Il pane al posto dei pinoli per fare il pesto: la ricetta antispreco di Massimo Bottura - Genova

Il pane al posto dei pinoli per fare il pesto: la ricetta antispreco di Massimo Bottura

Food Genova Lunedì 31 ottobre 2022

Clicca per guardare la fotogallery
Massimo Bottura
© Bruno Cordioli, Flickr.com

Genova - A Genova e in tutta la Liguria, il pesto è sacro (insieme al suo ingrediente principale: il basilico). Siete pronti  a questa variante? Il pane al posto dei pinoli per fare il pesto: la ricetta antispreco di Massimo Bottura. "Gli ingredienti più sprecati al mondo sono il pane, il latte, le banane e l'insalata. Nel 2015 ho pensato di creare Food for soul, progetto culturale che si occupa di lotta allo spreco alimentare e di isolamento sociale. Oggi realizziamo un pesto fatto con il pane invece che con i pinoli: in ogni ristorante c'è sempre un po' di pane avanzato. Fondamentale sarà l'acqua ghiacciata". Così lo chef Massimo Bottura sulla sua ricetta pensata per Halloween (il cui video della ricetta è sulla pagina instagram di Bottura).

Massimo Bottura è un cuoco italiano, nato a Modena, titolare dell'Osteria Francescana, ristorante con tre stelle Michelin nel centro storico di Modena. Il locale è stato due volte premiato come miglior ristorante al mondo da The World's 50 Best Restaurants. È conosciuto anche come collezionista d'arte contemporanea e filantropo.

Approfondimento sul progetto Food for Soul. Nel 2015, in concomitanza con l'esposizione universale di Milano (Expo 2015) realizza un progetto in collaborazione con la Caritas Ambrosiana: il Refettorio Ambrosiano. Tale progetto, volto all'accoglienza e ristoro di persone in difficoltà, con l'aiuto di oltre cinquanta chef e consentì il recupero di circa quindici tonnellate d'eccedenze alimentari. Il progetto del Refettorio Ambrosiano è oggi ancora attivo, mentre il modello è stato replicato in diverse parti del mondo. Come naturale conseguenza di questi progetti, nel 2016 Bottura e la moglie fondano Food for Soul, associazione no-profit che, attraverso il lavoro quotidiano dei Refettori nel mondo, opera per contrastare lo spreco alimentare e l'isolamento sociale, attraverso la qualità delle idee e il valore dell'ospitalità.

Al fine di sensibilizzare il pubblico su queste tematiche, Massimo Bottura pubblica nel 2017 il libro Bread is Gold, edito da Phaidon Press - Il Pane è Oro, edito in italiano da Ippocampo e Phaidon. Il volume raccoglie ricette, idee ed esperienze degli chef che hanno cucinato per primi al Refettorio Ambrosiano, per invitare i lettori a vedere con occhi diversi gli ingredienti nelle dispense e nei frigoriferi casalinghi. Da allora, Food for Soul ha sviluppato diversi progetti in tutto il mondo in collaborazione con partner locali. Costruendo spazi comunitari dove le persone sono invitate a connettersi intorno a un pasto, Food for Soul vuole dimostrare il valore e il potenziale delle persone, dei luoghi e del cibo e incoraggiare la comunità servita a sostenere il cambiamento sociale.

Nel 2020, durante la pandemia di Covid-19, i refettori hanno continuato a lavorare e a sostenere i più bisognosi, non solo, è anche stata lanciata una raccolta fondi grazie alla quale è stato possibile recuperare oltre 35 tonnellate di eccedenze alimentari in un solo mese e di consegnare più di 100.000 pasti a persone in situazioni di vulnerabilità e operatori sanitari in prima linea. Nonostante la situazione dovuta alla pandemia, Food for Soul continua a lavorare a nuovi progetti per supportare le comunità locali e combattere lo spreco alimentare.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.