Labios sagrados labios narrados, mostra di Maryangel Garcìa - Prisma Studio - Genova

21/11/2018

Fino a lunedì 31 dicembre 2018

TERMINATO

Genova - Venerdì 30 novembre 2018, dalle ore 18, Prisma Studio e Manuela Oneto invitano all evento personale di Maryangel Garcìa, prima personale dell’artista venezuelana in Italia. La mostra Labios sagrados labios narrados, curata da Manuela Oneto, sarà visitabile a Prisma Studio in vico dei Ragazzi 14, fino a lunedì 31 dicembre 2018 (dal giovedì al sabato dalle ore 16 alle 19 e su appuntamento).

Genova - Nel lavoro di Maryangel Garcia il corpo della donna, nella sua gestualità femminista, ritorna incalzante, rivendicando una politica del corpo disinibito nell’esibizione diretta del sesso e del proprio corpo, ergendosi ad icona e totem, con la stessa carica con la quale, nel 1969 in un momento storico così importante per la rivincita della corporeità, l’artista franco-americana Nicola L. lavorava la tela, come fosse il prolungamento del corpo con tutta la sua sensualità, e con la stessa energia con cui Nicky de Saint Phalle ergeva le enormi Nanas colorate a femmes-object, a femmes-“putes”, crocifisse e sacrificate, ad icone piene della sessualità primitiva.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 23/03/2019 alle ore 03:49.

Potrebbe interessarti anche: The Art of The Brick: a Genova la mostra con i mattoncini Lego, fino al 9 giugno 2019 , Da Monet a Bacon. Capolavori della Johannesburg Art Gallery al Ducale, mostra, fino al 24 marzo 2019 , Dragons, 100 draghi e rettili vivi in mostra al Museo di Storia Naturale, fino al 24 giugno 2019 , Cinepassioni. Storie di immagini e collezionismo in mostra, fino al 19 gennaio 2020

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Il professore e il pazzo Di P.B. Shemran Drammatico 2019 Dopo anni di stallo, nel 1879, la grande impresa di redazione dell'Oxford English Dictionary, trovò nuova linfa, e vide più tardi la luce della pubblicazione, grazie al lavoro infaticabile del professor James Murray e dei volontari di tutto... Guarda la scheda del film