Le Vie dei Canti 2021, il Festival itinerante di musica e tradizione orale: il programma - Genova

Le Vie dei Canti 2021, il Festival itinerante di musica e tradizione orale: il programma

Musica Genova Mercoledì 15 settembre 2021

Il gruppo irlandese Birkint Tree
© Maurizio De Costanzo

Genova - Da sabato 18 settembre fino a sabato 12 dicembre 2021 torna, con il tema Desideri e passioni, il Festival itinerante di musica e cultura di tradizione orale Le Vie dei Canti. Il progetto fa parte del circuito Genova città dei Festival, ideato da Alessandro Guerrini e Laura Parodi e Organizzato dall’Associazione Gruppo Spontaneo Trallalero, e ha l’obiettivo di scoprire ogni anno culture e territori sconosciuti, alla ricerca di unicità.

«Desiderio e Passione sono le due parole che ci accompagneranno quest’anno nel nostro viaggiare tra musica, tradizioni, arte e paesaggi da scoprire.  Il nostro Festival itinerante diventa un racconto fatto come sempre di appuntamenti imprescindibili di cui Genova con il suo centro storico e i palazzi dei Rolli e il Porto Antico sarà il cuore pulsante da cui si diramano le vie per quelle periferie altrettanto cariche di storia e storiei - spiega la direttrice artistica Laura Parodi, e prosegue – L’idea di andare in scena in palcoscenici sempre diversi nasce proprio dall’intento di far conoscere luoghi spesso sconosciuti, far scoprire culture e realtà diverse».

L’immagine del Festival è stata quest'anno affidata a un noto artista genovese, Enzo Marciante, che ha concesso una delle immagini tratte dal suo libro Dante all’Inferno a fumetti. Ogni anno il festival sostiene un associazione impegnata nel sociale e quest’anno sosterrà l'Udi - Unione Donne Italiane che ha realizzato, con il patrocinio oneroso della Presidenza della Regione Liguria, un opuscolo che mira a promuovere la conoscenza storica come strumento di partecipazione politica e di formazione delle giovani generazioni. Ma vediamo il programma del Festival Le Vie dei Canti 2021.

Sabato 18 settembre, alle ore 16.30, c'è l'inaugurazione a San Giacomo di Molassana con Rodolfo Bellatti e Riccardo Medicina; saranno svelati i segreti dell’organo dell’Oratorio dalle caratteristiche tipicamente ottocentesche che volevano questo strumento capace di riprodurre le sinfonie dell’opera. Domenica 19 settembre, dalle ore 11, a Pino Soprano nella Chiesa di San Terenziano (in collaborazione con la Curia Arcivescovile di Genova Vicariato) è realizzata un'esposizione di oggetti, vestimenti in velluto delle Confraternite e di crocefissi lignei, accompagnata dalla presenza di giovani artigiani professionisti pronti a mostrare le varie fasi di creazione e restauro degli oggetti esposti. Alle 16, dopo l’assaggio delle celebri focaccette, nel Teatrino di Pino Soprano si tiene un concerto di impronta ligure con Laura Parodi voce; Julyo Fortunato fisarmonica; Alessandro Guerrini voce; Fabio Rinaudo cornamuse, flauti diritti artisti che della profonda conoscenza del repertorio musicale della Liguria hanno fatto il loro fiore all'occhiello portandolo in giro per l’Europa.

Sabato 2 ottobre ritorna l’appuntamento in Piazza delle Feste al Porto Antico di Genova, dove si esibiscono i Birkin Tree, gruppo fra i più affermati in Europa per quanto riguarda la musica popolare irlandese. Sabato 16 ottobre, all’auditorium di Palazzo Rosso, un evento in collaborazione con la Regione Sardegna e l’Ass Sarda Tellus con il concerto della cantante Giovanna Cherchi, con le sonorità tipiche della musica e del dialetto della terra di Sardegna. Sabato 23 ottobre l'omaggio, a 20 anni dalla morte, a Edward Neill, il più esperto etnomusicologo di Niccolò Paganini, e curatore di un vasto repertorio di registrazioni di canti tradizionali liguri. L'evento si svolge alla Sala Montelucco del Circolo Autorità Portuale con tanti musicisti e per l'occasione è presentato il libro dedicatogli da Mauro Balma: "Edward Neill. Fra Trallalero e Paganini, affascinato dai suoni nell’ombra".

Sabato 6 novembre, al Circolo ARCI Barabini di Trasta, si esibirà il coro le Mondine di Novi di Modena, che da sempre con tenacia portano con i loro canti la loro testimonianza di lavoratrici sfruttate dai caporalatiSabato 13 novembre con i Raphsodjia Trio e Compagnia Sacco, nell'androne del Palazzo della Meridiana, il pubblico può ascoltare musica proveniente dall'est Europa, dalla yiddish alla tzigana. Con loro le voci liguri della Compagnia Sacco.

Nel Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale, domenica 5 dicembre si parla di Desiderio e Passione dal punto di vista psicanalitico con Paolo Crepet, che riflette in particolar modo sul modo in cui i giovani devono impegnarsi a ricercare e seguire le proprie passioni. Subito dopo si balla il Tango, grazie al contributo musicale dell’Hyperion Ensemble. Domenica 12 dicembre, al CAP&S (Circolo Autorità Portuale), è previsto un appuntamento dedicato all’esibizione delle Squadre di canto di Trallalero.

La partecipazione è gratuita per tutti gli eventi ma con prenotazione al numero 349 3802885 o a questa e-mail. C'è, inoltre, la possibilità di seguire ogni evento in diretta streaming sulla pagina Facebook Le Vie dei Canti Festival e sul sito della manifestazione. È richiesto green pass o certificazione di tampone negativo nelle 48 ore.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.