Quella volta sul ponte: racconti e foto sul Morandi in mostra al Ducale

06/12/2018

Da venerdì 14 dicembre a giovedì 3 gennaio 2019

Morandi, Genova© Corriere web sezioni

Genova - Da venerdì 14 dicembre (inaugurazione alle ore 18) a giovedì 3 gennaio 2019 è allestita, nell'atrio di Palazzo Ducale di Genova e in Ducale Spazio Aperto, la mostra a ingresso libero Quella volta sul ponte. All'indomani del crollo del viadotto Morandi a Genova (14 agosto scorso), il presidente di Palazzo Ducale Luca Bizzarri ha lanciato un'iniziativa sui social, invitando tutti - genovesi e non - a scrivere un ricordo personale legato al Ponte di Brooklyn. Nel giro di pochi giorni centinaia di persone hanno aderito, molti di quei racconti sono raccolti in un libro e quasi 500 sono esposti in mostra.

Genova - Domus, l’iconica rivista di architettura e design, ha scelto di partecipare alla restituzione visiva delle testimonianze, offrendo il concept della mostra, realizzata con il sostegno di Goethe Institute. I proventi della vendita del libro sono devoluti a sostegno della realizzazione della stanza multisensoriale presso la Scuola primaria di Teglia, nell’ambito del progetto “Adotta un Polo” del Comune di Genova. Nella sala Ducale Spazio Aperto sono esposti tutti i racconti, circa 500 tra scritti e fotografie, mentre nel colonnato del Cortile Maggiore una grande immagine del ponte, al momento della sua inaugurazione, è accostata ad alcune parole significative che emergono dai racconti.

Genova - La questione del Ponte Morandi è complessa, vi sono responsabilità politiche e amministrative ma pone delle domande anche sulla progettazione, sulla conservazione dei manufatti e così via. In tanti stanno cercando di capire, ciascuno per le sue competenze. Questa mostra, invece, parla di sentimenti. Giovani e meno giovani parlano d’amore, di viaggi, di visioni, del soprannome del ponte, “il Brooklyn”, in una comparazione tra Genova e New York che dice di un momento storico, il boom economico, esaurito anch’esso. Ma sono anche fiduciosi sulla capacità della città di risollevarsi, ironizzano sul carattere dei genovesi. Qualcuno ricorda i genitori, i nonni, la grandiosità del ponte, percepita nell’infanzia con grande stupore. Alcune di queste parole prendono vita accanto alla fotografia, sembrano uscire dai racconti come fossero un grido, su grandi pannelli che scendono dall’alto.

Potrebbe interessarti anche: I Macchiaioli in mostra a Palazzo della Meridiana, fino al 6 gennaio 2019 , Fulvio Roiter: Fotografie 1948-2007, mostra a Palazzo Ducale, fino al 24 febbraio 2019 , Cinepassioni. Storie di immagini e collezionismo in mostra, fino al 13 gennaio 2019 , Da Monet a Bacon. Capolavori della Johannesburg Art Gallery al Ducale, mostra, fino al 3 marzo 2019

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

La casa delle bambole Ghostland Di Pascal Laugier Horror 2018 Pauline e le due figlie adolescenti, Beth e Vera, ricevono in eredità una vecchia villa piena di cimeli e bambole antiche che rendono l'atmosfera tetra e inquietante. Durante la notte, due intrusi penetrano nella casa e prendono in ostaggio le... Guarda la scheda del film