Per le parti di lei che sono mie: Rassegna di Drammaturgia Contemporanea 2020 - Genova

Per le parti di lei che sono mie

Rassegna di Drammaturgia Contemporanea 2020

19/06/2020

Da mercoledì 15 luglio a sabato 25 luglio 2020

Ore 20:30, 19:30

CalendarioDate, orari e biglietti

Genova - All'interno della rassegna di Drammaturgia Contemporanea 2020 del Teatro Nazionale di Genova (25esima edizione, da mercoledì 8 luglio a sabato 18 luglio), va in scena lo spettacolo Per le parti di lei che sono mie. Tre donne, tre delitti. Tre racconti di Maurizio de Giovanni Colpa del pomeriggio, Storia di una principessa, La moglie del mostro ,con Federica Granata, Lisa Lendaro e Lucia Fontanelli, luci Aldo Mantovani
regia Mercedes Martini, produzione Teatro Nazionale di Genova. L'evento è al Teatro della Corte Ivo Chiesa da mercoledì 15 luglio a sabato 25 luglio 2020.

Genova - Un viaggio nella scrittura e un omaggio all’aspra visionarietà di un narratore del calibro di Maurizio de Giovanni: tre testi noir trasposti per il teatro. Ecco, dunque, un progetto scenico articolato, un trittico che esplode dai gangli oscuri del crimine, che dà voce e storia a tre delitti. Un affondo nella mente e nelle tensioni di tre figure, che svelano cosa c’è al principio di tutto e cosa immediatamente prima del gesto omicida. Flussi di coscienza, voci, sguardi. Sono “innesti di delitto”, come li definisce la regista Mercedes Martini, che scrive: «Tre donne che non si conoscono, e molto diverse: una figlia, una moglie, una madre. Rivivono e raccontano l’attimo del compimento, il fiorire malato di una promessa, come hanno vissuto la vigilia di tragedia.

Genova - Le tre storie si intrecciano. Ognuna nello spazio costretto della reclusione, fisica e psicologica, racconta e ascolta le altre scoprendo in un luogo di solitudine, le risonanze comuni della propria storia. Hanno l’urgenza di raccontare per capire per quale ragione è andato tutto storto. Il seme guasto sta in una frazione del tempo chissà quando, ed è allora che si pianta in ognuna. È l’azione che le trasforma, e che segna per sempre le loro vite. Il pomeriggio vuoto in cui ho saputo come incatenare quel ragazzo a un giuramento. L’istante in cui quegli occhi di ghiaccio li ho visti la prima volta e avrei voluto decifrarli. Il momento in cui da bambina mi sono girata sentendomi chiamare principessa, ma non ero io.

Il palcoscenico nudo sarà il loro spazio condiviso, dove le tre donne percorreranno per l’ennesima volta le ragioni che le hanno portate dove sono. Le tre protagoniste sono esse stesse il seme guasto, piantate in fondo a un pozzo, oppresse dalle loro storie. Devono guardare in alto, come a voler crescere, uscire da quel pozzo, germogliare fuori da quelle pareti nere e altissime. Intrecciando le loro storie arriveranno all’inevitabilità dei loro gesti, come una pallina su un piano inclinato».

Affidato alle tre attrici Federica Granata, Lisa Lendaro e Lucia Fontanelli, Per le parti di lei che sono mie fa risuonare, ancora e sempre, lo spettro della tragedia del nostro tempo, che può celarsi in ognuno di noi. Riconosciuto dalla critica come una delle voci più significative del genere noir, Maurizio de Giovanni (Napoli 1958) ha raggiunto il successo grazie alle serie di romanzi dedicati al Commissario Ricciardi e ai Bastardi di Pizzofalcone. Ha da poco debuttato come autore teatrale con lo spettacolo “Il silenzio grande” diretto da Alessandro Gassman. Lo spettacolo diretto da Mercedes Martini si basa su tre racconti pubblicati nella raccolta “Nove volte per amore”, in cui Maurizio de Giovanni rilegge con la propria immaginazione casi di cronaca nera.


I posti verranno assegnati dal Teatro in rispetto delle disposizioni per il contrasto al covid-19
Coloro che hanno acquistato un biglietto e desiderano usufruire dei posti ravvicinati destinati esclusivamente alle persone conviventi possono, successivamente all’acquisto, inviare una mail a servizioalpubblico@teatronazionalegenova.it"> entro il giorno precedente la recita scelta esplicitando il numero di posti richiesti e il nome delle persone conviventi. Questi posti disponibili in numero limitato verranno assegnati in base all’ordine cronologico delle richieste.
Per tutte le recite della Rassegna saranno disponibili 2 posti omaggio per persone in carrozzina con accompagnatore da richiedere inviando una mail a servizioalpubblico@teatronazionalegenova.it">
All’ingresso in teatro e per l’intera durata della rappresentazione è obbligatorio l’uso della mascherina.

Potrebbe interessarti anche: Arena estiva al Ducale 2020: cinema all'aperto sotto le stelle, fino al 30 agosto 2020 , Bruciabaracche, dal 13 novembre al 14 novembre 2020 , Massimo Ranieri in Sogno e Son Desto 500 Volte, 9 dicembre 2020 , Angelo Pintus - Destinati All'estinzione, dal 9 settembre al 14 settembre 2020

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.