Ciclovia Tirrenica: al via il progetto di una cliclabile che interesserà 74 territori liguri - Genova

Ciclovia Tirrenica: al via il progetto di una cliclabile che interesserà 74 territori liguri

Attualità Genova Venerdì 29 luglio 2022

Clicca per guardare la fotogallery
© Rizki Yulian - unsplash.com

Genova - Via libera della Giunta regionale al progetto di fattibilità tecnico-economica complessiva della Ciclovia Tirrenica, sentiti tutti i Comuni coinvolti. Si tratta di un passaggio fondamentale per l’infrastruttura, dopo aver espletato tutti le fasi di condivisione del percorso con le amministrazioni locali coinvolte.

Settantaquattro sono i pareri favorevoli acquisiti da altrettanti Comuni, oltre all’ok pronunciato dall’Autorità del Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, dall’Ente Parco di Monte Marcello Magra, dal Consorzio del Canale Lunense, oltre che dalle Province di Imperia, Savona, La Spezia, dalla Città Metropolitana di Genova e dall’Ente Parco delle Cinque Terre.

Un’intesa sul tracciato dell’opera acquisita in seguito alle analisi effettuate nel corso degli incontri tecnici che si sono tenuti nel mese di giugno con gli Enti locali, i progettisti e gli ulteriori soggetti pubblici interessati, a seguito della quale si è arrivati a una progressiva definizione della progettazione.
Il tracciato della Ciclovia si sviluppa per una lunghezza di 1076 km, dei quali 400 circa attraversano la Regione Liguria, interessando in particolare 74 territori comunali. Il percorso ligure è suddiviso in 10 tronchi.

Una parte del percorso è già esistente e si prevede di realizzare ulteriori tratti di nuova ciclovia in territorio ligure per circa 20 km, oltre ad interventi di manutenzione straordinaria lungo il tratto esistente di circa 24 km lungo la pista ciclopedonale del Ponente. L’opera, il cui valore complessivo per il tratto ligure cuba 31 milioni di euro, verrà finanziata in parte dal Ministero delle Infrastrutture (6 milioni), in parte da Regione Liguria (5 milioni) e per i rimanenti dal PNRR.A questo punto entro agosto verrà chiusa la progettazione sia dei due lotti di ponente finanziati dal PNRR, che comprendono il tratto dal confine di Imperia fino ad Andora e la riqualificazione della ciclabile del Ponente, sia del lotto di levante che va dal confine con la Toscana, in corrispondenza del ponte sull’Aurelia a Marinella, fino al centro storico di Sarzana. Con l’opzione di poter andare in gara per anche con il tratto Sarzana – Santo Stefano Magra in previsione di futuri finanziamenti. E a settembre si svolgerà la conferenza dei servizi per l’approvazione definitiva dei progetti per poi partire con la gara a inizio del 2023.

«Si tratta di un altro passo avanti per un’opera che ha un’enorme rilevanza turistica – ha detto l’assessore regionale alle Infrastrutture - che porterà residenti e turisti a poter godere delle bellezze della Liguria da una prospettiva completamente nuova. Tutti gli sforzi fatti in questi anni per la realizzazione di piste ciclabili, come ad esempio quella del Ponente, vanno in questa direzione e assumono oggi una valenza ancora maggiore. In questo modo la gran parte dei tratti ciclo-pedonali presenti in Liguria, in particolare quelli costieri su cui lavoriamo con costanza dall’inizio del nostro mandato, vanno a far parte di questo unico, monumentale percorso dalla grande valenza ambientale».

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.