Campionato Mondiale di pesto al mortaio 2022, si torna in presenza: il programma - Genova

Campionato Mondiale di pesto al mortaio 2022, si torna in presenza: il programma

Attualità Genova Sabato 18 dicembre 2021

Clicca per guardare la fotogallery

Attenzione: la finale è rimandata al 4 giugno 2022 causa Covid

Genova - Dopo l'edizione 2021 totalmente digitale, sabato 5 marzo 2022 torna in presenza il Campionato Mondiale dedicato al pesto fatto al mortaio. Rispetto soltanto a 10 anni fa, si parla di Pesto Genovese in modo totalmente diverso e il Campionato Mondiale, nato nel 2007 e giunto alla sua nona edizione, dopo aver attraversato anche i momenti bui della pandemia con una edizione totalmente digitale, ha contribuito non poco a disegnare il perimetro di "cosa è o non è Pesto Genovese".

La ricetta ufficiale del Campionato del Pesto è diventata il modello di riferimento a livello globale, la DOP del basilico genovese e gli altri ingredienti d’élite hanno conquistato spazi nella consapevolezza dei consumatori e conseguentemente nella commercializzazione, in particolare del Pesto di produzione regionale che gode di una ottima reputazione. Quest'anno, in un modo o nell'altro, si è parlato di Pesto in 140.000 casi, una media di circa 400 volte al giorno, dai servizi televisivi e radiofonici, agli articoli di giornale, alle ricette, alle news e ai messaggi social, di cui il 60% all’estero, in particolare Stati Uniti, con ricadute sul turismo e l’immagine di Genova e della Liguria non equiparabile a qualsiasi altro messaggero mediatico del nostro territorio.

La gara finale di sabato 5 marzo 2022 è in presenza a Palazzo Ducale (da giovedì 16 dicembre è possibile iscriversi inviando una e-mail), nel rispetto delle normative anti-covid, ma è possibile contemporaneamente la visione in streaming dei momenti topici dell'evento (il campionato dei bambini, l’avvio della gara dei 100 e la finalissima pomeridiana).

Gli eventi collaterali sono molti, ma due fra essi rappresentano una novità. La prima consiste nell'incontro con la Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU), organizzazione scientifica senza scopo di lucro che riunisce gli studiosi e gli esperti di tutti gli ambiti legati al mondo della nutrizione, venerdì 4 marzo mattina presso la Sala Trasparenza della Regione Liguria sul tema Genova porta della cucina mediterranea verso l’Europa. L'altro evento, che proietta in un futuro immaginifico, riguarda la performance nella Sala del Minor Consiglio Io Robot faccio il Pesto con il Mortaio del Robot Bimanual Torso dell'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, in grado di imparare attraverso l'imitazione dei movimenti dell’uomo, senza bisogno di programmazione. Riuscirà a mettersi alla pari con i campioni del mondo?

«La valorizzazione del territorio, delle imprese locali e delle tradizioni è un capitolo strategico per la nostra regione - dice l'assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti - Il pesto, ormai, nell'immaginario collettivo è un richiamo iconico di tutto quello che di 'buono', e sono sempre più le offerte, la Liguria può offrire per arricchire le tavole con qualità, gusto e salute. Siamo contenti di tornare in presenza a una manifestazione che abbiamo convintamente continuato a sostenere».

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.