Giovani e startup a Genova: lo sportello di Confcommercio per chi vuole fare business

Giovani e startup a Genova: lo sportello di Confcommercio per chi vuole fare business

Attualità Genova Martedì 14 dicembre 2021

Clicca per guardare la fotogallery
© Elisa Morando
Altre foto

Genova - Informare, orientare, supportare: ecco gli obiettivi del Punto Impresa Futura. Prende così avvio l'iniziativa del Gruppo Giovani Confcommercio Genova che prevede uno sportello di confronto, informazione e orientamento per tutti i giovani che hanno intenzione di intraprendere il percorso dell'imprenditoria e delle startup. Non sarà solo un punto d'ascolto, ma anche di valorizzazione delle idee, di raccolta di esigenze e di creazione di progetti concreti. E sarà dedicato a tutti i futuri o neo-imprenditori under 42. Apre al pubblico da martedì 14 dicembre 2021 all’interno della sede di Confcommercio Genova, in via Cesarea 8.

«Per noi è un grande traguardo, un segno di apertura per quelle generazioni che gestiranno il futuro tessuto imprenditoriale di Genova - spiega il presidente del Gruppo Giovani Daniele Pallavicini - La speranza è che questo punto si riveli un aggregatore di idee e innovazioni territoriali. Noi giovani abbiamo tanti progetti, ma è grazie a quelli che hanno lavorato prima di noi, come il presidente Odone, che questi progetti potranno essere portati avanti».

Andrea Colzani, presidente nazionale del Gruppo giovani, aggiunge: «È importante avere progetti che ci permettano di recuperare quel gap di 156 mila unità in meno che è appena stato registrato nel settore imprenditoriale giovanile. Ci vuole un ecosistema in cui tutte le idee vengano messe insieme e diventino efficaci e durature. Oggi non è solo il capitale il problema da cogliere ma la scelta della strada da percorrere. Quasi il 70% dei giovani tra i 18 e i 42 anni hanno affermato di aver già avviato o hanno intenzione di attivare un proprio progetto imprenditoriale. Il tema a cui teniamo di più è sicuramente la formazione: bisogna come prima cosa creare e coltivare nuove competenze». 

Paolo Odone, presidente del Confcommercio Genova, sostiene: «Bisogna partire dai giovani. Capire l’importanza della nostra città, comprare sotto casa, valorizzare il prodotto a km 0. Genova si sta muovendo per questo, è una sorta di città laboratorio con una potenzialità unica. Si sta lavorando per un’organizzazione comune che vada dall’efficienza del porto alla trippa, dal turismo alla solidarietà. Sento una forte voglia di cambiamento: Comune, Regione e Ascom stanno tutti spingendo verso la stessa direzione: portare la Liguria, fulcro della dieta mediterranea, tra le prime città per qualità dell’aria e per la silver economy, di nuovo al centro». L'assessore regionale Andrea Benveduti dichiara: «Rileviamo troppo disinteresse dei giovani riguardo al futuro. Punto Impresa Futura rappresenta una controtendenza fondamentale per i giovani per cominciare a pianificare la loro idea di futuro. È giusto che i giovani prendano in mano il proprio destino».

«Il team di Ascom è sempre sul pezzo - dice l'assessore comunale allo Sviluppo economico Stefano Garassino - vuole con questa importante iniziativa dare un'accelerata utile al mondo dell’imprenditoria. Mi rendo conto che non sia semplice orientarsi nei meandri della burocrazia, per cui avere qualcuno che segue i primi passi di un percorso imprenditoriale può essere una spinta decisiva per i più titubanti». L'assessore Paola Bordilli e l’assessore di regione Liguria Ilaria Cavo sottolineano l’importanza fondamentale con Confcommercio rappresenta all’interno della città di Genova. L’assessore Bordilli scherza: «In una città come Genova, diciamo più famosa per la componente senior che quella junior, lo sportello per giovani è decisamente un buon auspicio». 

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.