Concerti Imperia Mercoledì 28 febbraio 2007

Habanero: Sanguineti al Dopo Festival

Genova - Ieri sera, martedì 27 febbraio, è iniziata la manifestazione canora che tutti odiano ma che nessuno può fare a meno di guardare: il . Chi non ha dato almeno una sbirciatina alla scenografia – quest’anno più colorata che mai – ai sofisticati abiti di Michelle Hunziker (ma quanti ne ha cambiati in una sola serata?) e alle esibizioni degli emozionatissimi cantanti? Ovviamente non sono mancate le uscite canterine di Baudo: Sua Pippità – questo il soprannome che il re del Dopo Festival Piero Chiambretti ha coniato per il conduttore del Festival – ha presentato ieri i primi cantanti in gara: da agli Zero Assoluto, da fino alla coppia tutta affetto e sentimenti composta da Roby Facchinetti & figlio.

Al Dopo Festival erano tutti contenti e soddisfatti: la serata è piaciuta ai più, anche se, come da copione, non sono mancati gli attacchi ai cantanti. Ma non tutti gli artisti hanno avuto modo di esibirsi sull’ambito palcoscenico dell’Ariston. Ogni anno, infatti, non manca chi, dopo aver partecipato alle selezioni, viene clamorosamente scartato. In genere si tratta di personaggi conosciuti: e se in passato il famigerato “le faremo sapere” è toccato all’onnipresente Albano Carrisi, oggi l’escluso per eccellenza è il poeta genovese , autore del testo . La canzone, musicata dal compositore e regista e cantata da , non è piaciuta a Pippo Baudo, ma l’attrice ha avuto la possibilità di farla conoscere al pubblico sanremese nel corso del Dopo Festival, complice Chiambretti e lo stesso Sanguineti, in collegamento da Genova.

«Ma è proprio sicuro che questa sia una canzonetta da cantare sotto la doccia?», ha chiesto Chiambretti al poeta. In fondo i brani sanremesi sono noti per non avere troppe pretese. «Non credo che la doccia sia il luogo migliore per ascoltare una canzone, nemmeno se si tratta di un motivetto sanremese», ha replicato Sanguineti. Il poeta, comunque, è contento di averci provato e non si pente: «non me la prendo con Baudo, che ha semplicemente fatto una scelta, come è lecito». Altre voci affermano che la canzone sia stata esclusa per motivi politici: il poeta, nel corso della campagna elettorale che lo ha visto candidarsi alle Primarie dell'Unione genovesi, ha infatti auspicato un ritorno dell'"odio di classe", suscitando un polverone. «La musica e la politica non hanno niente a che fare l'una con l'altra. Sono sicuro che Baudo abbia giudicato la canzone e non le dichiarazioni di un candidato sindaco, troverei disdicevole il contrario». E Baudo ha confermato.

Ottavia Fusco, attrice, cantante e fondatrice con Liberovici della compagnia di teatro sperimentale , coniuga nella sua carriera due grandi passioni: musica e teatro. E molto teatrale è stata la sua esibizione al Dopo Festival. Baudo, dal canto suo, ha confermato che non si tratta di un brano adatto al Festival.
Vola colombo vola, così inizia la canzone, ricca anche di citazioni dotte: alcuni tra i volatili citati da Sanguineti sono infatti inclusi nel canto dantesco di Paolo e Francesca. Tra i giornalisti, tuttavia, c'è chi ha aggiunto ironicamente: «ancora i piccioni a Sanremo. Ma siamo sicuri che qui non ci sia lo zampino di Povia?».

Potrebbe interessarti anche: , Covo di Nord-Est, crowdfunding per riaprire dopo la mareggiata: «Entro Pasqua» , Faber Nostrum, il disco-tributo a Fabrizio De Andrè: gli artisti e quando esce , Corsi di tango argentino con la Scuola Ciitango444: si balla tra emozioni e movimento , La Voce e il tempo: il programma dei concerti di marzo 2019 , C'è da fare: canzone per Genova di Paolo Kessisoglu con 25 artisti, da Giorgia a Morandi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Il professore e il pazzo Di P.B. Shemran Drammatico 2019 Dopo anni di stallo, nel 1879, la grande impresa di redazione dell'Oxford English Dictionary, trovò nuova linfa, e vide più tardi la luce della pubblicazione, grazie al lavoro infaticabile del professor James Murray e dei volontari di tutto... Guarda la scheda del film