Concerti Imperia Venerdì 18 gennaio 2008

Gennaio: è già toto Festival

Genova - Manca poco più di un mese e il toto Festival è già iniziato così come sono iniziate (manco a dirlo) le prime polemiche attorno alla manifestazione canora più popolare d’Italia. Parliamo ovviamente del Festival di Sanremo in programma dal 25 febbraio al 1 marzo al teatro Ariston e per questo importante evento mediatico la città dei fiori comincia già a farsi bella.

Ma iniziamo dai pronostici: la Snai (società italiana che si occupa della gestione di scommesse) da quando ha aperto la posta su Sanremo, ha stilato la graduatoria che vede in pool position tra i big Anna Tatangelo con il brano Il mio amico, scritta da Gigi D’Alessio, quotata 6,00.
Dopo di lei incalzano Sergio Cammariere e i Tiromancino, quotati 7,00, e Paolo Meneguzzi a quota 8,00. Per ora fuori dai giochi sono Loredana Berté (a 16), Toto Cutugno (28) e Little Tony (33). Oltre questi appena citati i rimanenti 13 big partecipanti al festival sono: Gianluca Grignani e Michele Zarrillo a quota 11; il duo Giò Di Tonno-Lola Ponce e L'aura a quota 13; Fabrizio Moro e Mietta 16; Max Gazzè , Amedeo Minghi e Mario Venuti 16; Tricarico, Finley e Frankie Hi Nrg 32; ultimo in compagnia del succitato Little Tony, Eugenio Bennato a quota 33.

Per ora sono solo numeri in mano ai bookmaker, ma il festival ci ha insegnato che molte volte i pronostici c’hanno azzeccato. Per dovere di cronaca citiamo in rigoroso ordine alfabetico anche i nomi e le canzoni dei giovani che parteciperanno alla kermesse canora: Andrea Bonomo, Daniele Battaglia, Francesco Rapetti, Frank Head, Jacopo Troiani, La Scelta, Melody Fall, Milagro, Rosario Morisco, Sonora, Valerio Sanzotta.
Concludono la serie le tre vincitrici di SanremoLab, il concorso canoro che da diritto di accedere direttamente al festival: Ariel, Giua, Valeria Vaglio.

Questi sono tutti i cantanti scelti dalla commissione artistica del 58° Festival di Sanremo formata da Marino Bartoletti, Federica Gentile e Paolo Buonvino e presieduta da Pippo Baudo: «Il materiale che è stato presentato è stato generalmente molto buono – spiega Baudo -. La convinzione di tutti noi è che siamo arrivati alla scelta dei 20 cantanti in totale armonia, con giudizi assolutamente confluenti. Come nella logica del Festival, bisogna accontentare tutti i gusti: il Festival è fatto per tutti i telespettatori e non solo per una porzione di essi. Un elemento qualificante, che è il prolungamento di quanto accaduto lo scorso anno, è che molte canzoni si ispirano all’attualità. E ci sono almeno una dozzina di brani che sono di sicuro sfruttamento radiofonico. Insomma si può davvero sperare che Sanremo non si fermi alla quinta serata».

Ai detrattori che vedono nel festival un contenitore di sole “canzoni alla Sanremo” gli fa eco Paolo Buonvino: «Sono soddisfatto per la varietà che abbiamo riscontrato di generi e stili – dice - e anche di contenuti nei testi, dal rap al pop melodico al cantautorato impegnato. Sono canzoni molto varie e tutte di qualità, ognuna riesce a dare tanto nel suo genere. Ci sono delle proposte di grande modernità, in molti casi di grande audacia, non c’è la “canzone da Sanremo”. Parliamo di persone che hanno una presenza nel mercato reale. Sanremo continua ad avere una grande importanza per molti artisti e questo ci fa percepire che non ci siano molte alternative: per molti rimane una possibilità importantissima nella loro vita artistica».
E a chi non crede che la selezione avvenga senza pressione alcuna Buonvino risponde: «L'ascolto dei brani è avvenuto in serenità assoluta, senza diktat di chicchessia. Non ci sono state raccomandazioni di nessuna sorte. La commissione e il direttore artistico fanno tutto in buona fede».

E mentre fervono intanto i preparativi per la conferenza stampa del 29 gennaio, durante la quale saranno annunciati ufficialmente gli otto superospiti della quarta serata (si fanno i nomi di Jovanotti, Gianni Morandi, Eros Ramazzotti, Antonello Venditti, Biagio Antonacci, Laura Pausini, Giorgia e Fiorella Mannoia) e il conduttore del dopo festival (Piero Chiambretti affiancherà Baudo nella conduzione all’Ariston), ci pensano due eliminati dalla rosa dei 20 big a mantenere alto il livello delle polemiche sul Festival. Si tratta di Francesco Baccini e Povia che, dopo l’ok del comune di Sanremo che ha messo loro a disposizione il palco allestito nella centrale piazza Colombo, a pochi passi dall’Ariston, hanno annunciato una sorta di contro festival: «Abbiamo il palco, il primo “Independent Music Day” si farà il 27 febbraio in piazza Colombo a Sanremo e sarà dedicato a Luigi Tenco, il primo che si è ribellato al sistema - dice Baccini -, ma era troppo solo e ha pagato con la sua vita».

Alla manifestazione di Francesco Baccini stanno lavorando uno stuolo di amici, fan e volontari. Il cantante genovese non si sbilancia ancora sul cast, afferma di aver parlato con molti colleghi, Tazenda, Gragnaniello, Tony Esposito, Dj Jad di Articolo 31, e molte radio si sono dette disponibili a seguire l'evento.
«Questi risultati sono stati raggiunti in meno di tre giorni - aggiunge Baccini - e questo ci fa ben sperare». Tornando al Festival che si svolgerà all’interno del teatro Ariston, ad affiancare come co-conduttrici Baudo e Chiambretti, non potevano mancare sul palco due super bellezze, rigorosamente una bionda e una mora: l’attrice pugliese Bianca Guaccero (la ricordiamo nel ruolo di “Assunta Spina” per la regia di Riccardo Milani) e l’attrice ungherese Andrea Osvart (2061, Exodus, Il bell’Antonio, The Hunt), anche loro già in fermento tant’è che sul sito web della Osvart campeggia la sua imminente partecipazione al festival 2008 (anche la Guaccero ce l’ha ma per il momento è in workinprogress…).

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Il grinch Di Yarrow Cheney, Scott Mosier Animazione 2018 Guarda la scheda del film