Ensemble Biscantores in concerto: musica sacra - Monastero di Santa Chiara - Genova

25/10/2018

Sabato 17 novembre 2018

Ore 20:30

TERMINATO

Genova - Ensemble Biscantores in concerto con Luca Colombo direttore. Appuntamento al Monastero di Santa Chiara di Genova sabato 17 novembre 2018. La famiglia Gonzaga rappresenta uno dei più alti esempi di mecenatismo culturale in Italia. Con questa loro grande attività, i duchi Gonzaga sono riusciti a creare nella città di Mantova uno dei poli artistici più importanti in Italia sin dal primo Rinascimento. In particolare, a partire dal XVI° secolo, con la fondazione della Basilica Palatina di S. Barbara (1575), luogo di culto personale della famiglia, e con lo sviluppo delle attività artistiche a corte, fu la musica che assunse un ruolo preminente.I musicisti operanti alle dipendenze del ducato lombardo tra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo, erano tra i massimi esponenti italiani ed europei. La musica rappresentata in questo concerto sarà esclusivamente sacra, composta dai principali autori presenti nella città di Mantova negli anni di massimo splendore del ducato lombardo. Il concerto è a favore de La Cicogna sprint Onlus, nella Giornata Mondiale della Prematurità.

Genova - Il programma propone l'ascolto di musica sacra, scritta da cinque compositori che furono attivi per altrettante generazioni di Duchi di Mantova: Guglielmo e i suoi successori, Vincenzo I, Francesco IV, Ferdinando I e Vincenzo II.Giovanni Giacomo Gastoldi e Benedetto Pallavicino servirono alla corte di Guglielmo e, in seguito alla sua morte, di Vincenzo I. Claudio Monteverdi fu assunto da quest'ultimo e, quindi, sommariamente licenziato da Francesco, poco dopo aver ereditato il Ducato. Si sa, ad esempio, che Salomone Rossi solo in alcuni periodi operò alla corte di Vincenzo - e, in altre occasioni - a quella dei tre successori, soprattutto per accompagnare alcune celebrazioni.Amante Franzoni rivestì, invece, un ruolo di primo piano presso la Basilica Palatina di Santa Barbara durante i regni di Vincenzo I, Francesco, Ferdinando e Vincenzo II.

Genova - Di questi cinque Maestri, solo Monteverdi vanta considerevole fama, mentre gli altri quattro risultano pressoché ignorati dal grande pubblico: sin dall'epoca in cui hanno vissuto e operato, raramente la loro produzione è stata rieseguita.Per tale ragione i giovani musicisti dell'Ensemble Biscantores, alcuni dei quali hanno lavorato assiduamente al recupero del repertorio musicale mantovano, interpreteranno le composizioni sacre, quasi dimenticate, di Pallavicino, Franzoni, Gastoldi e Rossi. A questi capolavori l'Ensemble affiancherà un gruppo di partiture liturgiche del "Divino Claudio", la cui musica è sempre un grande privilegio ascoltare: il concerto rappresenterà, quindi, l'occasione per inserirla nell'illuminato contesto musicale dei suoi "colleghi" a Mantova. La serata introdurrà quattro duchi Gonzaga che si resero promotori della produzione di musica sacra alla corte mantovana, dal 1587 circa - sotto Guglielmo - fino al regno di Ferdinando II, terminato nel 1626. A differenza di Vincenzo II, durante il cui regno servirono solo Franzoni e Rossi (e solo per un brevissimo periodo di tempo), i quattro Duchi che lo precedettero - Guglielmo, Vincenzo, Francesco e Ferdinando - dimostrarono tutti di essere straordinari mecenati della musica alla corte di Mantova. È noto, infatti, che Vincenzo, Francesco e Ferdinando aprirono le loro rispettive corti alla diffusione della musica secolare: tre sovrani che, inoltre, diedero impulso alla nascita di nuove forme di intrattenimento cortese, fra cui i primi, straordinari esempi di teatro musicale, come le magnifiche e rivoluzionarie opere L'Orfeo e L'Arianna di Monteverdi, ma anche tipologie di opere legate a particolari celebrazioni: di quest'ultimi, occorre menzionare il monteverdiano Ballo delle Ingrate che concluse i festeggiamenti per il matrimonio del principe ereditario Francesco Gonzaga con Margherita di Savoia nel 1608.

Tuttavia, il grande florilegio artistico a Mantova trovò la sua consacrazione anche nel mecenatismo musicale a favore della Cappella Ducale, la Basilica Palatina di Santa Barbara. Si trattò di una sontuosa esaltazione delle arti, intrapresa durante il regno del Duca Guglielmo nella magnificenza più assoluta, insita all'interno di un ambiziosissimo progetto "a tutto tondo": la costruzione del capolavoro architettonico, il suo abbellimento con opere d'arte e reliquie, l'istituzione di una particolare liturgia, la dotazione di privilegi e, infine, una produzione musicale appositamente composta per la Basilica, tesa a glorificarne i riti e a portare lustro alla corte.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 21/11/2018 alle ore 05:38.

Potrebbe interessarti anche: Claudio Baglioni in concerto a Genova, dal 9 aprile al 10 aprile 2019 , Le Strade del Suono 2018: i concerti in programma, fino al 2 dicembre 2018 , Subsonica in concerto a Genova: 8 Tour, 16 febbraio 2019 , Paolo Conte in concerto, 23 febbraio 2019

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Lo schiaccianoci e i quattro regni Di Lasse Hallström, Joe Johnston Avventura, Fantastico, Famiglia U.S.A., 2018 Il paese dei fiocchi di neve, il paese dei fiori e il paese dei dolci sono in pericolo. La minaccia del quarto regno è imminente... La storia che tutti conoscono ha un lato oscuro mai raccontato. La Principessa Clara deve intervenire. Guarda la scheda del film