Covid, Toti: «A Genova 4 serate per la terza dose di vaccino». Le date e dove

Covid, Toti: «A Genova 4 serate per la terza dose di vaccino». Le date e dove

Attualità Genova Venerdì 14 gennaio 2022

Clicca per guardare la fotogallery
© facebook.com/EnteRegioneLiguria

Genova - "A Genova saranno organizzate 4 nuove serate vaccinali su prenotazione (in programma martedì 18, giovedì 20, martedì 25 gennaio e giovedì 27 dalle ore 20 a mezzanotte) per la somministrazione della terza dose agli over 12 presso l'hub di San Benigno e la Sala Chiamata del Porto. Presso San Benigno saranno eseguite 400 vaccinazioni a sera mentre alla Sala Chiamata saranno effettuate 540 vaccinazioni a sera". Così il presidente di Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti sulle quattro nuove aperture straordinarie per le dosi booster in programma nei prossimi giorni a Genova.

"Stanno accelerando anche le vaccinazioni nella fascia dei più piccoli, con 21.636 prenotazioni per i bambini tra i 5 e gli 11 anni - aggiunge Toti - Da giovedì 20 gennaio 2022, per i ragazzi tra 12 e i 15 anni invece, sono state messe a disposizione 500 dosi booster al giorno al Teatro della Gioventù (200 per la fascia 12-17 e 300 per gli over 18), mentre al Gaslini dalla prossima settimana sono disponibile mille prime dosi alla settimana proprio per la fascia tra i 5 e gli 11 anni".

Da mercoledì 19 gennaio, in Valle Scrivia presso Poliambulatorio Casa Salute di Busalla c'è anche un potenziamento di 500 vaccinazioni la settimana per la fascia 5-11 anni con prenotazione mentre da lunedì 24 gennaio ci sarà l’attivazione del nuovo polo vaccinale della Asl 3 presso l'ex mercato ortofrutticolo di corso Sardegna frutto della collaborazione tra Asl3, Comune di Genova e Confcommercio. In questa sede verranno effettuate tra le 500 e le 1000 vaccinazioni al giorno sia dosi booster che prime dosi.

E per cercare di prevenire la diffusione del virus tra i più piccoli, Regione Liguria ha siglato l'accordo per offrire la possibilità di effettuare il tampone gratuitamente agli studenti liguri nelle classi in cui è stato registrato un caso di positività: "La Liguria ha voluto ampliare le fascia d'età per il diritto alla gratuità dei tamponi rispetto alla normativa nazionale che prevedeva, invece, soltanto scuole medie e superiori. Questo ha generato qualche intoppo burocratico che risolveremo a breve. Ci scusiamo se c'è stato qualche disagio ma se ci fosse meno burocrazia sarebbe tutto più semplice è fattibile".

Per quanto riguarda la circolazione del virus in Liguria "non ci sarà un passaggio della Liguria in zona arancione - ha spiegato Toti - visto che anche oggi gli ospedalizzati si confermano in discesa. Una dimostrazione di come grazie ai vaccini, nonostante l’alta circolazione del virus, il numero dei ricoverati sia molto diverso rispetto a quello che abbiamo registrato nelle precedenti ondate".

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.