Teatro Nazionale di Genova: la stagione 2022/2023 con 65 spettacoli, grandi nomi e novità

Teatro Nazionale di Genova: la stagione 2022/2023 con 65 spettacoli, grandi nomi e novità

Teatro Genova Venerdì 17 giugno 2022

Clicca per guardare la fotogallery
© Ballarino

Genova - Il Teatro Nazionale di Genova riparte con la stagione 2022/2023, quella dell'auspicato ritorno alla normalità. Un nuovo cartellone fatto di 65 spettacoli, di cui 17 produzioni, a cui si aggiungeranno i 6 spettacoli dello speciale progetto produttivo previsto per maggio 2023. Una moltitudine di artiste e artisti, talenti emergenti e acclamati protagonisti della scena come Milo Rau, Elisabetta Pozzi, Laura Marinoni, Claudio Bisio, Remo Girone, Laura Curino, Emma Dante, Pippo Delbono, Valerio Binasco, Giorgina Pi, Tullio Solenghi, Andrée Ruth Shammah, Linda Gennari, Paolo Fresu, Milvia Marigliano, Fabrizio Gifuni, Sax Nicosia, Concita De Gregorio, solo per fare qualche nome. E una molteplicità di voci che vanno da Eschilo a David Foster Wallace, da Shakespeare a Stefano Massini, da Dacia Maraini a Kae Tempest, da Pirandello a Marius von Mayenburg, da Friedrich Schiller a Melania Mazzucco, in un’armoniosa alternanza di drammaturgia contemporanea, grandi classici, dramma e commedia.

«In questi anni complicati, il nostro teatro non ha mai interrotto l'attività. Ora, per la prima volta, pensiamo e speriamo di poter vivere, finalmente, una stagione serena, gioiosa, emozionante» dice il direttore del Teatro Nazionale Davide Livermore. «E non è un caso che riprendiamo e rilanciamo i dieci punti che abbiamo messo alla base del nostro agire, in quel decalogo scritto tre anni fa e che oggi può risuonare in quella che crediamo essere una presa di posizione tale da contrassegnare la nostra azione. Il teatro esiste e resiste, agisce e va incontro al proprio pubblico, in città, nella nostra Genova, in regione e su tutto il territorio nazionale grazie alle tournée e alle coproduzioni. Ora più che mai, il teatro deve essere per tutti. Per questo con gli abbonamenti in vendita adesso, il costo medio di uno spettacolo sarà di dieci euro». Di seguito il cartellone del Teatro Nazionale, tra grandi classici e novità.

La stagione 2022/2023 del Teatro Nazionale di Genova si apre con un ospite internazionale al Teatro Modena: Milo Rau e il suo Grief & Beauty dal 12 al 14 ottobre, prodotto dallo stesso teatro genovese. Direttore del Teatro Nazionale di Gent, tra i maggiori protagonisti della scena internazionale, scava nell’intimità dell'ascolto e della condivisione tra esseri umani. E riflette su uno dei temi cardine della storia dell'umanità: il lutto. Maria Stuarda di Friedrich Schiller, diretta da Davide Livermore, apre la stagione al teatro Ivo Chiesa dal 18 al 30 ottobre. Protagoniste due giganti del palcoscenico: Laura Marinoni ed Elisabetta Pozzi. Curiosità: i costumi sono firmati da Dolce & Gabbana. Livermore firma anche la doppia Orestea di Eschilo: Agamennone dal 14 al 19 marzo e Coefore/Eumenidi dal 21 al 26 marzo. Da definire le date per vederli entrambi nello stesso giorno.

Le altre nuove produzioni (o co-produzioni) sono Thom Pain (Teatro Duse) con Alberto Giusta su testo del drammaturgo americano contemporaneo Will Eno dal 25 ottobre al 6 novembre; Lemnos (sala Mercato del Modena) dall'8 al 20 novembre, che prende le mosse da una riflessione sul mito di Filottete, confrontandosi con l'omonima tragedia di Sofocle e con le vicende biografiche, i diari, le poesie, i racconti delle tante persone antifasciste greche che vennero confinate, torturate, uccise in Grecia dal 1946 al 1974; Lady Gray (sala Mercato), sempre di Will Eno, dal 25 novembre al 4 dicembre: una misteriosa "signora in grigio" protagonista di un monologo affascinante e conturbante; Il cacciatore di nazisti (Teatro Duse) dal 2 all'11 dicembre è il nuovo spettacolo di Giorgio Gallione con Remo Girone: la storia di Simon Wiesenthal, che dopo essere sopravvissuto a cinque diversi campi di sterminio dedica il resto della sua esistenza a dare la caccia ai responsabili dell'Olocausto. Dopo il debutto il 12 luglio al Campania Teatro Festival (dove il Teatro Nazionale di Genova è presente anche con Le troiane, la guerra e i maschi di Marcela Serli), lo spettacolo è allestito dal 2 al 11 dicembre al Teatro Eleonora Duse. Il regista genovese firma anche l'ironico La mia vita racconta male di Francesco Piccolo con Claudio Bisio - che può finalmente incontrare il pubblico genovese dal 15 al 22 febbraio al Teatro Ivo Chiesa - e tra gli spettacoli ospiti Tango Macondo, interpreti principali Paolo Fresu e Ugo Dighero (8-12 febbraio Teatro Gustavo Modena).

 I maneggi per maritare una figlia (Teatro Ivo Chiesa) con Tullio Solenghi ed Elisabetta pozzi dal 20 al 31 dicembre approda a Genova dopo il grande successo a Camogli; Kakuma (Sala Mercato) dal 24 al 29 gennaio è un testo che racconta come funziona uno dei più grandi campi profughi del mondo al confine tra Kenya e Sud Sudan. Arturo Cirillo dirige e interpreta Cyrano de Bergerac (Teatro Modena) dal 14 al 26 febbraio, una riscrittura che  contaminata per "similitudini" tra nasi; Il Giardino dei ciliegi (Teatro Modena) dal 28 febbraio al 12 marzo ha Milvia Marigliano come protagonista, I racconti della peste (Teatro Duse) è un'opera teatrale, inedita per l'Italia, che lo scrittore premio Nobel peruviano Mario Vargas Llosa ha creato nel 2015, prendendo le mosse dal celebre Decameron di Boccaccio, in scena dal 12 al 22 aprile; Valerio Binasco dirige e interpreta Sei personaggi in cerca d'autore (Teatro Ivo Chiesa) dal 9 al 14 maggio. Riproposte le produzioni dello scorso anno: Lady Macbeth (Teatro Modena) dal 2 al 3 novembre, Autunno in Aprile (Teatro Duse) dall'11 al 17 novembre e La mia vita raccontata male (Teatro Ivo Chiesa) che a causa del Covid non è andato in scena a Genova.

Sulle ospitalità c'è l’imbarazzo della scelta: torna Marco Paolini, con Sani! dal 3 al 5 novembre; si rinnova la collaborazione  con il Festival dell'Eccellenza al Femminile; Il crogiuolo (dal 16 al 20 novembre) dà la possibilità di vedere uno dei testi tra i meno rappresentati di Arthur Miller; spazio a Shakespeare dal 24 al 27 novembre con Il mercante di Venezia, dal 30 novembre al 4 dicembre con l'Otello, dal 25 al 29 gennaio con La Tempesta e dal 15 al 19 marzo con Sogno di una notte di mezza estate. Pippo Delbono propone Amore dal 7 al 10 dicembre, Eros Pagni torna con Cosi è (se vi pare) dall'11 al 15 gennaio. L'elenco è lungo: Davide Enia con Italia Brasile 3 a 2, Fedra, Spettri di Ibsen. Emma Dante per Pupo di zucchero si rifà a Basile e a Rilke (26-29 aprile Teatro Ivo Chiesa). È una storia particolarmente vicina ai genovesi e ai nostri giorni I mille del ponte di Massimiliano Lussana con Mario Incudine e la regia di Alessio Pizzech, a cavallo tra musica e teatro civile (31gennaio - 5 febbraio Teatro Gustavo Modena).

Nel periodo delle feste di Natale tornano anche gli spettacoli internazionali di Circumnavigando Festival, grazie alla collaborazione con Sarabanda: il 28 dicembre al Teatro Gustavo Modena Circo El Grito propone L'uomo calamita con la partecipazione di Wu Ming 2; il 29 dicembre Gandini Juggling dopo il successo di Smashed presenta Life e il 30 dicembre alla Sala Mercato la compagnia francese KS presenta Idyllle. Un'altra importante collaborazione si rinnova all'interno di questa stagione: con 11 spettacoli dedicati e creati da donne che lasciano il segno in scena tra ottobre e dicembre il Teatro Nazionale di Genova ospita una corposa tranche della XVIII edizione del Festival dell'Eccellenza al Femminile, diretto da Consuelo Barilari. Tra gli appuntamenti più attesi il pluripremiato Tiresias da Kae Tempest, regia di Giorgina Pi (20-21 ottobre Sala Mercato); Big Data B&B di Laura Curino (22-23 ottobre Teatro Eleonora Duse); Eros della regista greca Elli Papakostantinou con la partecipazione dell’ensemble ucraino Nova Opera (in prima nazionale al Teatro Gustavo Modena 14-15 novembre); Souvenir de Kiki con Manuela Kusterman, regia di Consuelo Barilari (in prima nazionale il 23 e 24 novembre, Teatro Eleonora Duse); Camille Claudel di Dacia Maraini, con Mariangela D’Abbraccio (10-11dicembre Sala Mercato).

Non manca la musica grazie all'Acoustic Night 23 di Beppe Gambetta (18-20 maggio Teatro Ivo Chiesa) e alle collaborazioni con Lilith Festival, Electropark e Goa Boa Festival, grazie a cui sono stati accolti in cartellone lo spettacolo concerto con Ginevra Di Marco e Federico Taddia dedicato a Margherita Hack Questo grande villaggio globale (7 ottobre Teatro Gustavo Modena), Unspoken Words di Max Cooper (15 ottobre, Teatro Gustavo Modena) e il concerto di Daniele Silvestri (15 dicembre Teatro Ivo Chiesa). Nascono da opere letterarie Ferito a morte, nuovo spettacolo di Roberto Andò tratto dal romanzo Premio Strega di Raffaele La Capria (8-11 febbraio Teatro Ivo Chiesa) e Brevi interviste con uomini schifosi di David Foster Wallace, diretto dal maestro argentino Daniel Veronese e interpretato da Lino Musella e Paolo Mazzarelli (30-31 marzo Teatro Ivo Chiesa).

Tra le commedie si va dai toni perfidi e provocatori di Peng, che Marius von Mayenburg aveva creato per la Schaubühne di Berlino e che ora viene messa in scena da Giacomo Bisordi (15-18 febbraio Teatro Eleonora Duse), a un classico di Eugène Labiche come Il delitto di Via dell'Orsina, diretto da Andrée Ruth Shammah e interpretato da Massimo Dapporto e Antonello Fassari (18-22 gennaio Teatro Gustavo Modena). Due i testi del drammaturgo britannico Patrick Marber: il Don Giovanni a Soho proposto dal regista Gabriele Russo (19-22 gennaio Teatro Ivo Chiesa) e la commedia calcistica The Red Lion, trasposta a Napoli da Teatri Uniti (4-6 aprile Teatro Gustavo Modena). Si collocano tra comicità e critica sociale In crociera dei liguri Kronoteatro (8-11 febbraio Sala Mercato) e La prova di Bruno Fornasari (9-12 marzo Teatro Eleonora Duse), mentre Alessia Giuliani e Alberto Giusta, diretti da Antonio Zavatteri, giocano con la romantic comedy in Alla stessa ora, il prossimo anno di Bernard Slade (14-17 dicembre Teatro Eleonora Duse).

La campagna abbonamenti del Teatro Nazionale di Genova è attiva dal 16 giugno 2022 su tutti i canali (biglietterie dei Teatri Ivo Chiesa e Gustavo Modena, biglietteria telefonica e online). Sino al 13 luglio gli abbonamenti a 15 e 6 spettacoli, l’under 30 e l’abbonamento tematico Storie al femminile, oltre ai biglietti dei primi due spettacoli, Grief & Beauty e Maria Stuarda, saranno disponibili con una promozione, che permette di andare a teatro a prezzi estremamente vantaggiosi. Il programma completo della stagione 2022/2023 e l'acquisto dei biglietti sul sito del Teatro Nazionale di Genova.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.