La vedova allegra, spettacolo tra amori e tradimenti - Teatro Sociale di Camogli - Camogli (Genova)

10/10/2018

Domenica 17 febbraio 2019

Ore 17:00

TERMINATO

Camogli (Genova) - Domenica 17 febbraio 2019, alle ore 17, appuntamento con La vedova allegra al Teatro Sociale di Camogli. Operetta in tre Atti di Victor Léon e Léon Stein; musica di Franz Léhar, dirige il Maestro Stefano Giaroli. Regia di Alessandro Brachetti.

Camogli (Genova) - Nella Parigi di inizio Novecento, all’ambasciata del Pontevedro - minuscolo e fantomatico stato mitteleuropeo - si dipana la storia d’amore fra il conte Danilo Danilovich e Hanna Glavari, ricca e giovane vedova del banchiere di corte ambita da uno stuolo di pretendenti francesi. In questa ricca e colorata edizione, diretta dal Maestro Stefano Giaroli, i ruoli dei due protagonisti sono interpretati dal soprano Susie Georgiadis e dal tenore Antonio Colamorea. Nei panni dell'irresistibile Niegus, improbabile e intrigante cancelliere, il baritono Alessandro Brachetti, che firma anche la regia.

Camogli (Genova) - In un vortice di amori e tradimenti, la storia parla di un mondo in cui tutti sono baroni o almeno visconti; dove lo champagne scorre a fiumi e i locali notturni sono pieni di donnine allegre, mentre i mariti vedono solo le corna altrui e non le proprie. Un mondo in cui ci si veste in fracksi balla il valzer tessendo intrighi e i bilanci statali si salvano sposando le belle ereditiere. La mano felice di Franz Léhar ci conduce al lieto fine, alternando Valzer (Tace il Labbro, Le Sirene del Ballo), Arie (Vo’ da Maxim’s, La Vilja), Marce (E’ scabroso le donne studiar) e scatenati Can Can, in un’atmosfera di sogno e divertimento che fanno de “La Vedova Allegra” il capolavoro assoluto del grande musicista austriaco. Punta di diamante della belle époque - che tra illusioni, risate e joie de vivre racconta qui il suo ultimo languido trionfo - questa operetta è diventata il simbolo del genere stesso e resta un imbattuto cavallo di battaglia capace di sfidare ogni tempo e ogni moda, in una rinascita perenne.

Sul palco, insieme al Corpo di ballo Novecento, animato dalle coreografie di Salvatore Lorito, Elena Rapita (Valencienne), Domingo Stasi (Camillo de Rossillon), Fulvio Massa (Barone Zeta), Silvia Felisetti (Olga Kromov), Marco Falsetti (Capitano Kromov) e Alessandro Garuti (Vsconte Cascadà). Costumi di Artemio Cabassi e scenografie diArteScenica Regio Emilia.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 26/04/2019 alle ore 05:54.

Potrebbe interessarti anche: Notre Dame - Il mistero della cattedrale, dal 24 maggio al 26 maggio 2019 , Tosca, dal 2 maggio al 12 maggio 2019 , I Legnanesi - 70 voglia di ridere c'è, dal 10 maggio al 11 maggio 2019 , La classe operaia va in paradiso, fino al 28 aprile 2019

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.