Addio a Pelè. O Rei del calcio giocò due volte a Genova

Addio a Pelè. O Rei del calcio giocò due volte a Genova

Attualità Genova Venerdì 30 dicembre 2022

di A.S.
Clicca per guardare la fotogallery
© Facebook.com/genoaCFCofficial

Genova - Un'altra leggenda del calcio se n'è andata. Anche Genova e la Liguria piangono l'immenso Pelè, morto a 82 anni nella giornata di giovedì 29 dicembre 2022. "Un giorno, giocheremo insieme a calcio in cielo". Così Pelè omaggiò Maradona, altra icona di questo sport (morto il 25 novembre 2020). Per moltissimi, O Rei è stato il più grande giocatore di tutti i tempi. "Se dici calcio, dici Pelè. Addio al più grande, addio O Rei", scrive il presidente della Regione Giovanni Toti sulla sua pagina facebook.

Pelè giocò in due occasioni a Genova, entrambe con la maglia del suo Santos: la prima volta nel 1959 per un'amichevole contro il Genoa con oltre 50mila spettatori al Ferraris (risultato finale 2-4) e la seconda nel 1969, sempre nello stadio di Marassi, contro una selezione mista di Genoa e Sampdoria, in una partita, che si concluse con la vittoria dei brasiliani per 7 a 1.

Un palmares incredibile quello di Pelè. La FIFA gli riconosce il record di reti realizzate in carriera1281 in 1363 partite, mentre in gare ufficiali ha messo a segno 757 reti in 816 incontri con una media realizzativa pari a 0,93 gol a partita. Inoltre, è l'unico calciatore al mondo ad aver vinto tre edizioni del campionato mondiale di calcio, evento avvenuto con la nazionale brasiliana nel 1958, 1962 e 1970.

Il campione brasiliano, all'anagrafe Edson Arantes do Nascimento, si trovava da giorni ricoverato all'ospedale Einstein di San Paolo, a causa dell'aggravarsi della sua malattia, un tumore al colon.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

La nostra azienda nel corso del 2022 a fronte della domanda di agevolazione presentata in data 05/08/2020 a valere sull’Azione 3.1.1 "Covid19" del POR FESR 2014-2020 ha ricevuto il sostegno finanziario dell’Unione Europea per la realizzazione di un programma di investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale "Covid19 – Adeguamento processi produttivi delle PMI"