Zena Guitar Festival - Genova

Zena Guitar Festival - Crazy Bull - Genova

07/10/2019

Sabato 9 novembre 2019

Ore 21:00

TERMINATO

Genova - con

  • Mauro Di Domenico
  • Pier Luigi Ferrari
  • Pier Luigi Ferrari & Attilio Zanchi
  • Fabio Mariani
  • Attilio Zanchi
  • Riccardo Zappa

Genova - Mauro Di Domenico

Genova - Insieme alla sua chitarra ha girato praticamente tutto il mondo collaborando con i più prestigiosi artisti sulla scena internazionale.

Iniziando questo viaggio negli anni ’70, in seguito pubblica il suo primo disco solista, da quel momento non si è mai fermato producendo dischi e progetti multimediali di impegno sociale e culturale…partecipando in maniera costante sia a progetti personali sia in collaborazioni con artisti Premi Oscar come i grandi: Ennio Morricone, Nicola Piovani, Giuseppe Tornatore, Luis Bacalov, Murray Abraham, La London Sinphony Orchestra e collaborazioni con Paul Sorvino, Giancarlo Giannini, Enrico Lo Verso, IntiIllimani, Alirio Diaz, Luis Sepulveda, Angel Parra, Isabel Parra, Roberto Vecchioni, Mauro Pagani, Arisa, Morgan, Chris Porter, Matteo Saggese, Massimo Ranieri, Phil Palmer, Danny Cummings, Mel Collins, Phil Manzanera, Shel Shapiro, Paolo Jannacci, Roberto Murolo, Eugenio Bennato, Musica Nova, Nuova Compagnia di Canto Popolare, Peppe Servillo, Bobby Solo, Marisa Sannia,…. solo per citarne alcuni.

Dall’anno dell’Oscar alla carriera a Ennio Morricone, è in tour con un personale progetto “DI DOMENICO Plays MORRICONE” “La LEGGENDA MORICONE-una vita per la Musica” con un brano inedito scritto e dedicato in esclusiva da Morricone a Di Domenico.

Nel 2018 pubblica un Libro/cd dal titolo ”Una chitarra tra Napoli e il Mondo” a cura di Donato Zoppo con prefazione di Ennio Morricone.

È membro Ambasciatore di Pace per la FUNVIC-UNESCO

Nel Maggio 2018 è stato pubblicato “EsSenza”cd dedicato a Pino Daniele con Special Guest: Phil Palmer,Danny Cummings,Mel Collins, Paolo Jannacci, Matteo Saggese, Mauro Pagani prefazione di Phil Manzanera.

Pier Luigi Ferrari

nato  a Siviglia (Spagna) da genitori italiani si muove inizialmente nell’area del jazz suonando in varie formazioni con: Paolino Della Porta, Attilio Zanchi, Riccardo Luppi, Massimo Colombo, Julius Farmer, Cristian Meyer e Mark Harris. In seguito collabora come dimostratore con case prestigiose quali: Fender, Yamaha, Washburn, e pubblica articoli didattici e trascrizioni  per riviste specializzate, rilasciando anche alcune interviste (Guitar Club – Chitarre). Svariate le testimonianze discografiche ed i tour concertistici nazionali con i seguenti artisti: Eugenio Finardi, Fabio Concato, Renato Zero, Faust’O, Pierangelo Bertoli, Marco Ferradini, Kaballa, Laura Fedele, Luca Jurman. Da diversi anni si è dedicato alla musica argentina suonando in concerto solo e in altre formazioni collaborando con Carlo Montoli, Manuela Ravaglioli, Annamaria Musajo, Sergio Lavia, Franco Finocchiaro. Nell’anno 2000 ha pubblicato il CD “Tangueria ” per la Compingo, nel 2001 ha collaborato con Daniel Pacitti nella realizzazione di una versione argentina della famosa opera “Carmen”, nel 2002 il recital di musica e poesia con Annamaria Musajo e l’attrice Annig Raimondi, negli anni seguenti partecipa a numerosi concerti organizzati dalla provincia di Milano in varie formazioni sempre nel contesto della musica argentina nel 2005 inizia la sua collaborazione discografica con il bandoneonista argentino Gerardo Agnese con il quale suona anche al famoso locale di Milano “Blue Note” sempre con Annamaria Musajo (CD “Viva tango!”nel 2004) partecipa alla importante rassegna estiva “Open Jazz Festival” di Varese ed infine la collaborazione con Miguel Angel Zotto considerato il più grande ballerino di tango contemporaneo. Nel 2007 ha partecipato alla realizzazione del CD del gruppo argentino Tango tinto, nel 2008 ha  pubblicato il CD solista “Bassa Marea”, dedicato alle moderne contaminazioni del tango e nel 2009 il CD Latin Five. Nel 2011 ha eseguito il concerto di Aranjuez con un ensemble di archi ed ha partecipato al festival di chitarra di Menaggio con un tributo a Django Reinhardt insieme a Giovanni Monteforte. Nel 2012 ha registrato negli studi di RSI di Lugano un CD dedicato al jazz italiano degli anni 30 e 40 e ha partecipato a tutti più importanti festival jazz della Svizzera Italiana, recentemente ha pubblicato un CD di tango con la cantante Manuela Ravaglioli e il fisarmonicista Danilo Boggini.


Pier Luigi Ferrari e Attilio Zanchi
Grazie all’amicizia di lunga data e alla stima reciproca, ogni tanto si ritrovano presentandosi in una formazione essenziale come il duo, che consente una maggiore libertà esecutiva ed espressiva.
Il repertorio parte dal jazz tradizionale a quello più moderno con brani anche originali.

Fabio Mariani

Nato a Roma il 4 settembre del 1962. Chitarrista e Compositore di fama internazionale ha esordito nel 1984 con il “TRATTATO DI CHITARRA JAZZ” un’opera didattica Best Seller della didattica moderna pubblicato in due volumi da Franco Muzzio Editore.

Dal 1998 è riedito dalla Warner /
Carisch Italia in una nuova edizione in un volume unico, il libro è accompagnato dalle note di copertina di Franco Cerri, Mario Gangi, Giorgio Gaslini, Enrico Pieranunzi e Amedeo Tommasi.

Dall’84 ad oggi Fabio ha pubblicato oltre 500 saggi didattici sulla chitarra jazz su riviste specializzate: Chitarre, Guitar Club, Musica Jazz, Fare Musica, Axe.
Nel 1985 viene chiamato da Ivan Graziani per il suo primo ingaggio professionale, registra così le chitarre nell’album “PikNik” (RCA)
Nel 1986 collabora dal vivo con diversi artisti tra cui Fausto Leali, Bruno Martino e Sammy Barbot.
Nel 1987 registra il suo primo lavoro discografico pubblicato esclusivamente in Vinile “Digital Connection”, con Massimo Idà, Luca Pirozzi e Maurizio Boco.
Nel 1987 si esibisce nella band del grande sassofonista Roberto Ottaviano con cui registra anche l’album “The Leap” (Red Records) con Piero Leveratto, Tiziano Tononi e Ray Anderson.
Nel 1988 parte in Tour con Teresa De Sio con Lele Melotti, Ernesto Vitolo, Pier Michelatti.
Nel 1990 insieme a Umberto Fiorentino e Lello Panico da vita a Guitar Madness un progetto ideato e prodotto da Gianfranco Salvatore. Il CD esce in tutto il mondo con le note di copertina di George Benson, Bill Frisell, Scott Henderson e Frank Gambale.
Nel 1990 è in Tour negli USA con il Fabio Mariani Trio con Massimo Moriconi e Claudio Mastracci.
Nel 1991 ha Fondato l’Università della Musica (UM).
Ha svolto dal 1991 al 1993 il ruolo di Direttore Didattico e Direttore della Facoltà di Chitarra. Dal 2000 al 2008 ne è stato il Presidente.
Nel 1992 è in Tour teatrale con Gigi Proietti nello spettacolo “Leggero, Leggero”.
Nel 1993 è ospite di Claudio Baglioni al Palalottomatica di Roma del Tour “Oltre”.
Nel 1993 registra “Gate 32” (UM Records) con Maurizio Giammarco, Danilo Rea, Massimo Moriconi, Claudio Mastracci e Arnaldo Vacca.
Nel 1996 realizza un Video Didattico “La Chitarra” per la Playgame.
Ha partecipato alla realizzazione di altri 3 Video Didattici di Massimo Moriconi.
Nel 2003 registra “Nadi” (UM Records) con Jeff Berlin, Danny Gottlieb, Pippo Matino, Pino Jodice, Andrea Beneventano, Stefano Sastro, e Davide Pettirossi.
Nel 2005 registra il CD “Jazz Appeal” con Michel Rosciglione, Greg Burk, Laurent Bataille e Martin Jacobsen, con questa formazione si esibiace in molti Jazz Festivals, al Blue Note di Milano e al Duc Des Lombards a Parigi.
Nel 2006 Fabio diventa Apple Certified Trainer su Logic per l’insegnamento di tecniche di audio digitale.
Nel 2009 registra “Senza Parole” (CNI) con Claudio Pizzale, Ettore Gentile, Bob Masala e Stefano Marazzi.
Nel 2014 pubblica il “Trattato di Chitarra Contemporanea Vol. 1” (Carisch) e il CD “On my hands” (Videoradio).
Nel 2017 crea Jazz Made in Italy insieme a Tiziana De Carolis e Giorgio Rosciglione con cui realizza il CD “Jazz Made in Italy” con ospite Renzo Arbore, pubblicato dalla Universal Music Italia. Con questo progetto si è esibito in molti Festivals e Jazz Club tra cui la Casa del Jazz e Auditorium Parco della Musica (Roma).

Nel 2018 pubblica il “Trattato di Improvvisazione e Armonia Moderna”; il libro “Studi melodici e armonici Vol. 1” della Collana “Corso Professionale per Chitarra Jazz/Pop” e il “Manuale di Accordi, Scale e Arpeggi” tutti per il Gruppo Editoriale Volontè & Co.
Ha tenuto Seminari, Masterclass:
√ Musicians Institute (Hollywood);
√ USC University of Southern California – Facoltà di Chitarra (Los Angeles);
√ Montreux Jazz Festival (Montreaux)
e in tante altre città italiane.
Ha tenuto Concerti in molte parti del mondo tra cui:
Parigi, Londra, New York, Los Angeles, Chicago, Milwaukee, Francoforte, Maastricht, Ginevra, Montreux, Cannes, ecc…
Ha collaborato tra gli altri con: Renzo Arbore, Claudio Baglioni, Teresa De Sio, Renato Zero, Mimmo Locasciulli, Fausto Leali, Mia Martini, Ivan Graziani, Bruno Martino, Gigi Proietti, Jeff Berlin, Danny Gottlieb, Roberto Gatto, Stefano Di Battista, Rosario Giuliani, Danilo Rea, Maurizio Giammarco, Nicola Stilo, Roberto Ottaviano, Danilo Terenzi, Tiziano Tononi, Piero Leveratto, Scott Reeves, Ray Anderson, Richard Smith, Antonio Faraò, Giorgio Rosciglione, Gegè Munari, Giampaolo Ascolese, Dario Rosciglione, Michael Rosen, Stefano Sastro, Andrea Beneventano, Stefano Sabatini, Stefano Lestini, Pino Iodice, Pietro Iodice, Max Ionata, Pippo Matino, Amedeo Ariano, Luca Bulgarelli, Enzo Pietropaoli, Nicki Nicolai, Paolo Recchia, Massimo Moriconi, Claudio Mastracci, Carlo Battisti, Maurizio Dei Lazzaretti, Roberto Gallinelli, Ettore Gentile e tanti altri.


Zena Guitars Festival – 
Attilio Zanchi

Nato a Milano. Inizia lo studio del contrabbasso nel 1978 dopo diverse esperienze effettuate nei più diversi generi musicali

Frequenta per due anni i corsi di Jazz del Conservatorio di Milano sotto la guida di Giorgio Gaslini e per tre la scuola Civica. Nel 1979 entra a far parte dell'”Open Form Trio” con P. Bassini e G. Prina con i quali collabora per diversi anni. Nel 1980 ottiene una borsa di studio presso la “University of Fine Arts” di Banff (Canada) e presso il “Creative Music Studio” di Woodstock (USA) dove perfeziona lo studio del contrabbasso con Dave Holland ed improvvisazione con Karl Berger, George Lewis, Sam Rivers, Jimmy Giuffré, Ed Blackwell, Lee Konitz, Kenny Wheeler, Jack de Johnette e John Abercrombie con i quali suona anche in vari concerti.
Nel 1981 suona al Woodstock Jazz Festival con Baikida Carrol, Julius Hemphill, Ed Blackwell, NanaVasconcellos, Collin Wallcot, Dewey Redman e Howard Johnson e con la “Woodstock Workshop Orchestra”. Al suo ritorno in Italia entra a far parte del “Milan Jazz Quartet” ed inizia la collaborazione con il gruppo di Franco D’Andrea e Paolo Fresu, con il quale suona tuttora. Con questi artisti incide diversi dischi, alcuni dei quali premiati dalla critica come “migliori dischi dell’anno” e svolge numerose tourneé in tutto il mondo suonando nei Festival Jazz più importanti in USA, Canada, Australia, Africa, Russia e in tutta Europa.

Contemporaneamente suona con moltissimi celebri jazzisti americani ed europei in tour, registrazioni, concerti e session tra i quali Lee Konitz, Tony Scott, Sam Rivers, Joe Farrel, Slide Hampton, Harry Sweet Edison, Mal Waldron, Bobby Watson, Dave Liebman, Al Cohn, Gerry Mulligan, Sal Nistico, Lew Tabackin, Jimmy Knepper, Bob Berg, Louis Hayes, Don Cherry, Roy Hargrove, Chick Corea, Peter Erskine, John Surman, Eddie Lockjaw Davis, Pierre Favre, Phil Woods, John Stowell, Steve Lacy, Gary Burton, Milt Jackson, Sheila Jordan, Mark Murphy, Trilok Gurtu, Nancy King, David Linx, Tom Harrell, Garrison Fewell, George Cables, Toninho Horta, Jay Clayton, Billy Drummond, Don Friedman, Tom Harrell e nel frattempo suona con i più importanti musicisti italiani. Nel corso della sua carriera ha registrato oltre 100 dischi di cui 7 con progetti a suo nome e a svolto più di mille concerti. Nel 2006 inizia un nuovo progetto con il trio Ars3 insieme a Mauro Grossi e Marco Castiglioni con i quali incide il Cd “Distanze” e “Promemoria”. Nel 2007 fonda il quintetto “Portrait of Mingus” dedicato alle musiche di Charlie Mingus.
Svolge un’intensa attività didattica in tutta Italia e all’estero; dal 97 è docente al Conservatorio (Napoli, Potenza, Trieste, Brescia, Vicenza, Piacenza, Milano) nei corsi di specializzazione Jazz. Ha pubblicato il metodo “Enciclopedia Comparata degli Accordi e delle Scale” in collaborazione con Franco D’Andrea, il “Corso di Educazione all’Orecchio Musicale” con R. Cipelli, il “Metodo pratico per l’Improvvisazione” con M. Colombo,” Walkin’ bass” , “Suonare il basso elettrico” e “Metodo di Teoria ed Armonia moderna”.
Nel 2001 ha scritto e coordinato la sezione “Teoria e Armonia” di un corso multimediale edito dalla collana CPM

E’ stato eletto “miglior contrabbassista italiano” nel referendum indetto dalla rivista “Guitar Club” nel 1992


Zena Guitars Festival – Riccardo Zappa

Secondo un referendum indetto fra i lettori del mensile Guitar Club, Riccardo Zappa è risultato quale migliore chitarrista acustico italiano per cinque anni consecutivi, quindi dichiarato dalla Redazione non piu’ votabile

Lo stesso risultato è apparso sulla rivista Chitarre. Ha iniziato la sua attività nel 1977, in pieno periodo progressive, pubblicando l’album Celestion, diventato un importante riferimento per il moderno chitarrismo italiano. Da allora ad oggi ha pubblicato 21 album, alcuni dei quali apparsi nelle più accreditate classifiche, ed una autobiografia. Alcuni suoi brani sono diventati parte del repertorio classico/folk italiano, sovente inclusi nei concerti dei migliori interpreti acustici, oppure impiegati quali temi di studio nei Conservatori.

Riccardo Zappa ha collaborato con Gino Paoli, Mina, Mia Martini, Fausto Leali, Fiorella Mannoia, Giorgio Gaber, Eugenio Finardi, Antonello Venditti, e molti altri. Con Eros Ramazzotti ha partecipato ad un tour internazionale protrattosi per 115 concerti. Ha composto le musiche del film Piccoli fuochi, con Valeria Golino, oltre ad innumerevoli jingles e sigle radiofoniche e televisive.
Per BMG-ARIOLA ha prodotto una collana di musica strumentale acustica.
La storica EKO di Recanati gli ha commissionato la progettazione di una serie di chitarre, denominate Riccardo Zappa Signature, distribuite in tutto il mondo.

In Italia, Riccardo Zappa è La chitarra acustica. Ma sopra ad ogni altra cosa il musicista milanese è un compositore, uno sperimentatore che ci ha regalato alcuni dei migliori momenti della nostra storia contemporanea. Dalla rivista Chitarre N. 215

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 19/11/2019 alle ore 02:14.

Approfondisci con: Robe di Musica: tre festival tra grandi musicisti italiani tra Guitars, Rockabilly e Blues ,

Potrebbe interessarti anche: Montrose Trio, 16 marzo 2020 , Nek in concerto - Il mio gioco preferito tour, 23 dicembre 2019 , Orchestra con Pat Metheny - 19 novembre 2019 - N. 5, 19 novembre 2019 , The King's Singers, 4 maggio 2020

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.