Concerti Imperia Martedì 19 giugno 2007

Pepimorgia: Sanremo, capitale delle note

Genova - «Nella città della musica e dei fiori, i bambini devono crescere con l’orgoglio di appartenere ad un territorio che a tutti gli effetti può fregiarsi del titolo di capitale delle note e di pregevoli piante dai petali colorati». Pepimorgia, direttore artistico del comune di Sanremo, ci tiene a far sapere che da quando ha iniziato circa tre anni fa la collaborazione con l’assessorato al turismo, una delle sue mission è stata quella di insegnare ai più piccoli ad amare la musica vista come componete formativa e culturale.
«Insegnare loro ad apprezzare l’arte dei suoni e dei colori è necessario farlo fin da quando sono ancora in tenera età». Ed è per questa ragione che sarà allestito per quattro giorni un laboratorio dove i più piccoli impareranno a costruire strumenti musicali con materiali di riciclo. Un’iniziativa che s’inserisce nell’ambito della terza edizione della Festa della Musica, in programma a Sanremo da giovedì 21 a domenica 24. Il laboratorio è comunque solo una piccola, anche se importante, parte della manifestazione. «È la festa della musica più lunga d’Europa – continua Pepimorgia -. Il successo dello scorso anno, con circa 20 mila presenze, gran parte delle quali francesi, ci fa ben sperare sul consolidamento dell’evento. Non è detto, infatti, che debbano essere sempre gli italiani ad andare oltre confine. Ora anche i francesi stanno scoprendo la nostra capacità nel proporre spettacoli di qualità, non solo di artisti già affermati, ma soprattutto di validi musicisti per lo più sconosciuti». La festa della Musica, nata nel 1982, in Francia dal 1995 ha assunto un carattere di valenza europea. Numerose città d’Oltralpe sono coinvolte nell’appuntamento simbolicamente legato al solstizio d'estate: una festa popolare gratuita, aperta a tutti i generi musicali e a chiunque abbia voglia di esibirsi davanti ad un pubblico.

Per la festa nostrana, dunque uno sguardo alla Francia, ma dall’impronta tutta italiana. Un progetto che Pepimorgia ha fatto suo dopo aver appreso, all’inizio del suo lavoro nel Ponente, che l’estate sanremese trascorreva languidamente, senza nessun particolare evento di richiamo. «In Liguria, la città di Sanremo è stata la prima a programmare questa festa. Ora anche Genova, così come altre cittadine rivierasche, so che ha intenzione di inserirla in calendario. Di questo sono soddisfatto, perché significa aver gettato un seme che inizia a dare i primi frutti». Nella città dei fiori non verranno allestiti mega concerti, ma sarà un concentrato di piccoli eventi: «perché questo deve essere lo spirito: una manifestazione vista soprattutto come compleanno di ogni musicista, e non come palcoscenico di grandi stars». Una festa nelle strade, piazze e giardini mirata a stimolare l'incontro-scambio tra giovani musicisti, che suggerisce alle grandi istituzioni musicali di uscire dai loro luoghi abituali. I concerti live di e Giovanni Baglioni, le esibizioni dei cantanti di , gli spettacoli di tribute band dedicati ai più importanti artisti italiani quali Vasco Rossi e Laura Pausini, ma anche appuntamenti con musica rock, pop, classica, reggae, rock, metal, gospel, saranno al centro della maratona musicale. L’evento sarà ripreso dalle telecamere di Raiuno e trasmesso con un special in seconda serata entro il 15 agosto.

Si inizierà giovedì 22 con l’esibizione dei 12 finalisti di Sanremolab 2006 e con il concerto di Giovanni Baglioni, grande virtuoso della chitarra, figlio del più noto papà Claudio. Si chiuderà domenica 24 con la performance di Simone Cristicchi, vincitore dell’ultimo festival della canzone. Una curiosità sarà il coinvolgimento dei sanremesi tramite l’esibizione di alcuni giovani artisti sui mezzi di trasporto pubblici.
«Capiterà solo durante la prima giornata. A gruppi di due o singoli saliranno e scenderanno dagli autobus allietando i passeggeri con la loro musica. Un simpatico mezzo per promuovere l’evento tra i residenti». Divertente ed evidentemente azzeccato, visto che l’anno scorso è stato ripreso dalla Rai per farne la sigla dello special. Oltre alla centrale piazza Colombo, numerose altre location saranno coinvolte: La Pigna, centro storico di Sanremo, sarà protagonista con concerti rock e metal all’Anfiteatro San Costanzo; musica classica con l’Orchestra Sinfonica nella Chiesa di Santo Stefano e gospel in piazza San Siro. La quattro giorni musicale vedrà il suo culmine la sera del 23 giugno con la Notte della Musica, che coinvolgerà tutta la città - dai locali, ai negozi, alle piazze - con una non-stop nella quale l’arte di far musica verrà celebrata in tutte le sue forme. «L'intenzione – conclude il direttore artistico della manifestazione – è quella di far diventare questo appuntamento la festa di tutte le musiche. Qui in Italia e, perché no, anche per i nostri amati-odiati cugini francesi».

Potrebbe interessarti anche: , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Lo splendore dei Gonzaga con l'Ensemble Biscantores , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Overlord Di Julius Avery Azione, Horror U.S.A., 2018 Seconda Guerra Mondiale. A poche ore dal D-day un gruppo di paracadutisti americani, vengono incaricati di penetrare nel territorio Francese occupato, per distruggere il trasmettitore radio che si trova in cima al campanile di una chiesa. Guarda la scheda del film