è dispiaciuto molto, anche perché ci piace suonare all'aperto e siamo molto contenti di farlo a Cian Zerbo quest'anno. Personalmente non conosco il festival, ma dai contatti che ho avuto con gli organizzatori ti posso dire che ho trovato una bella accoglienza e una buona attenzione. Poi l'idea dei concerti gratuiti la trovo ottima. Complice il tempo, suonare all'aperto è davvero il massimo, ma la differenza - al chiuso o all'aperto - la fa la gente».

Riguardo al futuro, la band è alle prese con un nuovo album che vedrà la luce il prossimo anno. «Stiamo scrivendo delle nuove canzoni dopo un anno di stand-by, anche perché tre di noi, me compreso, hanno avuto dei bambini. Nel nuovo album comunicheremo anche le bellissime emozioni che abbiamo provato quest'anno: cercheremo di differenziarlo rispetto ai dischi precedenti, mantenendo però lo stesso genere».

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Nessuno come noi Di Volfango De Biasi Commedia Italia, 2018 Betty è un’insegnante di liceo bella, anticonformista e single per scelta. Umberto è un noto docente universitario, affascinante, strafottente alle prese con un matrimonio noioso e privo di passione. I due si incontrano per la prima volta quando Umberto... Guarda la scheda del film