Concerti Imperia Venerdì 21 ottobre 2005

Il Tenco in ordine alfabetico

Genova - Gentili amiche e amici, il cronista mondano che più amate ha deciso di fare il serio, per tre giorni in tutto l’anno solare. Dalla , vi spedisce perciò un alfabeto tenchiano diviso per giornate, manchevole come tutto ciò che è umano, però sincero e in ogni caso pensato apposta per voi tutte e tutti. Comincio con l’alfabeto nr. 1

A: , alfa e omega dei miei articoli su mentelocale.it, presentatore della Rassegna Tenco da quando la nazionale di calcio la allenava . Da quest’anno, esiste un : si è ammessi se si conoscono le di lui gesta e prodezze e qualche verso erotico del Tasso o .

B: Alberto Bazzurro, critico musicale e gran signore dell’òpimo . A lui spetta di avere individuato nel vostro cronista mondano prediletto il sosia reincarnato di . Grazie, è vero ma son più bello. Anche come Francesco Baccini, cantante che ora sta a ma ha nel cuore .

C: Roberto Coggiola, centromediano metodista nell’Uruguay che distrusse i sogni , gentilhombre e fotografo senza uguali non solo in Latinoamerica. Il , con foto di cantanti, di vita e di musica, è imperdibile.

E: Enrico de Angelis, anima del Tenco e massimo storico della canzone d’autore in Europa Occidentale (almeno). Anche una persona fra le più delicate del mondo che, , è raro come trovare un Papa che non ami viaggiare.

G: Guccini Francesco, professione: artista a 360 gradi, a tutto tondo, professionista, quèi ròb lì che piacciono ai giornalisti. Alle 3 della mattina cantava e suonava come fossimo a Sanremo, Louisiana, U.S. of A. Da lungo tempo nella leggenda.

L: Lorena e Paola, che hanno allestito una spettacolare mostra di reperti del Tenco. Cose mai viste, tipo la macchina da scrivere antidiluviana di e una bottiglia di Vermentino d’Autore (come la canzone, no?), riserva Crespi, del '75 o giù di lì: al tempo della seconda Rassegna!

M: Gianni Mura, mio collega (ehm) di giornale, legge e da lei è letto, è amico di e ha fondato il club dei , di cui sono socio anche io, amici miei e non della ventura. Al Tenco c’è sempre, perché capisce di musica come pochi nel suo mestiere e altrove.

P: , che tutti voi conoscete a menadito. Sua la regìa dello spettacolo e il fantasmagorico fondopalco, con 200 foto del maestro e professore Roberto 'Che' Coggiola.

T: , il locale più hip di Roma Capoccia, dove hanno suonato i meglio cantautori della Rassegna Tenco. Ne è titolare un avvocato mio coetaneo, il già mitologico , marito di e instancabile consumatore di sostanze etiliche a gradazione medio-alta. Ne sentirete parlare negli anni avvenire.
Anche Tuttinsieme: Silvestri, Baccini, Morgan, Van De Sfroos e Cammariere a suonare due pezzi l’uno e poi inventarsi un’"Arca di Noè" di bella come 35 anni fa, al Festival di Sanremo (quello meno famoso), anzi quasi di più.

V: David Van De Sfroos, cantante e poeta lacustre, voce ruvida e presenza da attore consumato sul palco dell’Ariston. Con Baccini, ha reinventato la "Lettera da lontano" di come nessun altro avrebbe neppure immaginato.

Ne mancano tanti? Eh, per forza: questo è l’alfabeto numero uno, no?

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Lo sguardo di Orson Welles Di Mark Cousins Documentario 2018 What's in the box? Cosa c'è nella scatola? si chiede Mark Cousins cineasta e studioso di cinema, già autore della sua nota (e preziosissima) rilettura personale della storia del cinema in The Story of Film (2011). Grazie all'accesso... Guarda la scheda del film