Genova rende omaggio ad Alessandro Bruschettini: le iniziative

Genova rende omaggio ad Alessandro Bruschettini: le iniziative

Attualità Genova Giovedì 5 maggio 2022

Clicca per guardare la fotogallery

Genova - Comune e Università di Genova, insieme alle principali istituzioni museali cittadine e in collaborazione con la Fondazione Bruschettini per l'Arte Islamica e Asiatica celebrano la memoria di Alessandro Bruschettini a un anno dalla sua scomparsa, con una serie di eventi da giovedì 5 a sabato 7 maggio 2022 per ricordare la straordinaria figura di questo industriale farmaceutico genovese, ma soprattutto intellettuale, mecenate e collezionista d'arte, conosciuto a livello internazionale. 

Alla vastissima cultura, che lo ha portato a intrattenere rapporti con musei e istituzioni culturali di tutto il mondo, Bruschettini ha sempre affiancato un profondo legame con Genova, considerata soprattutto come luogo privilegiato di incontri e scambi di culture. Numerosi i suoi interventi a favore del patrimonio artistico locale, trai quali ricordiamo la donazione postuma di due opere a due importanti musei genovesi. I temi più cari ad Alessandro Bruschettini - tra cui l'arte e la cultura islamica, il rapporto tra l'Oriente e l'Occidente - saranno i protagonisti di questi eventi, destinati a coinvolgere il mondo della cultura locale e nazionale e tutti i cittadini. Vediamo le iniziative con cui Genova rende omaggio a Bruschettini.

Si inizia giovedì 5 maggio, alle 17.30, nel Salone del Minor Consiglio di Palazzo Ducale, con la tavola rotonda Omaggio ad Alessandro Bruschettini. Nell'occasione è presentato il catalogo della mostra sull'arte ottomana Arte Ottomana 1450-1600. Natura e astrazione: uno sguardo sulla Sublime Porta, che Bruschettini realizzò nel 2014 e che è stato pubblicato postumo. Venerdì 6 maggio, alle 15.30, sono aperti i Percorsi interculturali "Frontiere liquide", itinerari attraverso i Musei di Strada Nuova, le Gallerie Nazionali di Palazzo Spinola, Castello d'Albertis, Palazzo Reale, il Museo Diocesano, la Commenda, Sottoripa e Santa Maria di Castello. Appositi pannelli, collocati nei musei, riportano le testimonianze dell'antico rapporto tra Genova e il mondo islamico.

Inoltre, una miniatura della collezione Bruschettini entra a Palazzo Nicolosio Lomellino come ospite speciale affiancando fino alla celebrazione dei Rolli Days di Primavera le opere della mostra Domenico Parodi. L'Arcadia in Giardino all'insegna dell'interculturalità e del dialogo. A seguire, alle 16.30, nell'Auditorium di Strada Nuova si tiene la conferenza I più bei tappeti del mondo. Capolavori dalla Persia. Lo splendore dei tappeti Sanguszko, a cura di Michael Franses e Luisella Belleri: una serie di magnifici tappeti cinquecenteschi, veri e propri capolavori dell’arte savafide, presentati al pubblico da due specialisti. 
Le celebrazioni si concludono sabato 7 maggio, con la giornata di studi Frontiere liquide: dalla Spagna alla Cina, per terra e per mare: le arti dell’Islam e l'Italia, che si svolge a partire dalle 9.30 nell'Aula Magna dell'Università di Genova, in via Balbi. 

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.