Festival Teatrale dell'Acquedotto 2022: spettacoli, eventi e novità in Val Bisagno - Genova

Festival Teatrale dell'Acquedotto 2022: spettacoli, eventi e novità in Val Bisagno

Teatro Genova Venerdì 10 giugno 2022

Clicca per guardare la fotogallery

Genova - Tutto pronto per la 14esima edizione del Festival Teatrale dell'Acquedotto, promosso e organizzato dal Teatro dell'Ortica di Genova, che come di consueto anima l'estate della Val Bisagno con spettacoli, incontri e le consuete stondaiate che uniscono storie, leggende e cultura popolare dei quartieri della vallata. Un programma ricco e variegato, con eventi dal 10 giugno al 31 luglio 2022. E, dopo l'esperimento riuscito della scorsa edizione, si riconferma l'intreccio con il Festival delle Valli dello Scrivia, che porta il teatro a risalire i territori del genovesato.

Uno degli elementi che caratterizza maggiormente il Festival dell'Acquedotto 2022 è la riscoperta dei legami che legano teatro, cinema e territorio in Val Bisagno. Nell'anteprima del festival di venerdì 10 giugno, in piazza dell'Olmo, alle 21.45 è presentato il film documentario firmato da Fabio Giovinazzo Ultimo Spettacolo - Il Cinema Nazionale: a Genova, , me lo ricordo dove lo storico Cinema di Molassana, vero e proprio scrigno culturale della Val Bisagno, da anni in attesa di una restituzione alla comunità sarà raccontato attraverso i ricordi e le parole degli abitanti. Alle 20.30, Mauro Pirovano, accompagnato dal violino di Eliano Calamaro, dà vita al reading dedicato Il Cinema Nazionale vita, morte e miracoli.

A Villa Bombrini, mercoledì 13 luglio va in scena lo spettacolo di Mauro Monni su Gianmaria Volontè mentre in calendario seguono tre appuntamenti legati a Vittorio Gassman, raccontato venerdì 15 luglio al Teatro dell'Ortica e lunedì 18 luglio a Villa Bombrini nello nuovo spettacolo prodotto dal Teatro dell'Ortica Cordialmente Gassman.

Il Festival Teatrale dell'Acquedotto 2022 si conferma radicato sul territorio anche grazie al supporto di numerose aziende e realtà che proprio in Val Bisagno operano: Coop Liguria, che sostiene l'evento sul Cinema Nazionale e ospita nei sui spazi lo spettacolo Un uomo complesso. Storia di Michele Campanella, il partigiano Gino, Iren, che ha coprodotto Canto dell'Albero e che ci ospiterà per la stondaiata L'epopea del gas. Grazie al sostegno de La Generale Pompe Funebri, anche quest'anno porteremo il nostro teatro all'interno del Cimitero Munumentale di Staglieno con lo spettacolo Le Signore dell'altra città. E poi ancora grazie agli altri main sponsor Socrem, Banca Passadore, De Chiara e Leonardi Informatica e a tutte le realtà con cui da tempo il Teatro dell'Ortica collabora creando nuove sinergie: Solletico, Lions Club Genova Giuseppe Mazzini, Bar Alfredo, Trattoria Gesino, Cantine Gambaro, Cimitero Monumentale Staglieno, Società per Cornigliano e Villa Bombrini.

Come di consueto, il Festival è preceduto dalla rassegna dell'Acquedottino, con quattro spettacoli dedicati ai bambini che si tengono sul sagrato della Abbazia di San Siro di Struppa, tutti alle 18, preceduti dai nostri laboratori dedicati che inizieranno alle 17: il Canto dell'Albero l'11 giugno, ll gigante egoista il 12 giugno, Matite! di Gino Balestrino il 18 giugno e Capuccetto rosso e il lupo solitario il 19 giugno.

Il Festival dell'Acquedotto torna al Cimitero Monumentale di Staglieno con la performance dal titolo Le signore dell'altra città: lo spettacolo itinerante fatto di racconti di alcuni personaggi femminili che hanno ultima dimora nella Città di marmo. Prima messa in scena sabato 25 giugno con replica domenica 26.
Il 14esimo Festival Teatrale dell'Acquedotto entra nel vivo a luglio con tre spettacoli a Villa Bombrini, sei in Val Bisagno, quattro stondaiate e due Incontri dell'Olmo. A questo link è possibile consultare il programma completo del Festival dell'Acquedotto 2022. Per i Soci di Coop Liguria è prevista una riduzione sugli eventi a pagamento.

"Anche quest'anno sarà un programma ricco di eventi e appuntamenti per tutti - spiega Mirco Bonomi, direttore artistico del Teatro dell’Ortica e del Festival dell'Acquedotto - Tutta questa abbondanza nasce dalla passione che ci permette di arrivare questa offerta arricchita dal teatro più tradizionale ma anche da quello legato al sociale, agli eventi culturali, alla ricerca storica delle radici del territorio che attraversiamo e agli spettacoli per i bambini, che saranno i cittadini di domani". Concetto sottolineato anche da Mauro Pirovano, condirettore artistico del Festival: "Questa generosità di fare una cosa così ampia è dovuta al fatto che amiamo così tanto questo territorio che siamo portati a dare sempre di più. Quando progettiamo il calendario ce lo chiediamo spesso se fare meno, ma poi la voglia di restituire il più possibile alla nostra terra prevale".

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.