Festival Genova Reloaded 2022: cinema all'aperto e incontri. Il programma

Festival Genova Reloaded 2022: cinema all'aperto e incontri. Il programma

Cinema Genova Venerdì 8 luglio 2022

Clicca per guardare la fotogallery
© Facebook.com/circuitocinemagenova

Genova - Torna il Festival Genova Reloaded (alla terza edizione), manifestazione ideata da Circuito con la direzione artistica di Giorgio Viaro e Alessandro Giacobbe. Il Festival si svolge da venerdì 8 luglio a giovedì 14 luglio 2022 in tre diverse sedi di Genova. Il cuore rimane il Cortile Maggiore di Palazzo Ducale, dove Genova Reloaded è nato, ma quest'anno si aggiunge l'Arena Circuito sul Mare a Sturla e si conferma il Cinema Sivori con il prestigio della più antica sala cinematografica d'Italia. Tutto l'evento è percorso dall'attenzione verso le opere d'arte cinematografica e alla promozione della loro visione nel luogo per cui sono nate: il cinema. 

Sei film in gara al concorso nazionale Genova Reloaded, fra i migliori della produzione italiana del 2021, per cui è previsto un biglietto calmierato a 5 euro che ne agevoli la scelta: Ariaferma di Leonardo di Costanzo, Piccolo corpo di Laura Samani, Il legionario di Hleb Papou, A Chiara di Jonas Carpignano, L’Arminuta di Giuseppe Bonito, Giulia di Ciro De Caro. Fra gli ospiti Giuseppe Piccioni, il biografo di Ennio Morricone Alessandro De Rosa, Celeste Cescutti, Hleb Papou, Maurizio Bousso, Giuseppe Bonito, Ciro De Caro, Rosa PalascianoeZerocalcare, grande amico del Festival. Chiusura in musica il 14 luglio con il cast de La nuova scuola genovese.

La terza edizione si apre venerdì 8 luglio alle ore 21, nel Cortile Maggiore di Palazzo Ducale, con la serata Carta bianca a Zerocalcare (si è aggiunto anche un incontro al Cinema Sivori alle 20.30), nome d'arte di Michele Rech, autore di narrativa per immagini fra cui le graphic novel La profezia dell’armadillo, Kobane Calling, Niente di nuovo sul fronte di Rebibbia e l’ultimo No sleep till Shengal. Per il pubblico del Genova Reloaded ha scelto il film L'odio di Mathieu Kassovitz. In dialogo con Giorgio Viaro, parla del film di Kassovitz, della serie Strappare lungo i bordi e dei suoi progetti.

Lo stesso giorno - venerdì 8 luglio - nell'Arena Circuito sul mare di Sturla è proiettato il primo film in concorso, Ariaferma di Leonardo Di Costanzo, ambientato in un vecchio carcere ottocentesco in attesa di essere dismesso, dove il rapporto tra la polizia carceraria e le persone in detenzione piano piano scolora i confini dei ruoli. Il concorso prosegue sabato 9 luglio al cinema Sivori con Piccolo corpo di Laura Samani, storia di una giovane mamma che, nell’Italia rurale d’inizio Novecento, perde il figlio neonato e intraprende un viaggio alla ricerca del suo respiro, un miracolo che promette la salvezza dell’anima. A presentarlo è Celeste Cescutti, la protagonista del film. 

Domenica 10 luglio gli appuntamenti sono due. Nel Cortile Maggiore di Palazzo Ducale è in programma il terzo film in concorso: Il legionario, presentato dal regista Hleb Papou e dall’attore Maurizio Bousso, che descrive la difficoltà di Daniel, nella sua funzione di agente di polizia con la sua identità di italiano dal background migratorio. Nell’arena Circuito sul Mare di Sturla, serata speciale con Alessandro De Rosa, compositore, amico e biografo di Ennio Morricone che presenta il film Ennio, vincitore del David di Donatello come Miglior Documentario, manifesto di una creatività ineguagliata, gioia dei cinefili che scorrono la storia dei film attraverso la nascita delle loro indimenticabili colonne sonore. Una serata che si presenta ricca di storie e aneddoti, con un narratore eccezionale intervistato da Giorgio Viaro. 

Tre appuntamenti lunedì 11 luglio. Al Sivori Bistrot, alle ore 18.30, si tiene un aperitivo con il regista Giuseppe Piccioni, presidente della giuria tecnica del Genova Reloaded, regista e sceneggiatore di primo piano sulla scena nazionale. Alle ore 21, a Palazzo Ducale presenta il suo ultimo film L’ombra del giorno con Riccardo Scamarcio, Benedetta Porcaroli e Valerio Bilello, ambientato durante il fascismo quando amare una persona con un segreto, poteva essere più che mai pericoloso. È quel che accade al proprietario di un ristorante nella provincia di Ascoli Piceno. A Circuito sul mare, quarto film inconcorso, A Chiara di Jonas Carpignano, ambientato a Gioia Tauro dove una ragazza si chiede se vale la pena restare a vivere o se è meglio fuggire in cerca di un futuro in cui ci sia spazio per la speranza e la realizzazione dei propri desideri. 

Martedì 12 luglio, a Palazzo Ducale, il concorso nazionale Genova Reloaded prosegue con L'Arminuta, presentato dal regista Giuseppe Bonito. Il film, tratto dall’omonimo romanzo di Donatella Di Pietrantonio, vincitore del Premio Campiello nel 2017, narra la storia di una ragazzina che a 13 anni viene restituita alla sua famiglia naturale, a cui non sapeva di appartenere. Mercoledì 13 luglio, a Palazzo Ducale, ultimo film in concorso, Giulia, presentato dal regista Ciro De Caro e dalla protagonista Rosa Palasciano. Il titolo è dedicato a una donna costantemente divisa tra il bisogno di sentirsi amata e la voglia di libertà. 

La terza edizione del Festival Genova Reloaded si chiude giovedì 14 luglio a Palazzo Ducale con la premiazione del concorso nazionale Genova Reloaded 2022. Vengono svelati al pubblico i verdetti della giuria tecnica, della giuria dei giovani e degli spettatori. Infine, grande festa con il cast del film sulla musica che, decennio dopo decennio, è stata composta a Genova, facendone una capitale artistica, La nuova scuola genovese. È presentato dall’autore Claudio Cabona, dai registi Yuri Dellacasa e Paolo Fossati e da parte del cast.

Tutti gli incontri sono condotti da Giorgio Viaro. Studenti e docenti della SDAC - Scuola d’Arte Cinematografica intervistano gli ospiti della manifestazione. Biglietti: intero 8 euro, ridotto 7 euro, film in concorso 5 euro. In vendita on line sul sito Circuito cinema Genova, presso le biglietterie delle sale di Circuito, al botteghino dell’Arena di Palazzo Ducale e di Circuito sul Mare a Sturla da mezz’ora prima l’inizio della proiezione, al Totem nel Cortile Minore di Palazzo Ducale. In caso di pioggia le proiezioni previste al Ducale sono trasferite al cinema Sivori. Per informazioni: chiamare Tel. 010 583261 - 010 5532054, sul sito di Genova Reloaded oppure scrivere via e-mail

Nel centenario della nascita di Vittorio Gassman, avvenuta a Struppa il 1° settembre 1922, Alesbet/Circuito ricorda l’attore genovese con la rassegna Vittorio Gassman. Una voce, cento volti, sei film a ingresso libero in programma dal 7 luglio al 19 settembre 2022 nel Cortile Maggiore di Palazzo Ducale e al cinema Sivori, un progetto ideato e prodotto da Centro Culturale Carignano con il sostegno del Comune di Genova. La manifestazione fa parte delle celebrazioni organizzate nel capoluogo ligure per questo importante anniversario, prima fra tutte Vittorio Gassman. La grande mostra a 100 anni dalla nascita dell'artista, in programma a Palazzo Ducale dal 7 luglio al 18 settembre 2022. 

Nella cinematografia di Gassman sono stati selezionati sei film fra i pochi che sono stati sottoposti all’opportuna opera di restauro e che per questo offrono al pubblico una qualità difruizione adeguata agli standard digitalia cui siamo ormai abituati. La rassegna Una voce, cento volti inizia giovedì 7 luglio a Palazzo Ducale con Profumo di donna di Dino Risi (1974, 100’), che è presentato dal giornalista e critico cinematografico Dario Vassallo. Gassman interpreta il ruolo di un ufficiale cieco, di cui rese magistralmente il carattere brusco e duro posto a nascondere un’intima fragilità, vincendo alcuni dei prestigiosi premi che accompagnarono tutta la sua carriera (Premio per la migliore interpretazione maschile a Cannes e Nastro D’Argento, David di Donatello e Grolla d’oro come Miglior Attore). Si prosegue lunedì 1° agosto con Il deserto dei tartari di Valerio Zurlini (1976, 147’) e lunedì 22 agosto con L’armata Brancaleone di Mario Monicelli (1966, 120’), sempre nel Cortile Maggiore di Palazzo Ducale. Nel primo, tratto dall’omonimo romanzo di Dino Buzzati, di cui ricorre il cinquantenario dalla morte, Gassman mette l'imponenza della sua figura e l'enfasi della sua voce al servizio di un personaggio che coniuga durezza e sensibilità. Nel secondo Gassman sfrutta in pieno la sua espressività teatrale interpretando il capitano vanaglorioso e codardo di una sgangherata compagnia di ventura dell’Italia medioevale.

Gli altri tre film sono in programma al cinema Sivori. Lunedì 5 settembre alle ore 21 si proietta C'eravamo tanto amati, un’opera del 1974 in cui il sodalizio con Ettore Scola produce una delle interpretazioni più intense di Gassman, quello di un ex-partigiano che, abbandonato ogni scrupolo d’onestà, ha ottenuto ricchezza e successo e che, di fronte agli amici, preferirà fingersi quello di un tempo, chiudendosi in una definitiva solitudine. L’attore riprese poi il trasformismo già sperimentato in teatro con I mostri di Dino Risi, duro film a episodi sull’immoralità degli italiani dove recita accanto a Ugo Tognazzi: è proiettato lunedì 12 settembre. Si chiude lunedì 19 settembre con Il sorpasso, con cui l’accoppiata Gassman-Risi cominciò un percorso costellato di grandi successi; il film ebbe un’eco internazionale e fornì diretta ispirazione, negli Stati Uniti, per Easy rider(1969) di Dennis Hopper. Il protagonista Bruno Cortona, quarantenne invadente e cialtrone, rappresentò con la sua corsa in cerca di divertimento facile su una moderna Lancia Aurelia bianca una diretta critica all’Italia del boom economico vicina ormai alla sua crisi. Informazioni e aggiornamenti sul sito di Circuito cinema Genova

«Genova Reloaded arriva alla sua terza edizione - dice Giorgio Viaro, giornalista e codirettore del Festival - mantenendo immutata la sua vocazione: momento di incontro e di dialogo a cielo aperto per i cinefili della città, assieme ai protagonisti del miglior cinema d’autore italiano dell’anno appena trascorso. Genova Reloaded è anche un momento di festa e celebrazione dell'anima più popolare del cinema, come ribadito dalle due grandi serate del primo weekend, quella con Zerocalcare, da sempre sostenitore del festival e protagonista dell'evento di inaugurazione, e quella con Alessandro De Rosa, compositore, giornalista e scrittore, amico e biografo di Ennio Morricone, che introduce una proiezione speciale del documentario di Giuseppe Tornatore dedicato al grande musicista, nella cornice straordinaria dello schermo sul mare di Sturla». 

I film in concorso sono sottoposti alla valutazione secondo i liberi criteri espressi da una giuria tecnica formata dai registi Giuseppe Piccioni, presidente, Laura Delpero, vincitrice della seconda edizione del Genova Reloaded con Maternal e da Luca Massa, direttore della fotografia e operatore, impegnato in questi giorni a Celle Ligure sul set del nuovo film di Edoardo Gabbriellini. Quest’anno è istituita la Giuria dei Giovani, composta da una ventina di giovani dai 18 ai 29 anni e inoltre, come già accaduto l’anno scorso, il pubblico in sala puà esprimere il suo parere votando sì o no sulle schede da imbucare nell’urna alla fine di ogni proiezione. Al film vincitore del Premio Genova Reloaded 2022, oltre alla targa simbolo, vengono garantite una serie di proiezioni nelle arene estive organizzate da Circuito, in coerenza con l’obiettivo concreto di sostenere la visione nella sale. 

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.