Rendez‑Vous 2200. L'uomo incontra il lupo, spettacolo alla Claque - La Claque - Teatro della Tosse - Genova

17/10/2017

Lunedì 30 ottobre 2017

Ore 19:00

© Francesca Ferrai

TERMINATO

Genova - All'interno della programmazione invernale della stagione 2017/18, il teatro La Claque della Tosse ospita sul palco Rendez-Vous 2200, con la regia di Lorenzo Maragoni, in scena lunedì 30 ottobre alle 19.
Lo spettacolo è inserito anche nel cartellone del Festival della Scienza 2017 di Genova.

Genova - Il lupo è la radura dell'anima. Svela ciò che rimane nascosto nelle storie che raccontiamo a noi stessi. Noi siamo nell'ombra del lupo. L'ombra che noi creiamo ostacolando la sua luce - scrive il filosofo Mark Rowlands ne Il lupo e il filosofo. Lezioni di vita dalla natura selvaggia

Genova - Quale lotta oggi l'uomo ingaggia contro il lupo? Chi è il lupo? L'animale che torna a popolare le nostre terre o il diverso che cerchiamo di addomesticare? Tre personaggi si muovono in un bosco al crepuscolo. Un biologo, una fotografa e una turista. Il lupo è tornato sulle Alpi e loro si trovano, ognuno con la propria storia, ad affrontare questa nuova convivenza. I tre scrutano la natura, avvertono suoni, presenze. Uno strano rendez-vous in alta quota. E parlano: di loro e del lupo. Come se attraverso le loro vite potessero incontrare il lupo, e come se attraverso il lupo potessero conoscere se stessi. È notte e i tre si fermano in un punto potenzialmente ideale per avvistare il lupo. Hanno sensazioni differenti, un’eco della propria vita, mediata dall’esperienza reale, oppure frutto di immaginazione, credenze, superstizione o della paura. La paura del bosco, di un suono, di un fremito. La paura di ciò che non si vede e non si conosce. La paura dell’estraneo, dell’altro da sé, lupo o uomo che sia.

Nel corso della notte, il luogo prescelto per l’avvistamento si fa denso, il bosco incombe e penetra nell’animo dei tre personaggi. Parlano, osservano, tacciono. E sentono, come una presenza, lo sguardo del bosco su di sé. Una suggestione si insinua con forza: il lupo è vicino, terribilmente vicino. Una suggestione che prende forma, rendendo il bosco un teatro sinistro e crudele. Si uccide il selvaggio, il diverso, per dominare noi stessi. Ma rimane una domanda: che futuro ci attende?

Con Stefano Pietro Detassis, Maura Pettorruso (anche autrice della drammaturgia) e Marta Marchi, scene e costumi di Tessa Battisti, light design di Alice Colla, tecnica di Claudio Zanna e organizzazione Daniele Filosi.

Lo spettacolo è una produzione TrentoSpettacoli e Muse - Museo delle Scienze, ed è stato realizzato anche grazie al contributo Life, uno strumento finanziario della Commissione Europea nell’ambito del progetto Life Wolfalps, con l’obiettivo di realizzare azioni coordinate per la conservazione a lungo termine della popolazione alpina di lupo.

Contatti: 333 2753033 - samuela.caliari@muse.it.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 24/04/2019 alle ore 06:40.

Potrebbe interessarti anche: Notre Dame - Il mistero della cattedrale, dal 24 maggio al 26 maggio 2019 , Tosca, dal 2 maggio al 12 maggio 2019 , I Legnanesi - 70 voglia di ridere c'è, dal 10 maggio al 11 maggio 2019 , Gaetano Triggiano - Real Illusion Tour 2019, 9 maggio 2019

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.