Elezioni a Genova 2022: Alessandra Carrea e Michele Benelli per Genova Domani. 3 domande ai candidati

Elezioni a Genova 2022: Alessandra Carrea e Michele Benelli per Genova Domani. 3 domande ai candidati

Attualità Genova Martedì 17 maggio 2022

Clicca per guardare la fotogallery Altre foto

Guarda il video di Alessandra Carrea e Michele Benelli di Genova Domani

Genova - Alessandra Carrea e Michele Benelli, candidati al consiglio comunale di Genova alle elezioni di domenica 12 giugno, per la lista Genova Domani a sostegno di Marco Bucci, partecipano al format di mentelocale, 3 domande ai candidati.

Presentatevi.

Carrea: «Sono Alessandra Carrea e sono nata a Genova. Anche se per qualche periodo della mia vita, ho vissuto e lavorato all'estero, ho deciso di tornare nella mia città, perché mi mancava tantissimo e non riuscivo a stare lontana dal profumo della salsedine e dalle onde del mare. Ultimamente mi sono occupata della rete degli ambasciatori di Genova nel mondo, nominati dal sindaco Marco Bucci ed è stata un'esperienza molto importante, perché mi ha arricchito sia professionalmente, sia umanamente. Allo stesso modo è stata per me molto significativa l'organizzazione degli eventi del G20 dello scorso settembre sul tema delle infrastrutture. Le mie passioni sono legate alla fotografia e alla scrittura, mi ritengo una persona decisamente creativa e anche un po' un'anima ribelle. Alle elezioni comunali del 12 giugno mi candido per la lista civica Genova Domani, che appoggia il sindaco Marco Bucci».

Benelli: «Sono Michele Benelli, sono nato a Genova 55 anni fa e sono laureato in scienze biologiche. Sono sposato e ho due figli. Il mio excursus professionale è nel privato e precisamente nella fornitura di servizi per aziende ospedaliere pubbliche e private, in particolare diagnostica molecolare. Questa attività mi dà modo di viaggiare in Italia e in tutto il mondo, con l'opportunità di conoscere tantissime persone e di poterle aiutare con un sorriso».

Il vostro sogno per Genova.

Carrea: «Il mio sogno per Genova è quello di poter contribuire a continuare il lavoro che già sta facendo il sindaco, per rendere Genova sempre più internazionale, più vivace, più dinamica e più sorridente e renderla veramente un po' come una piccola New York. Io amo tantissimo New York è la mia città del cuore, quindi mi piacerebbe che Genova avesse alcune delle sue caratteristiche e peculiarità. Avendo un background che parte dal mondo della cultura, ovviamente, mi piacerebbe poter dare un contributo in questo settore. La cultura è il biglietto da visita di una città ed è trasversale ad ogni altro settore. Credo che questa città abbia bisogno di una cultura un po' più armoniosa, in cui si crei un po' più di collaborazione con tutti gli operatori del settore».

Benelli: «Mi candido innanzitutto perché incontrato meravigliose persone all'interno di questo percorso di appoggio a Marco Bucci sindaco con la lista Genova Domani. Ho incontrato inoltre in questo percorso una splendida partner che è Alessandra Carrea, con cui condivido sorriso e gentilezza. Mi candido perché la nostra città deve avere più natalità e più attenzione per gli anziani, noi ce la possiamo cavare, loro hanno bisogno di aiuto».

Perché votarvi?

Carrea: «Perché votarmi? Perché credo molto nel potere della gentilezza. Non a caso ho scelto come hashtag #congentilezza. Credo che la gentilezza soprattutto oggi sia fondamentale, anche per il periodo storico che stiamo ancora vivendo. Credo, inoltre che la gentilezza debba essere reciproca: la gentilezza delle istituzioni nei confronti dei cittadini e dei cittadini nei confronti delle istituzioni e tra le persone. Ho capito negli anni che la mia vocazione è quella di essere di aiuto agli altri. Per questo l'idea di poter aiutare la mia città, le persone che abitano a Genova e i ragazzi, i nostri figli che vivranno in questa città mi fa molto piacere. Proprio per questo motivo, non potevo che scegliere come compagno di viaggio Michele Benelli, un uomo molto gentile, molto dolce, molto leale, molto onesto e che ha sempre un bellissimo sorriso. E siccome il sorriso fa parte del biglietto da visita gentilezza, credo che le due cose si possano abbinare. L'ultima cosa che vorrei dire è che mi piacerebbe tanto seguire la cultura di questa città, perché credo che la cultura sia veramente una ricchezza infinita, enorme, e che valorizzarla ancora di più potrebbe essere davvero la mia missione».

Benelli: «Il motivo per votarmi è che sorrido. Sorrido sempre e cerco di essere d'aiuto agli altri, cercando di risolvere problemi, perché questa è la mia professione: risolvere problemi, stare a sentire, risolvere problemi e crescere assieme». 

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.