Giornata Europea della Cultura Ebraica 2018 a Genova: il programma - Sinagoga e Museo ebraico di Genova - Genova

08/10/2018

Fino a domenica 14 ottobre 2018

Ore 20:30, 10:00

© Pixabay

TERMINATO

Genova - Domenica 14 ottobre 2018 torna la Giornata Europea della Cultura Ebraica, manifestazione che invita a conoscere e approfondire storia, tradizioni e cultura degli ebrei, minoranza presente nel Paese da oltre duemila anni. Coordinata e promossa in Italia dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e giunta alla diciannovesima edizione, la Giornata propone anche quest’anno un fitto programma di iniziative, che avranno luogo in 87 località diffuse in 15 regioni, da nord a sud alle isole. Un tema inedito farà da fil rouge tra tutti gli eventi: Storytelling. Le storie siamo noi. Un richiamo alle radici stesse dell’ebraismo, che affondano nelle ‘storie’ narrate nella Torah, la Bibbia ebraica, patrimonio di tutta l’umanità.

Genova - Città capofila, e luogo dove si inaugura ufficialmente la manifestazione, è per il 2018 Genova. Una scelta avvenuta prima dell’estate e della tragedia del crollo del Ponte Morandi, e che è stata confermata, dopo un attento confronto con le Autorità locali, nell’intenzione di lanciare un messaggio positivo, di fiducia e speranza. Un'anteprima della Giornata Europea della Cultura Ebraica a Genova 2018 è sabato 13 ottobre, presso la Sinagoga di via Bertora, 6. Alle 20.30, dopo l'Avdalah (cerimonia per la fine dello Shabbat, il sabato ebraico), va in scena lo spettacolo Il Bignami di Mosè. La storia delle tradizioni orali e musicali del popolo ebraico, di e con l'attore e cantante Eyal Lerner, accompagnato da Julio Fortunato alla fisarmonica e dal coro Shlomot. Ma ecco il programma di domenica 14 ottobre:

  • Alle 10, ha luogo l'inaugurazione ufficiale della Giornata Europea della Cultura Ebraica, nella Sinagoga di Via Bertora, 6. La Giornata inizia con un momento di preghiera in ricordo delle vittime della tragedia del Ponte Morandi. Seguono i saluti delle Autorità.
  • Alle 10.45, in Sinagoga, orazione ufficiale di Rav Benedetto Carucci Viterbi, Docente di Esegesi Biblica e Letteratura Rabbinica: Raccontare per vivere. Raccontare è vivere.
  • Alle 11.30, incontro in Sinagoga con Andrée Ruth Shammah, regista teatrale e direttrice del Teatro Franco Parenti di Milano, intervistata dall'attrice e regista Miriam Camerini.
  • Alle 15, presso il Museo Ebraico di Genova (Via Bertora, 6), inaugurazione della mostra La razza nemica, proveniente dal Museo della Shoah di Roma, in occasione dell’ottantesimo anniversario dalla promulgazione delle leggi antiebraiche del 1938. Dopo i saluti dell'artista Danièle Sulewic e del presidente del Festival della Scienza di Genova Marco Pallavicini, intervengono il Presidente della Fondazione Museo della Shoah di Roma Mario Venezia e il curatore della mostra Marcello Pezzetti.
  • Si prosegue nella Sinagoga di Genova, alle ore 16, con una tavola rotonda su Letteratura ebraica tra tradizione, modernità e lingua. Intervengono Laura Salmon, Shaul Bassi, Sarah Kaminski. Modera David Bidussa.
  • Alle 18.15, intervento in Sinagoga del Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Genova Rav Giuseppe Momigliano, dal titolo Adam - Adamo, David, Messia. Fili nascosti e intrecci sorprendenti di un racconto che parte da lontano e guarda lontano.
  • Durante gli incontri di approfondimento, intervalli con letture di brani della tradizione ebraica a cura di Pietro Fabbri. Nel corso della giornata, nella Sinagoga, letture di storie bibliche per bambini e una piccola fiera del libro ebraico e di opere di Emanuele Luzzati.
  • La manifestazione si chiude alle ore 20.30, al Teatro della Tosse di Genova, con lo spettacolo Il violinista sul tetto - Fiddler on the roof, storico musical composto da Jerry Bock su libretto di Sheldon Harnick e Joseph Stein, ambientato in un immaginario villaggio ebraico della Russia zarista, tratto dai racconti di Sholem Aleichem. Un classico del teatro ebraico-americano, originariamente diretto e coreografato a New York da Jerome Robbins, messo in scena a Genova - per speciale concessione del produttore Arnold Perl - dalla compagnia teatrale Gli amici di Jachy, con la regia di Paolo Pignero. Questa produzione amatoriale è presentata grazie alla licenza speciale concessa da Music Theatre International (Europe), che ha anche fornito i materiali autorizzati.

Genova - Ma la Giornata Europea della Cultura Ebraica porta a Genova eventi anche nei giorni precedenti e successivi il 14 ottobre. A partire dalle visite guidate nei luoghi ebraici della città. Un percorso inusuale è quello di venerdì 12 ottobre, quando si potrà visitare l'antico cimitero ebraico di Staglieno, con partenza alle 14.30 (appuntamento in piazzale Resasco, info e prenotare mail, 328 4222168). Domenica 21 ottobre sarà la volta della Sinagoga e del Museo Ebraico, che sono visitabili alle 10.30 (visita gratuita). Per maggior informazioni sul programma complessivo di Genova Città Capofila: 010 8391513, mail.

La Giornata Europea della Cultura Ebraica gode del Patrocinio del Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, del Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani. E’ inoltre riconosciuta dal Consiglio d’Europa.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 14/12/2018 alle ore 21:05.

Potrebbe interessarti anche: Musei di Genova: ingresso gratis la domenica per i residenti. L'elenco, fino al 30 dicembre 2018 , Open days alla Fondazione Renzo Piano: viaggio tra modelli e progetti, fino al 15 dicembre 2018 , Apre al pubblico il Salotto del Cavalier Tempesta a Palazzo Lomellino, fino al 6 gennaio 2019 , Acquario di Genova, Mercoledì dei Genovesi d'autunno 2018: biglietto a metà prezzo, fino al 19 dicembre 2018

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Se son rose Di Leonardo Pieraccioni Commedia Italia, 2018 Cosa succederebbe se qualcuno mandasse di nascosto alle tue ex dal tuo cellulare: "Sono cambiato. Riproviamoci!"..? È quello che accade a Leonardo Giustini giornalista che si occupa di tecnologia e innovazione per il web. Sua figlia, stanca di vedere... Guarda la scheda del film