Festival dell'Eccellenza al Femminile: il programma di novembre tra spettacoli e incontri - Genova

Festival dell'Eccellenza al Femminile: il programma di novembre tra spettacoli e incontri - - Genova

09/11/2021

Fino a domenica 28 novembre 2021

Ore 17:00

CalendarioDate, orari e biglietti

Genova - La XVII edizione del Festival dell’Eccellenza al Femminile - Next Generation Women, dedica un itinerario tematico di genere all’argomento chiave del cambiamento culturale per rimettere l’essere umano al centro del proprio futuro: la Cura. Il Festival, A Genova e nella Città Metropolitana durante il mese di novembre, affronta le tematiche dell’emergenza sanitaria e il suo impatto sulle donne e sul mondo della cultura e dello spettacolo. Ideata e diretta da Consuelo Barilari, la manifestazione intende offrire uno spazio di confronto pubblico per dare forza alle linee progettuali di genere in grado di innescare trasformazioni e rilancio dei ruoli delle donne nel piano Next Generation. Si identificano nella Cultura i luoghi della guarigione, quali il teatro, la scrittura, l’autobiografia, il fumetto, le arti performative.

Genova - La Cultura che Cura è un progetto realizzato dal Festival dell’Eccellenza al Femminile in collaborazione con l’Università degli Studi di Genova, e con il contributo di Anna Solaro. In programma, ospiti come Nicoletta Dacrema (Prorettrice Vicaria Unige), Elisa Bricco e Chiara Rolla (docenti di letteratura Francese, Unige), Maria Teresa Giaveri (giornalista e traduttrice Chevalier des Arts et des Lettres della Repubblica Francese), per raccontare la storia della donna che iniziò la lotta contro il vaiolo, la giovane grafica Isabella Di Leo con la sua ‘storia a fumetti di una guarigione’ (sabato 6 ore 17 presso il Centro Civico Buranello) e il filosofo Duccio Demetrio (Direttore scientifico del Centro Nazionale Ricerche e studi autobiografici della Libera università dell'Autobiografia di Anghiari) che parlerà di come scrivere e raccontarsi aiuti a guarire.

Genova - Snodo tematico di tutta la manifestazione sarà il convegno internazionale di mercoledì 10 novembre (alla Nuova Biblioteca Universitaria di Genova), che sviluppa il concetto di Teatro come luogo di cura per eccellenza: Nuovi paradigmi teatrali / Drammaturgie di genere e nuovi linguaggi. Tra gli ospiti, Milagro Martín Clavijo (Università di Salamanca), Gianfranco Bartalotta (Università di Roma Tre), Elli Papakostantinou, Carlo Fanelli (Università della Calabria), Roberto Trovato (Università di Genova), Linda Kaiser, Silvana Zanovello, Lina Prosa, Andrea Porcheddu, Patrizia Monaco, Angela Di Maso, Ilaria Rossini. Si continua a riflettere su creatività e genere giovedì 11 novembre al Museo Biblioteca dell’Attore con Silvia Siravo che presenterà il progetto editoriale Musa e Getta. Sedici scrittrici per sedici donne indimenticabili (ma a volte dimenticate) da lei curato insieme a Arianna Ninchi (Ponte alle Grazie, 2020), con una lettura del capitolo dedicato alla compagna di Modigliani, Jeanne Hébuterne scritto da Ilaria Gaspari. Allo sport è dedicato l’incontro del 12 novembre, con il romanzo Giovinette. Le calciatrici che sfidarono il Duce di Federica Seneghini e Marco Giani.

Al centro del Festival resta la rassegna teatrale tutta al femminile realizzata in residenza al Teatro Nazionale di Genova, aperta con successo in ottobre. Dal 16 novembre si riprende - con molte produzioni e coproduzioni create in residenza - presso la Sala Mercato. Anna Paola Vellaccio, Galatea Ranzi, Gaia Aprea, Viola Graziosi, Giuliana Musso, Beatrice Visibelli, Bruna Braidotti, Arianna Ninchi e Milo Priunotto affronteranno sulla scena storie che spesso incrociano i temi toccati lungo i sentieri esperienziali della Cultura che Cura. A sviluppare il dibattito saranno altri ospiti eccellenti: il regista Fabrizio Arcuri, la presidente del Movimento per i Diritti delle Prostitute, Carla Corso, la giornalista di Radio Rai Laura Palmieri, la classicista Eva Cantarella, le scrittrici Ritanna Armeni, Alessandra Cenni e Valeria Palumbo. 

Appuntamenti:

Martedì 9 novembre (ore 17) - Nuova Biblioteca Universitaria (via Balbi 40): Luoghi della Cura/l’autobiografia - Scrivere per guarire? In che modo la scrittura della propria autobiografia cura e genera cambiamenti. Conduce Erica Manna, giornalista La Repubblica. Con Duccio Demetrio, direttore scientifico del Centro Nazionale Ricerche e studi autobiografici della Libera università dell'Autobiografia di Anghiari; Anna Solaro, Responsabile Alta Formazione e Teatro Sociale. L’effetto terapeutico della scrittura, della autobiografia, dello scrivere su di sé. Si riconoscono infatti alla scrittura, anche in ambiti scientifici e clinici, prerogative e compiti efficaci di carattere auto-curativo e, in alcuni casi, terapeutici. 

Mercoledì 10 novembre (ore 10.30 – 13/15 - 18) Nuova Biblioteca Universitaria (via Balbi 40): Luoghi della Cura/Il Teatro - Nuovi paradigmi teatrali. Drammaturgie di genere e nuovi linguaggi, Convegno Internazionale in collaborazione con Teatro e Critica. Attraverso la collaborazione con le reti delle Università italiane, già attive come soggetti promotori del Premio Ipazia alla Nuova Drammaturgia il Festival intende coinvolgere alcune tra le più rappresentative drammaturghe, registe e studiose in Italia e all’estero. In particolare il Convegno si rivolge all’attenzione degli studenti e giovani drammaturghi, stimolando una riflessione sui temi della drammaturgia al femminile e sulla trasformazione delle politiche teatrali in questo particolare momento post pandemia. L’iniziativa si svolgerà in presenza e sarà trasmessa in streaming sui canali del Festival dell’Eccellenza al Femminile (Facebook – YouTube).

Giovedì 11 novembre (ore 17) Museo Biblioteca dell'Attore: Luoghi della Cura/La scrittura - Musa e Getta: Lettura e presentazione del progetto editoriale. Tratto dal libro Musa e getta. Sedici scrittrici per sedici donne indimenticabili (ma a volte dimenticate) a cura di Arianna Ninchi e Silvia Siravo - Ponte alle Grazie, Milano, 2020. La 16 autrici - Ritanna Armeni, Angela Bubba, Maria Grazia Calandrone, Elisa Casseri, Claudia Durastanti, Ilaria Gaspari, Lisa Ginzburg, Chiara Lalli, Cristina Marconi, Lorenza Pieri, Laura Pugno, Veronica Raimo, Tea Ranno, Igiaba Scego, Anna Siccardi, Chiara Tagliaferri - svelano qui altrettante donne meravigliose. Lettura di Jeanne Hébuterne scritto da Ilaria Gaspari, con Silvia Siravo. Musa e getta è un format al femminile con cui il Festival intende celebrare grandi donne come Lou Andreas-Salomé, Luisa Baccara, Maria Callas, Pamela Des Barres, Zelda Fitzgerald, Rosalind Franklin, Jeanne Hébuterne, Kiki de Montparnasse, Nadia Krupskaja, Amanda Lear, Alene Lee, Dora Maar, Kate Moss, Regine Olsen, Sabina Spielrein. e esaltarne l’arte di ispirare i talenti.

Venerdì 12 novembre (ore 17) Centro Civico Buranello/Biblioteca Gallino - Luoghi della Cura/Lo sport: Giovinette. Le calciatrici che sfidarono il Duce di Federica Seneghini e Marco Giani. Con l’autrice, Marco Fantasia, giornalista, Rai Sport, Antonio Nappi, allenatore professionista e Marco Giani, docente e autore del saggio, saranno presenti alcune calciatrici, con la collaborazione dell’Associazione La Consulta Femminile di Genova. Racconta la storia delle amiche che all’inizio degli anni Trenta danno vita al Gruppo femminile calciatrici milanese, la prima squadra di calcio femminile in Italia. 

Sabato 13 novembre (ore 16) Teatro Nazionale di Genova (Teatro Ivo Chiesa) - Premio Ipazia all'Eccellenza al Femminile Nazionale e Internazionale e Premio Lady Truck Raimondi Sirotti. Il Premio è assegnato ogni anno a 2 personalità, una nazionale e una internazionale che rappresentano le sezioni Arte - Cultura - Scienza, Economia, Diritto e Società. Il Premio viene assegnato alle persone che, selezionate tra le candidature, sono individuate come figure di spicco e simbolo di eccellenza, esemplari nelle professioni, nelle arti, nella ricerca scientifica e tecnica e nel servizio sociale. Evento spostato.

Spettacoli della rassegna teatrale (dal 16 al 28 novembre 2021): martedì 16 novembre (ore 18) nel Foyer della Sala Mercato - Incontro con Agota Kristof: L’irriducibile resistenza della vittima. Conduce Erica Manna, giornalista La Repubblica. L’amore è anche volontà di possedere l’altro. Quando questo istinto va fuori controllo gli esiti sono nefasti, Ágota Kristóf riflette sulla natura ambigua delle relazioni e sulla contraddittorietà dei desideri dando voce, a chi subisce l’oppressione. Alle ore 20.30, in Sala Mercato, in scena La chiave dell'ascensore, testo di Agota Kristof, traduzione di Elisabetta Rasy, con Anna Paola Vellaccio. 

Mercoledì 17 novembre (ore 18) nel Foyer della Sala Mercato. Incontro La nuova Fedra con Eva Cantarella, grecista e scrittrice, autrice dell’opera teatrale. A seguire alle ore 20.30 Fedra diritto all'amore, testo originale di Eva Cantarella, con Galatea Ranzi. Regia e immagini Consuelo Barilari.

Giovedì 18 novembre (ore 18) nel Foyer della Sala Mercato. Incontro Fedra 2000 anni di storia e diritti con Laura Palmieri, giornalista Radio 3 e Galatea Ranzi, attrice. Da Seneca a Racine il tabù dell’amore di una donna per un uomo più giovane e la ribellione in nome della passione. A seguire alle ore 19.30 Fedra diritto all'amore.

Venerdì 19 novembre (ore 18) nel Foyer della Sala Mercato. Incontro Il lavoro sessuale con Laura Palmieri, giornalista Radio 3, Carla Corso, presidente Movimento per i Diritti delle Prostitute, Silvia Neonato, giornalista, Mariella Popolla, sociologa. Un contributo all'attuale dibattito sulla relazione tra corpi, lavoro e sessualità, attraversando il femminismo abolizionista, fino ai movimenti per i diritti delle sex worker. A seguire ore 20.30 La maîtresse, liberamente tratto da Memorie di una maîtresse americana di Nell Kimball, riduzione teatrale e regia Gaia Aprea. Replica sabato 20 novembre alle ore 19.30.

Domenica 21 novembre (ore 16) in Sala Mercato Amo dunque sono, da Sibilla Aleramo, testo Alessandra Cenni, ideazione e regia Consuelo Barilari. Martedì 23 e mercoledì 24 novembre (ore 20.30) in Sala Mercato La scimmia, spettacolo di e con Giuliana Musso, liberamente ispirato al racconto Una Relazione per un’Accademia di Franz Kafka

Giovedì 25 novembre (ore 17) alla Sala Agave ex Convento dell'Annunziata (Sestri Levante) incontro in collaborazione con il comune di Sestri Levante e Teatri del Levante per la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donna con le Associazioni del Tigullio. Alle ore 18 Luisa, spettacolo di e con Bruna Braidotti, produzione La Scena delle Donne Compagnia Arti e Mestieri. Alle ore 18 nel Foyer di Sala Mercato incontro Doppio Taglio vittime e carnefici nella relazione violenta, con Silvana Zanovello, critica teatrale, Valeria Palumbo giornalista. A seguire alle ore 19.30 La mite di Fëdor Dostoevskij, adattamento e regia Nicola Zavagli.

Venerdì 26 novembre (ore 20.30) in Sala Mercato Musa e Getta - Il Testamento di Nadia Krupskaja, spettacolo Testo di Ritanna Armeni, con Arianna Ninchi. Alla fine dello spettacolo, La musa della rivoluzione, incontro con Ritanna Armeni, giornalista e scrittrice. Conduce Silvia Neonato, giornalista e storica delle donne.

Sabato 27 novembre (ore 19.30) in Sala Mercato The block - Il muro, spettacolo con Milo Prunotto, regia di Matteo Corradini. Domenica 28 novembre replica alle ore 16. A seguire La regola, incontro Con Marco Fantasia, giornalista sportivo RAI SPORT, e Giulia Pisani, ex pallavolista e giornalista sportiva RAI, Milo Prunotto, attrice.

Tutti gli incontri, i dibattiti sono ad ingresso gratuito e l’accesso sarà consentito esclusivamente ai visitatori muniti di green pass. Tutti gli altri spettacoli del Festival possono essere acquistati con gli abbonamenti del Teatro Nazionale di Genova. Biglietti: intero 16 euro, ridotto 11 euro. Biglietteria telefonica 010 5342400 (da martedì a sabato ore 10-13 e 15-18). Biglietteria online 0105342300 o tramite e-mail.

Per informazioni chiamare al numero 010 6048277 o scrivere un'e-mail. Per ulteriori informazioni visitare il sito di Eccellenza al Femminile o il sito del Teatro Nazionale di Genova

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 28/11/2021 alle ore 16:36.

Potrebbe interessarti anche: Massimo Ranieri in Sogno e Son Desto 500 Volte, 4 gennaio 2022 , La Vedova Allegra, dal 30 dicembre 2021 al 5 gennaio 2022 , Michele Serra - L'amaca di domani, 2 febbraio 2022 , Maurizio Lastrico - Made in S. Olcese (the Suinicon valley), dal 31 dicembre 2021 al 4 gennaio 2022

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.