Nasce in Liguria il corso per diventare specialista in Terapia ricreativa per bambini e adolescenti - Genova

Nasce in Liguria il corso per diventare specialista in Terapia ricreativa per bambini e adolescenti

Attualità Genova Lunedì 20 dicembre 2021

Clicca per guardare la fotogallery Altre foto

Genova - Il Centro di Formazione Salesiano CNOS FAP Liguria propone un nuovo corso per Specialista In Terapia Ricreativa (Child Play Specialist) sul territorio ligure nell’ambito del Programma Operativo Ob. “Competitività regionale e occupazione” Fondo Sociale Europeo- Regione Liguria 2014-2020.

Destinatari del corso: disoccupati, inoccupati e inattivi di età compresa tra i 18 e i 30 anni non compiuti residenti e/o domiciliati in Liguria (tutti i requisiti vanno posseduti alla data di chiusura delle iscrizioni) con laurea prioritariamente ad indirizzo psico-educativo; artistico sanitario (della riabilitazione) (DAMS; Belle arti; Conservatorio; Scienze motorie; Psicomotricità; Scienze ambientali; Neuropsicomotricità; Riabilitazione neuromotoria; Fisioterapia) oppure diploma superiore (preferibilmente in possesso di iscrizione alle facoltà di indirizzo e con crediti formativi).

Al termine del corso, previo superamento di un esame, gli allievi conseguiranno attestato di qualifica per SPECIALISTA IN TERAPIA RICREATIVA (CHILD PLAY SPECIALIST)- 2.6.5.1.0 - Specialisti nell’educazione e nella formazione di soggetti diversamente abili.

Il corso, che nasce da un’idea e dall’esperienza sul campo di oltre 16 anni di attività dell’Associazione Il Porto dei piccoli, si propone di formare una figura polivalente, empatica che sappia dialogare tra la famiglia e il team sanitario facendo da mediatore e facilitatore. Su ispirazione del Child Life Specialist inglese e americano l’operatore avrà la capacità di donare in modo professionale e saprà utilizzare il mare come canale di dialogo e porta d'accesso al mondo del bambino per entrare in sintonia con lui e aiutarlo a superare o affrontare con più serenità i traumi, le fragilità, le gravi malattie. Si tratta della prima figura professionale in Italia riconosciuta da un ente pubblico – Regione Liguria – che rappresenta un ruolo chiave e nuovo per il sistema sociosanitario italiano. Un progetto sfidante che si concretizza in un momento particolare, durante il Covid 19, e che consentirà agli operatori di imparare ad operare anche in contesti emergenziali.

L’operatore saprà usare il gioco, elemento principe nella crescita di un bambino, come elemento di sostegno. Userà la musica, la danza, il teatro, le scienze, la cultura del porto, gli animali, la natura come elementi di dialogo e terapia verso il bambino e ragazzo con fragilità. Porterà quell'abbraccio simile a quello del porto per una nave, che accoglie, che si prende cura e che porta gioia, sicurezza e serenità.

Fondamentale dovrà essere inoltre la capacità di riconoscere ed utilizzare linguaggi e sistemi di comunicazione-interazione appropriati a seconda delle differenti condizioni operative, mettendo in atto relazioni di aiuto con l'utente e la famiglia, per l'integrazione sociale ed il mantenimento e recupero della identità personale. La sua deve essere pertanto anche un’efficace azione di supporto gestionale, organizzativo per la struttura in cui opera.

Il corso prevede una durata di 600 ore, così suddivise:

  • Modulo di base: motivazione-orientamento e conoscenza di base (205 ore).
  • Modulo professionalizzante (95 ore).
  • Tirocinio curriculare di 300 ore.

Il tirocinio si terrà presso l’Istituto Giannina Gaslini di Genova, le pediatrie dei principali ospedali e le strutture sociosanitarie pubbliche e private liguri. Si prevede lo svolgimento in 2 fasi: un primo periodo, della durata di 120 ore di motivazione, orientamento e conoscenza di base; un secondo periodo, della durata di 180 ore, a fine percorso formativo, di consolidamento delle competenze acquisite.

Gli interessati possono scaricare la scheda dal sito al seguente link. La domanda di iscrizione può essere scaricata al seguente link. La domanda d’iscrizione (compilata e in regola con le vigenti normative sull’imposta di bollo) dovrà essere consegnata debitamente compilata all’Ente CNOS FAP presso una delle 2 sedi e negli orari indicati:

In alternativa, permanendo le condizioni di emergenza sanitaria, la domanda di iscrizione potrà essere trasmessa via e-mail agli indirizzi sopra indicati, in questo caso, l’utente dovrà scansionarla o fotografarla dopo averla debitamente compilata, sottoscritta e dopo aver apposto la marca da bollo da 16 euro che dovrà essere annullata apponendo una sigla sulla stessa e corredando la copia del documento di identità. Saranno accettate esclusivamente le domande complete di tutta la documentazione richiesta.

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.