Concerti Imperia Venerdì 10 novembre 2006

Tutti i numeri del Premio Tenco

Mi hanno chiamato di un (voto 10), come dice l’imperturbabile, sempre più alto jazz chronicler (voto 8, come ogni anno: e quest’anno non s’è manco ricordato della mia inquietante somiglianza con Piero Ciampi), e allora ecco i buoni pensieri (non cattivi, come quelli del , anche lui non votabile in quanto inventore preclaro dei ) del vostro corrispondente di enoculturale di frontiera.

Per la sera e notte di giovedì 9 novembre:
Samuele Bersani/Gino Paoli/Franco Reverberi: cantano una composta Lontano lontano, Bersani come di consueto non ciccando manco una nota, Paoli quasi commosso nella seconda strofa a lui toccata. Reverberi accompagna al piano con discrezione somma.
Voto 8

Gino Paoli: ancora visibilmente emozionato, canta 4 canzoni di , , in cui spiccano una rara Garibaldi, dal primo LP (a.D. 1965, mica paglia, come dice l’imprescindibile preside-presentatore-senzagiaccaperviadellarevoluciòn Antonio Silva [voto 9+], O scioco e Menica Menica. Chiude, e tutti si stringono alla fidanzata, con Una lunga storia d’amore.
Voto 7+

Samuele Bersani: il suo ultimo disco non è all’altezza degli antecessori (voto 6,5), ma lui resta uno preciso e il duo con Pacifico (un solo pezzo) gli merita almeno un 7,5, considerando che Giudizi universali da sola sfiora il 9-.

: che sarebbe il Tappabuchi, e adempie a quell’ingrata e prestigiosa funzione, ma si rivela presto in possesso di voce ragguardevole, talento di comicità iperbolica non così comune, nel panorama contemporaneo, e in più l’è anca un brào fioeu. Per la prima sera, merita un benebravo7+

Altri ed eventuali: Bugo, Morgan e Noa. Sommati, vanno un po’ oltre la sufficienza, presi uno a uno magari anche di no. Morgan è un musicale di razza antiqua, ma la promessa Ritornerai suonata come-fosse-un-tango un tango vero non era; Noa mescola e con una discreta schiena seminuda; Bugo boh, bella camicia, poche storie.
Voto totale: 6+

Maurizio Lauzi: sul mio , vincitore della serata (voto 8). Deve ritirare il Premio Tenco assegnato al padre e fa salire sul palco la madre perché non me la sono sentita (grande, un sincero), poi va al piano e , con un’intelaiatura armonica da standard di Rodgers & Hart e il timbro di un Alan Sorrenti da giovane.
Oggi è la volta di alcuni da cui ci si aspetta moltissimo: , Premio Tenco per il miglior disco d’esordio e la sublime . A domattina, dal vòster sèmper vòster Choukh DeVille.

Potrebbe interessarti anche: , Campofestival: musica dalle aree celtiche, XXII edizione al Castello Spinola , Rovazzi: il nuovo video Faccio quello che voglio ambientato anche a Genova , Niente Festival Cresta 2018 ai Giardini Baltimora: «Nessuno ci ha detto nulla» , Villa Bombrini Estate V!va 2018: programma, concerti ed eventi , EstateSpettacolo 2018 al Porto Antico: programma, concerti ed eventi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Hereditary Le radici del male Di Ari Aster Horror U.S.A., 2018 Quando l’anziana Ellen muore, i suoi familiari cominciano lentamente a scoprire una serie di segreti oscuri e terrificanti sulla loro famiglia che li obbligherà ad affrontare il tragico destino che sembrano aver ereditato. Guarda la scheda del film