Concerti Imperia Lunedì 14 febbraio 2011

Festival di Sanremo. Morandi: «Donne? Se non fossi stato all'Ariston avrei manifestato»

Altre foto

Genova - «Se non fossi stato impegnato all'Ariston, sarei andato alla manifestazione delle donne di Bologna» Alla conferenza stampa di presentazione della sessantunesima edizione del Festival di Sanremo il conduttore Gianni Morandi parla anche delle espressioni della società civile che si sviluppano al di fuori del mondo dell'Ariston.

A Sanremo tutto è pronto per il via al Festival, che da martedì 15 fino a sabato 19 febbraio 2011 sarà il centro dell'attenzione mediatica del nostro Paese. Come da tradizione, c'è da giurarci, non solo per la musica.
Oggi, lunedì 14 febbraio, l'incontro di presentazione nella sala stampa del Teatro Ariston, in cui si sono rivelate alcune linee guida sulla natura del Festival.

Innanzitutto, la squadra messa insieme da Gianni Morandi e Gianmarco Mazzi, con Belen Rodriguez, Elisabetta Canalis e i comici Luca e Paolo. Nelle scorse settimane li abbiamo visti in azione negli spot televisivi ad attaccare un enorme manifesto pubblicitario, guidata dal capitano-conduttore con i colleghi gregari-attacchini. «Il primo superospite è la squadra -spiega il direttore artistico Mazzi- con cinque grandi conduttori. A differenza dell'anno scorso che c'era solo la Clerici. Non vorremmo però fare come il Real Madrid, che aveva una squadra di grandi campioni, voleva vincere tutto ma non ci riuscì. Noi abbiamo lavorato per il successo».

Gianni Morandi è uno sportivo, un maratoneta, ma oggi si esprime in termini calcistici: «Voglio vincere quattro a zero -dice a proposito della concorrenza telvisiva- ma accetto qualunque risultato».
Si parte proprio dai numeri e dalla concorrenza sempre più forte del digitale: punti di share preziosi che rischiano di mettere in ombra il team messo assieme da Morandi. «È difficile prevedere le scelte del pubblico -continua Morandi- perché oggi ognuno è libero di creare il proprio palinsesto durante tutta la settimana. La concorrenza è molto più forte. La speranza, un po' al ribasso, è uno share tra il 20 e il 30%».

Un risultato che dovrà essere conquistato non solo attraverso la qualità delle canzoni, ma anche grazie ai superospiti. Confermati i Take That, Andy Garcia (mercoledì) e Fabio Cannavaro per la serata di giovedì («Nella serata dei 150 dell'Unità d'Italia racconterà i suoi trionfi e le sue sconfitte», spiega Mazzi).
Forse all'Ariston tornerà anche Benigni, per il quale la direzione artistica sta cercando un intervento in grado di coniugare l'estro e la passione per la politica del comico con l'orientamento di una Rai che preferirebbe evitare la satira legata all'attualità.

«Non ci hanno messo dei paletti sui testi -spiegano Luca e Paolo- ci hanno solo detto: niente parolacce, niente sesso, niente volgarità e niente politica».
E a proposito di ospiti, Elisabetta Canalis ha sciolto il dubbio -se ancora ce ne fossero stati- riguardo la presenza del fidanzato George Clooney al Festival: «È impegnato in Ohio sul set di un nuovo film e non ci sarà» ha tagliato corto l'ex velina, sottolineando l'inadeguatezza della domanda: «La trovo poco rispettosa nei miei confronti».

La coppia di showgirl non dimostra altrettanta sicurezza nei confronti della manifestazione delle donne di domenica 13 febbraio, che ha portato in piazza un milione di persone nel mondo. e Gianni Morandi afferma convinto: «Se non fossi stato impegnato all'Ariston vi avrei preso parte a Bologna», Belen e Canalis non sembrano avere le idee altrettanto chiare.
«Gli echi sono arrivati anche qui al Festival -risponde la fidanzata di George Clooney- ma non trovo bello prendere una posizione pubblicamente. Il significato non va gridato solo il giorno della manifestazione, ma sempre».
«Manifestare è un fatto di educazione -continua Belen- le donne senza valori ci sono dappertutto, dall'Italia all'Argentina. Ma non è solo un fatto femminile: ci sono anche uomini senza valore».

Potrebbe interessarti anche: , Campofestival: musica dalle aree celtiche, XXII edizione al Castello Spinola , Rovazzi: il nuovo video Faccio quello che voglio ambientato anche a Genova , Niente Festival Cresta 2018 ai Giardini Baltimora: «Nessuno ci ha detto nulla» , Villa Bombrini Estate V!va 2018: programma, concerti ed eventi , EstateSpettacolo 2018 al Porto Antico: programma, concerti ed eventi

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Dark Hall Di Rodrigo Cortés Fantastico U.S.A., 2018 Kit, ragazza difficile e problematica, viene mandata nella misteriosa Blackwood Boarding School, gestita dall'eccentrica preside Madame Duret. Esplorando i corridoi della scuola, Kit e le sue compagne di classe scopriranno che l'edificio nasconde un antico... Guarda la scheda del film