Concerti Imperia Lunedì 3 marzo 2008

Festival, il bilancio di Sanremoff

Genova - Grande successo per la nuova edizione di Sanremoff, le manifestazioni collaterali al Festival della Canzone Italiana organizzate dall’Assessorato alla Promozione Turistica e Manifestazioni per la direzione artistica Pepimorgia. I concerti in Piazza Colombo, le radio in vetrina, le performance al Palafiori e nei locali a cui hanno partecipato artisti del calibro di Eugenio Bennato, Petra Montecorvino, Paola Turci, Marina Rei, Max Gazzè, Sergio Cammariere, Giulia e La scelta – solo per citarne alcuni –, hanno attirato moltissima gente.

«Nel week-end appena trascorso – commenta con soddisfazione l’Assessore Igor Varnero - i locali e i ristoranti sono rimasti aperti per tutta la notte. Giovani non solo di Sanremo ma anche della Liguria e di numerose altre regioni italiane si sono incontrati nel centro storico di Sanremo e, ovviamente, in Piazza Bresca, cuore della notte sanremese, attirati dalla musica proveniente dai molti locali aperti e dalle performance improvvisate di artisti, cantanti e personaggi vari».

Il Palafiori, con le mostre, gli stand e le affollatissime presentazioni di libri dello Spazio Incontri, ha visto un afflusso di pubblico senza precedenti. In particolare, è visitabile sino al 13 aprile la mostra “Comesanremo”, evento multimediale progettato e realizzato dall'Università di Lingue e Comunicazione IULM di Milano che, attraverso la storia del Festival, ripropone un viaggio artistico negli ultimi 50 anni di vita italiana.

Piazza Colombo, con un programma variegato che ha visto la partecipazione di numerosi artisti (dal primo concerto di Enrico Ruggeri all’ultimo di ieri pomeriggio dei Dik Dik), ha saputo offrire un no-stop di musica, cabaret e attrazioni spettacolari. Molto apprezzato il concerto di Sanremo Lab proposto da Sanremo Promotion con i 7 finalisti dell’edizione 2007 che si sono esibiti dal vivo (Silvia Caracristi, Luca Leoni, Tulio Mancino, Gabriele Aprile, Sabrina Gherardi, Gianluca Grauso, M.r. White Rabbit). Grande afflusso di pubblico mercoledì 27 febbraio per l’Indipendent Music Day promosso da Baccini e da Povia. Fiore all’occhiello di Sanremoff, l’esibizione del celebra bassista Tony Levin, volato da New York a Sanremo per suonare in piazza Colombo insieme al giovane Enrico Giaretta e al mitico chitarrista Phil Palmer.

Successo di pubblico anche per le mostre al Museo Civico organizzate dall’Assessorato alla Cultura: “…una festa per tutti: musica, suoni, armonie e donna” che si è avvalsa soprattutto di documenti d’archivio scelti tra i tesori della Sezione di Archivio di Stato di Sanremo e la rassegna Incontri: arte giovane al Museo dedicata all’arte contemporanea promossa in collaborazione con l’Archivio d’Arte Contemporanea dell’Università degli Studi di Genova. Nell’ambito di questa rassegna l’artista Rebecca Balestra ha creato una contaminazione tra l’ambiente barocco di Palazzo Borea d’Olmo e l’arte contemporanea. L’installazione è visitabile per tutto il mese di marzo.

Anche la Tenda della Pace, all’ex magazzino ferroviario, ha registrato un afflusso di pubblico maggiore dello scorso anno: gli eventi programmati hanno richiamato tanti giovani che, attraverso la musica e l’arte, hanno potuto riflettere sulle problematiche sociali. Le radio in vetrina vicino all’Ariston e dintorni, infine, hanno permesso al pubblico di incontrare e di vedere da vicino i propri beniamini.

SANREMO, 2 MARZO 2008

Sanremoff, i Dik Dik suonano in piazza

Ultimo appuntamento con le manifestazioni collaterali al festival. Il bilancio di 'Casa Sanremo Radio Kiss Kiss' e gli eventi della 'Tenda della Pace'

Si conclude domani, domenica 2 marzo, con un concerto dei Dik Dik, dalle 16, la ricca programmazione in piazza Colombo di Sanremoff. Intanto si iniziano a tirare i primi bilanci delle manifestazioni collaterali al 58° festival della canzone italiana: 1500 accreditati, oltre 200 artisti, 48 ore di diretta radio, 8 gli speaker di Radio Kiss Kiss (Pippo Pelo, I Ditelo Voi, Gigi e Ross, Sofia e Mauro Marino), ed ancora 8 eventi dedicati alle regioni italiane, 20 esibizioni tra show case e jam session, piu' di 3000 bottiglie di vino stappate, 60 trattamenti di bellezza personalizzati per gli artisti, 40 sponsor e 50 persone di organizzazione.

Questi i numeri della prima edizione di “Casa Sanremo Radio Kiss Kiss”, lo spazio, ideato da Mauro Marino, speaker di Radio Kiss Kiss, Fausto Borella, presidente di Maestrodivino L’Arte del Convivio, e Vincenzo Russolillo presidente di Consorzio Gruppo Eventi, commentato dagli artisti come il più accogliente della 58° edizione del Festival. Grande il successo ottenuto durante la settimana: da Stefano Di Battista a Tony Levin, da Federico Zampaglione a Frankie Hi Nrg, da Elisabetta Gregoraci ad Alba Parietti, da Anna Tatangelo a Simone Cristicchi, questi alcuni degli ospiti che sono stati i protagonisti insieme alla musica di quello che si candida a diventare il luogo più esclusivo del Festival della Canzone Italiana.

Ma Sanremo non è solo Festival ma anche culla di eventi rivolti al sociale con la sesta edizione della “Tenda della Pace”, evento sempre inserito nella rassegna “Sanremoff”, in corso di svolgimento nell’ex sede dei magazzini della vecchia stazione. Grande afflusso di pubblico ieri per la visita di Flavio Oreglio che ha consegnato il testo della canzone scritta in ricordo di Felicia Impastato, madre di Peppino Impastato, una donna che ha combattuto la mafia. Flavio Oreglio ha anche visitato l’autobus di Music for Peace per sostenere il Progetto Solidarbus 2008 - destinazione Saharawi - Raccolta generi di prima necessità per il Saharawi. La giornata è proseguita con il concerto “La musica incontra Srebreniça” promosso da Storie di Note, insieme a Fabrizio Zanotti, musicista da sempre sensibile ai temi della pace, della cooperazione e dei diritti umani. In serata, Fulvio de Faveri ha presentato una fotoproiezione sulla Birmania. A conclusione della sesta edizione della “Tenda della Pace”, domani, domenica 2 marzo, alle ore 16, il comitato "Giù le mani dal Venezuela" presenterà il documentario “La rivoluzione non verrà teletrasmessa”.

SANREMO, 29 FEBBRAIO 2008

Sanremoff, la musica infiamma la città

In piazza Colombo, Flavio Oreglio, Pippo e i suoi pinguini polari, Musicomedians, i Luf, Alberto Patrucco, Sotto Spirito, Eurosmith

Proseguono i concerti in piazza Colombo, organizzati da Sanremoff, sotto la direzione artistica di Pepimorgia: sabato primo marzo saliranno sul palco di piazza Colombo Pippo e i suoi pinguini polari, i Musicomedians, che daranno vita ad una performance tra musica, comicità e satira con Flavio Oreglio e la band de I Luf, Alberto Patrucco e la band Sotto Spirito, un succedersi di emozioni diverse per gustare sensazioni che vanno dalla profonda leggerezza della comicità alla magica poesia della canzone e della musica d’autore. A seguire concerto degli Eurosmith.

Pippo e i suoi pinguini, gruppo ska di Firenze, nato nel febbraio del 2003, con lo scopo di divertirsi. Visto l’affiatamento però hanno iniziato a comporre pezzi propri e a suonare prima solo in feste private, poi in concorsi per band emergenti ed in seguito in feste di piazza e nei locali. Già gruppo spalla di Roy Paci & gli Aretuska a Firenze e dei Bad Manners a Dresda. Discografia: "Il primo round lo vince sempre lei..." e un cd-demo di 11 pezzi cantati interamente in italiano. Componenti: Andrea Gabrielli, basso; Riccardo Zammarchi, tromba e voce, Andrea Inghilesi; chitarra e voce; Alberto Billone, chitarra e cori; Riccardo Baldazzi, batteria; Ivanei Vocatore, tromba e Stefano Mezzela, flicorno baritono.

Musicomedians è una produzione di Catartica Srl con la direzione artistica di Flavio Origlio, che cerca di recuperare il metodo e lo spirito del cabaret delle origini, luogo dove la musica e la comicità convivevano sullo stesso palco secondo dinamiche espressive molto precise e definite. Parliamo ovviamente di comicità e musica/canzone d’autore. Il punto di partenza è e rimane, storicamente e culturalmente Milano. È in questa città che si è formata infatti la tendenza di riferimento degli anni Sessanta e Settanta, una corrente di pensiero artistico che da un lato ruotava attorno all’esperienza del Derby (con Iannacci, I Gufi, Nanni Svampa, Lino Patruno, Roberto Brivio, Walter Valdi, fino a Cochi e Renato) ma che da subito ha allargato i suoi confini alle esperienze di Dario Fo e Giorgio Gaber. Il progetto Musicomedians propone il connubio tra i linguaggi (il monologo e la canzone d’autore), le loro contaminazioni (teatro canzone, canzone umoristica e cabaret musicale) per riproporre al pubblico uno stile di show che ha ancora molto da dire.

Flavio Oreglio e I Luf: lo show propone una sorta di stato dell’arte dell’Oreglio pensiero, attraverso la messa in scena di monologhi e canzoni che hanno come leit motiv i grandi temi da sempre a lui cari: filosofia, scienza e religione. Perno dello spettacolo è l’uomo nelle sue relazioni con gli altri, con il mondo, con se stesso. Flavio Oreglio è accompagnato dai Luf.

Alberto Patrucco e band Sotto Spirito restituiscono una panoramica al vetriolo sui tempi che stiamo vivendo, priva di retorica, fronzoli e tormentoni, ma al contrario intrisa di comicità vera, una performance che coniuga il monologo satirico con la canzone d’autore proponendo un’interprestazione personale di quello straordinario genere che è il Teatro Canzone. Accompagnato dal Quartetto Musicale Sotto Spirito diretto da Daniele Caldarini.

Musicomedians Lab, con Henry Zaffa, Frabrizio Canciani, Franco Rossi e Stefano Covri: un gruppo di artisti di scuola milanese che riscopre la forma e lo spirito che hanno animato le notti del cabaret dagli anni ’60. Non si tratta di un’operazione nostalgica bensì di una rivisitazione moderna di un modo di fare spettacolo che sembra scomparso, inghiottito dai ritmi televisivi. È un ritorno agli albori del teatro canzone quando la prassi sui piccoli palcoscenici era il racconto in forma di monologo satirico e di canzone d’autore. Accompagnati dallo Stefano Covri Acousti Project.

Eurosmith, il Primo «Tributo» Italiano ed Europeo alla grande rock band americana. Li guida sin dal 1997 Luca Celletti, leader di talento. Una somiglianza con Steven Tyler e sul palco la stessa grinta, la stessa prorompente vitalità. Una band ambiziosa e determinata nel ricreare la speciale alchimia musicale della band di Boston dagli anni Settanta ad oggi che con grande professionalità e passione trasforma ogni concerto in uno spettacolare rock ’n’ roll show. Gli Eurosmith hanno calcato palchi in tutta Italia ed Europa. Hanno partecipato a grandi eventi: Centrale del Foro Italico, Roma Live Festival, Tribute Night a Bagnoli, Festival dei Parchi a Sulmona, Glamshot Festival “Estragon”, varie Feste della Birra e Harley Davidson motoraduni ecc) e locali tra i più prestigiosi in Italia (Rolling Stone, Transilvania Live, Mephisto, Thunder Road, Indian Saloon, Jailbreak, Corallo ecc) e in Europa. www.joyandjoy.it.

SANREMO, 28 FEBBRAIO 2008

Il bassista Tony Levin a Sanremoff

Levin è arrivato da New York per suonare con Enrico Giarretta. L'album 'Sulle ali della musica' tra i top 50 dei più venduti su I Tunes

Un bel colpo per "Sanremoff". Il leggendario bassista Tony Levin è arrivato a Sanremo. Il musicista (il cui nome è associato a innumerevoli star, da Peter Gabriel a John Lennon, Yes, Pink Floyd, Dire Straits, King Crimson, Seal, David Bowie, Paul Simon) è arrivato da New York esclusivamente per suonare con il pianista, cantautore e pilota di aerei Enrico Giaretta, negli appuntamenti collaerali al festival di Sanremo.

Le esibizioni previste sono tre, tutte organizzate nell’ambito di Sanremoff, la rassegna curata dal direttore artistico del Comune di Sanremo Pepimorgia. L’incontro artistico tra Tony Levin ed Enrico Giaretta (l'artista di cui Paolo Conte ha detto «finalmente ho trovato un allievo») è avvenuto grazie Olen Cesari, considerato un mostro sacro del violino, produttore dell'album di Giaretta. «Mi hanno invitato in passato, ma questa è la prima volta che vengo a Sanremo. L'ho fatto per la mia amicizia con Enrico e Olen e perché credo che abbiano realizzato un album davvero unico», ha spiegato Tony Levin durante la conferenza stampa al Roof dell'Ariston, che ha suonato il basso su alcuni toni del primo album di Enrico Giaretta, appena pubblicato su etichetta Olen Art/Warner, intitolato "Sulle ali della musica".

L'album, pubblicato all'inizio di febbraio, ha esordito nella prima settimana con l’ingresso della top 50 dei più venduti su I Tunes e terzo nella sezione "Musica alternativa", a ridosso dei Radiohead. Il primo singolo "Tutta la vita in un momento" è già un successo internazionale, nella traduzione inglese portata ai vertici delle classifiche di mezzo mondo dal canadese Matt Dusk. Il videoclip del brano, realizzato da Angel Film è stato sceneggiato da Silvio Muccino, con la regia di Francesco Calabrese.

Tony Levin e Enrico Giaretta saranno venerdì 29 alle 17.00 in piazza Colombo. Oltre a Tony Levin al basso, la band di Giaretta (pianoforte e voce) è rappresentata da Fabrizio Bosso (tromba), Olen Cesari (violino), Amedeo Ariano (batteria).

Potrebbe interessarti anche: , Campofestival: musica dalle aree celtiche, XXII edizione al Castello Spinola , Rovazzi: il nuovo video Faccio quello che voglio ambientato anche a Genova , Niente Festival Cresta 2018 ai Giardini Baltimora: «Nessuno ci ha detto nulla» , Villa Bombrini Estate V!va 2018: programma, concerti ed eventi , EstateSpettacolo 2018 al Porto Antico: programma, concerti ed eventi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

The End? L'inferno fuori Di Daniele Misischia Thriller 2017 Claudio è un importante uomo d'affari, cinico e narcisista. Una mattina, dopo essere rimasto imbottigliato nel traffico delle strade di Roma, arriva finalmente in ufficio nonostante il notevole ritardo, ma rimane bloccato da solo in ascensore a... Guarda la scheda del film