Tosca, l'opera degli eccessi tra suspance e colpi di scena

02/10/2018

Da giovedì 2 maggio a domenica 12 maggio 2019

Ore 20:00, 15:30

Acquista biglietti

Genova - Tosca è l’opera degli eccessi: la gelosia di Tosca, l’eroismo repubblicano di Mario Cavaradossi, la cattiveria del Barone Scarpia - tutto è estremo, in questa vicenda ambientata nella Roma politicamente in subbuglio del 1800. I momenti forti, nel libretto di Illica e Giacosa, non si contano: la tortura di Cavaradossi e la sua fucilazione in scena; la libidine sfrenata di Scarpia; la sua uccisione per mano di Tosca (che non fece “mai male ad anima viva”) accompagnata da un rituale tra il macabro e il solenne; il salto nel vuoto di Tosca dai bastioni di Castel Sant’Angelo.

Genova - Suspense e colpi di scena su uno sfondo storico: tratta dall’omonimo dramma di Victorien Sardou, specialista del teatro a tinte forti di moda nella Parigi di fine ’800, Tosca è già cinema. E cinematografica è la musica di Puccini, con tempi incalzanti, melodie coinvolgenti e armonie inattese.

Genova - Il Teatro Carlo Felice mette in scena l’opera più verista di Puccini dal 2 al 12 maggio in un allestimento dei Teatri di OperaLombardia e della Fondazione I Teatri di Reggio Emilia che nel settembre 2018 ha riscosso grande successo al Teatro Grande di Brescia. La regia di Andrea Cigni lavora sulla gestualità dei personaggi, sugli spazi, sghembi e claustrofobici, disegnati da Dario Gessati, sui costumi anni ’80 dell’Ottocento (spostati in avanti, dunque, rispetto all’ambientazione originaria nella Roma dei primi del 1800) di Lorenzo Cutùli e, soprattutto, sulle luci di Fiammetta Baldiserri, che non si limitano a illuminare, ma scavano nella psicologia dei protagonisti. Una regia in parte tradizionale (nessuna forzatura nei confronti del libretto, se non la datazione) ma anche moderna per il taglio cinematografico e la consapevolezza delle ragioni profonde che muovono i personaggi.

Un doppio/triplo cast di lusso, per questa attesa Tosca al Teatro Carlo Felice: Maria José Siri e Donata D’Annunzio Lombardi (Tosca), Murat Karahan, Diego Torre e Jorge de Léon (Mario Cavaradossi), Alberto Gazale, Devid Cecconi e Carlos Àlvarez (Scarpia). E poi, a completamento della locandina, John Paul Huckle (Angelotti), Matteo Peirone (Il Sagrestano), Didier Pieri (Spoletta), Ricardo Crampton (Sciarrone).

Sul podio dell’Orchestra del Teatro Carlo Felice, Valerio Galli, uno dei pucciniani più esperti tra i giovani direttori. Coro del Teatro Carlo Felice e Coro di Voci Bianche del Teatro Carlo Felice diretti, rispettivamente, da Francesco Aliberti e Gino Tanasini. 

Potrebbe interessarti anche: Notre Dame - Il mistero della cattedrale, dal 24 maggio al 26 maggio 2019 , I Legnanesi - 70 voglia di ridere c'è, dal 10 maggio al 11 maggio 2019 , Gaetano Triggiano - Real Illusion Tour 2019, 9 maggio 2019 , Corso di messinscena teatrale con Daniela De Blasio e Paola Ratto, fino al 18 maggio 2019

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.